mercoledì 1 agosto 2007

Arizona, parte seconda (finalmente!!)

Sono le 11:38 di notte, tutti sono a letto, J ed io abbiamo fatto il trattamento contro i pidocchi (du balle) e ora vorrei raccontare Sierra Vista. Anzitutto il paesaggio: l'area di SV, che e' di deserto d'altitudine, e' circondata da montagne, le Huachuca, le Mule e le Dragoon. E' una visone che evoca forza e liberta' nello stesso tempo: la forza viene dalle montagne stesse, che per il momento sono verdeggianti (in Arizona!) e la liberta' e' ispirata dall'enormita' delle distanze, e siccome le casette sono quasi tutte ad un piano e di alberi alti non ce ne sono, l'orizzonte e' molto basso, per cui lo si puo' vedere praticamente senza ostruzioni. E' una visione da vedere, raccontarla a parole non gli da giustizia. La maggior parte della vegetazione (e ce n'e' parecchia) e' costituita da cactus, ai bordi delle strade ogni tanto si vedono i fichi d'india, che posso dire non sono ancora maturi, altrimenti io una fermatina ce la farei. Ci sono tantissimi alberi di mesquite il cui legno viene utilizzato per dare un sapere tutto particolare (southwest) ai barbeque. Ci sono anche vari fiori, rose, e grazie ai monsoni il tutto viene annaffiato dalla natura quotidianamente durante i monsoni (pioggia e temporali tutti i pomeriggi).
Ora devo proprio chiudere per che' mi si stanno chiudendo gli occhi. Continuero' domani, spero. "Notte M.

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!