martedì 31 luglio 2007

E ora ... i pidocchi!!!

Tanto per finire il mio compleanno in pace, stasera dopo una cena a Las Casitas, ho avuto la conferma che Emily ha i pidocchi!! NOOOOOO! Spero che non li abbiamo presi anche noi, anche se ho poco da sperare. Sembrerebbe che stia pagando per qualcosa di molto brutto che ho fatto nel passato, oppure qualcuno mi ha fatto il malocchio e adesso si sta pisciando dal ridere! Sono cosi' stanca... domani dovro' trattare i capelli di tutti con un sistema non tossico che ho usato l'estate scorsa e che funziona benissimo. Ma richiede un sacco di tempo. In piu' alle 11 dobbiamo andare alla Apache Middle School (la scuola media) per prendere la sua lista di classi, poi alle 2 andiamo coll'agente immobiliare a vedere altre 6 case e alle 1730 abbiamo un appuntamento con la banca per il mutuo.... oy vay, come direbbero in Israele! Vabbe', che vita noiosa che ho. Ora vado a controllare la lavatrice (lenzuola, federe, coperte tutto deve essere lavato ed asciugato a temperature alte...). Che notte.... M.

Il miglior regalo di compleanno...

Un post veloce per annunciare che Chris e' stato rimandato a casa perche' la morsicata era roba da niente.... a parte lo spavento, il tragitto in macchina all'ospedale, visto che ero io che guidavo mentre col telefono parlavo con la polizia perche' non avevo la piu' pallida idea di dove fosse l'ospedale, e' stata la parte piu' pericolosa di tutta la serata... Be', BUON COMPLEANNO A ME!! Il piu' bel regalo e' avere Chris qui con noi, a russare nel divano a letto...
Q U A R A N T U N O. Scritto bello largo a lettere maiuscole, cosi' da cacciare la paura di dirlo, perche' dopotutto e' un bel numerone. Avrei voluto scrivere che mi sento come una ventenne, ma stasera mi sento pronta per la Baggina! Domani passero' tutto il giorno by the pool, a parte la pulizia del pulmino alla ricerca del cadavere dell'insettazzo... EEEWWW! Mi portero' il mio laptop e avro' skype aperto, in attesa trepidante degli auguri. E per chi gli auguri me li ha gia' fatti.. GRAZIE! Sono un po' stanchina.. 'notte, M

lunedì 30 luglio 2007

EMERGENZA

Chris e' in ospedale, morsicato da un ragno, nel mio pulmino... SURREALE. Se avete connessioni con il padreterno di qualche tipo, questo e' il momento di usarle. Sto facendo uno sforzo per non andare in frantumi. Le bambine sono in letto (2115) aspetto J a mezzanotte per dargli il cambio. Ha spruzzato un insetticida nella speranza di ammazzare il ragno e portarlo in ospedale. Moky

domenica 29 luglio 2007

ARIZONA, parte prima: lampi e tuoni....

E cosi', come il destino ha voluto, siamo arrivati a Sierra Vista. Venerdi pomeriggio, verso le 2 ore locale (tra l'altro ho fatto un errore prima, perche' la differenza di fuso orario con l'Italia e' di 9 ore in primavera e estate e 8 ore in autunno ed inverno). Partiti da Las Cruces, molto in ritardo rispetto alle mattine precedenti, a causa della mia nottata a tossire come una matta (con J che e' dovuto andare a prendere una medicina in farmacia alle 11 di sera, che bravo marito...), ci siamo trovati a guidare attraverso un'area molto remota, con a sud le montagne del Messico... si capiva che eravamo in territorio "immigrazione" dal numero delle macchine della polizia di frontiera ("Border Patrol"), abbiamo persino dovuto passare un controllo appena dopo l'inizio dell'Arizona, se ci avessero fermati e avessero aperto il bagagliaio... c'e' da dire che avevamo talmente tanta roba, che un paio di illegali sarebbero passati inosservati nel mezzo del casino!!! Comunque sia, la giornata era bellissima, soleggiata e calda ma non orrendamente finche', arrivati a Benson AZ, le nuvole hanno cominciato a farsi vedere e a circa 15 miglia da SV il cielo e' diventato nero, e da lontano si vedeva la citta' come coperta da un velo, si intravedevano le Huachuca Mountains, ma la maggior parte ra coperta da nuvolazze scure...e CHE LAMPI!!! Sembrava un documentario del National Geographic! Ho fatto un paio di foto mentre guidavo, e se riesco a scaricarle sul blog, le vedrete. Siamo arrivati nella stagione dei monsoni, e tutti i pomeriggi o quasi arriva un temporalone con lampi e tuoni (huachuca in lingua cherokee significa "tuono"), per circa un'ora, poi tutto torna calmo e sereno. Ma ovviamente per il nostro arrivo era da 2 giorni che i temporali impazzavano senza sosta: come le vedove ner, che sia anche questo unsegno del destino???
L'hotel e' molto bello, nuovissimo (aperto questa primavera) e noi abbiamo un appartamentino con 1 camera da letto, una salettina con mini cucina e il bagno. Siamo un po' uno sopra l'altro, ma sopravviveremo! C'e' una palestra, la lavanderia (gratis, yeah!) la piscina con idromassagio (hai capito, Marta?) e il posto e' pieno di militari qui per training o altro. Se avessi 10 anni di meno e fossi libera sarebbe un terreno di caccia eccezionale.... ma lasciamo perdere, non vorrei fare la nave scuola....
Anyway, sabato ci siamo incontrati con l'agente immobiliare con cui eravamo in contatto sin dal NJ e ci ha portato in giro per la citta' e ci ha spiegato un po le diverse zone, quali sono belle quali meno. Siamo anche entrati in 3 case in vendita pere quali, essendo gia' libere, non c'era bisogno di appuntamento. Ovviamente la differenza di prezzo con il NJ e' molto grossa, per il prezzo che vorremmo pagare noi, possiamo comprare una casa molto piu' grande di quella che avevamo e ci sarebbe la possibilita' di avere la piscina etc.
Anche se in un certo senso sono un po' disinteressata, come volevasi dimostrare, quando abbiamo un progetto in comune, noi andiamo piu' d'accordo. Pero' siamo sempre senza contatto fisico di nessun tipo... o well.
E qui devo fare una pausa perche' e' tardino per me, domani J inizia a lavorare a Fort Huachuca e io dovro' fare le 1000 commissioni nella mia "to do list": iscrivere i bambini a scuola, chiamare la banca, la posta etc.... Ciao, Moky

giovedì 26 luglio 2007

Las Cruces, NM

Un'altra giornata in viaggio, un altra citta', un altro hotel.... lo so, puo' sembrare noioso sto viaggio, ma in realta' la diversita' dei paesaggi attraversati rende le ore al volante per me estremamente interessanti! Oggi per esempio, siamo partiti da un Texas ancora verde, con alberi e pascoli (certo non lussureggiante come per esempio la Pennsylvania) e pian piano si e' trasformato nel Texas che conoscono tutti, dei film di John Wayne, con bassi cespugli e sterpaglie, tipicamente di high desert, un deserto non sabbioso, ma ugualmente ostile. Tra l'altro eravamo belli in alto, circa 4000 piedi (metri??? ) per cui anche con un caldo di quasi 40 gradi, c'e' sempre una leggera brezza. E poi la vastita' dell'area.... c'era l'autostrada e poi NIENTE per km e km e km, poi da lontano le montagne, chissa' quali Sierra erano. Molto bello davvero, impressionante soprattutto per noi abituati a posti comunque piccoli in Europa, a case e costruzioni uno vicino all'altro.... Diverse volte eravamo gli unici , per strada, per lo meno nella nostra direzione.... Ci siamo fermati in un altro paesino per la solita pausa picnic, Van Horn, Texas. Probabilmente 2000 abitanti, il negozietto gestito da un messicano dove ho cercato delle bottiglie d'acqua e le aveva finite!!! Ma roba da matti!! Il parchetto aveva una piscina pubblica (cosa molto bella per il ragazzini locali che non avrebbero altrimenti niente da fare) e miei piccoli si sono potuti sfogare. Siamo continuati a salire, siamo passati da Midland, Texas, che orgogliosamente ha un cartello che dice "Hometown of George W. and Laura Bush" e tutti i pozzi di petrolio erano attivi, combinazione!... No Comment! Comunque sia, si vede che molti presidenti vengono dal sud! Siamo poi, dopo altre 100 miglia circa, passati per El Paso, Tx e, attraversato il confine con il New Mexico, dopo circa 20 miglia finalmente ecco Las Cruces.
Ah! Ora le ore di differenza con l'Italia sono 8 (con l'ora legale) e 7 con l'ora solare, perche' il Mountain Time non cambia. Quante notizie, eh? Cosi' ora se vogliamo sentirci anche con skype dobbiamo tener conto anche di questa differenza.
Domani le ultime 200 miglia, sara' una roba da ragazzi a questo punto. La gola mi fa sempre male, specialmente alla sera. Durante il viaggio, ho scoperto che se mangio non mi fa male. E cosi' io mangio, e mi allargo... Ora per esempio mi sembra di avere il fuoco in gola e mi fa il solletico, per cui tossisco e poi mi duole ancora di piu'. J mi ha suggerito di smetter di parlare e fare segno di si' o di no per rispondere alle sue domande... la moglie perfetta, muta! Be' sara' meglio che vada a prepararmi per andare a fare la nanna. Domani sera a quest'ora saremo in Arizona... wow, non mi sembra vero. Mi mancate tutti voi che leggete queste 4 righe deliranti!!! 'Nighty night. M.

mercoledì 25 luglio 2007

Texas, vedove nere e altro....


Ok, allora sono ufficialmente malata!!! Ho cercato di negare la realta', ma ho una tosse tremenda che mi sconquassa anche quando guido, tuttavia tiro avanti, visto che abbiamo ancora 2 giorni in macchina. E' meglio che partorire comunque... Ieri sera non sono riuscita a scrivere sul blog visto che ero troppo stanca e poi lo spavento della serata... ma iniziamo da ieri mattina, quando abbiamo lasciato Cordova e, attraversato il ponte sul fiume Mississippi (Old Man River...) ci siamo trovati in Arkansas (pronunciare "arkansa' ", no "s" alla fine, 'gnurant!), patria di Bill Clinton. dopo tutta una giornata in macchina, con solita pausa per picnic a pranzo in un parco giochi in Bryant, AK, abbiamo varcato il confine con il Texas e dopo un po' ci siamo fermati a Sulphur Springs, praticamente per chi ha visto il film di Disney "Cars", era un po' come Radiator Springs... L'hotel era carino, l'unico problema e' stato l'incontro con la fauna locale, e intendo insetti ed affini. Tra la finestra, per fortuna chiusa, della nostra suite e la zanzariera stava riposandosi un bel ragnazzo che, dopo una veloce ispezione si e' rivelato una vedova nera... ovviamente le bambine (me inclusa!!) non erano molto contente di questo incontro, cosi' uscendo per cenare, ci siamo fermati a comprare una bombola di ragnicida, che J ha usato tutt'intorno alle due finestre, e sorpresa sorpresa un'altra vedova nera, una baby tarantola ed un ragno chiamato "brown recluse" sono apparsi e fatti vittime da J. FREAKY!!! Secondo me e' tutto in preparazione all'Arizona dove scorpioni e ragni vari, nonche' piu' di 50 speci di serpenti vivono allegramente!! La parte piu' schifosa e' stata che J ha raccolto le vittime e messe in un sacchettino di plastica e messe sul ripiano per me, pensando che avrei apprezzato il gesto... stamattina, trovando il regalino, l'unico pensiero che ho avuto, dopo aver urlato JEEESUS!!! e' stato quello che forse forse il comportamento delle vedove nere non e' del tutto sbagliato!!! L'avrei ucciso anch'io!

Anyway, siamo ripartiti e, dopo aver superato Dallas (dove mia sorella Mari si trova in questo momento) ci siamo trovati a guidare nel bel mezzo del... niente! Praterie su praterie, mucche, cavalli e qualche paesino qui e la'. Ci siamo fermati a Ranger, che conta 3000 abitanti, ma che ha una bella piscina con scivoli dove i bambini si sono subito buttati! E per noi pausa pranzo. A quel punto non ce la facevo piu' a tenere gli occhi aperti e, fermati per far benzina, mi sono comprata circa un litro di caffe' per cercare di stare sveglia! Come un bottiglione di plastica pieno di caffe'.... ha funzionato e bene. Siamo arrivati a Big Spring, dove io ho cercato di fare un pisolo, ma a quel punto ovviamente avevo talmente tanta caffeina circolante nel sangue, che saro' sveglia fino a mezzanotte. Ho un leggero mal di testa, gli occhi che mi pesano e quando tossisco sembra che voglia tossire fuori i polmoni (che bella immagine, no?). Devo tenere duro, almeno finche' J non torna con la cena... si sara' perso ancora, ormai e' il tema di questo viaggio, che potrebbe essere intitolato "Lost": appena usciamo dall'Interstate, ci perdiamo!! Domani, un altro giorno in Texas, poi attraversato il confine con il New Mexico ci fermeremo a Las Cruces. Non riesco a pensare al futuro in AZ. Devo sempre ricordarmi, No day but today... M.

lunedì 23 luglio 2007

Cordova, TN

Un altro giorno al volante, altre 400 miglia. Abbiamo attraversato il Tennessee e ora siamo appena fuori da Memphis. Su e giu per le montagne, i nostri macinini sono ancora vivi e ora tocco ferro.
Oggi e' il compleanno di J (46), me lo sono dimenticata fino a dopo la partenza stamattina... visto che non ci saranno scambi di regali quest'anno (motivo principale, il viaggio in Italia e' stato il piu' bel regalo per me...), e' stato un po' squallido e mi sento proprio una merdaccia per che' non gli ho neanche dato un bacio o niente. Ma sono bloccata. E ho paura che anche un gesto affettuoso causi una catena di eventi. Cosi' niente per lui. Ma alla fine anche a me comincia a pesare l'assenza di quotidiani gesti di affetto, solo che non voglio lui. Ma non sono sicura di cosa voglio. Stasera, nella piscina dell'hotel, ho smesso di nuotare e guardavo i miei bambini e pensavo che un giorno, forse prima ancora di quando pensi, si innamoreranno di qualcuno e i loro cuori verranno spezzati, cosi' come e' successo a me e come io sto facendo con J. Cosa posso fare per proteggerli? Come posso protegger me stessa dai sensi di colpa che inevitabilmente mi perseguiteranno, qualsiasi decisione prendero'? Devo allora concentrarmi ad un giorno per volta, a decisioni piccole, che poi fanno parte di decisioni piu' grosse: il futuro e' fatto di centinaia di oggi. Ultimamente sto ascoltando in continuazione (anche adesso...) la colonna sonora di "Rent" che, a parte le musiche bellissime, ha delle parole che sembrano siano state scritte per me "There's only us, there's only this, forget regrets, or life is your to miss; no other road, no other way, no day but today..." Allora cerchero' di concentrarmi sull'oggi. Domani arriveremo in Texas, dopo esser passati dall'Arkansas e non so' bene cos'altro. On the road again...
'notte. M

domenica 22 luglio 2007

Knoxville, Tennesse (in italiano...)


Dopo piu' di 350 miglia, penso siano circa 700km (solo oggi) come progettato siamo arrivati a Knoxville, TN. La patria della musica country e sfondo del film "Un tranquilloo week end di paura", il film con Jon Voight... Mi sembra incredibile che le nostre macchine ce l'abbiano fatto, oggi e' stato tutto in salita e discesa, su e giu per le montagne....la cosa che mi fa piu' paura sono 'sti mostri di mega-camion che vanno velocissimi, ti superano sia a destra che a sinistra: io penso sempre che se all'autista scappa uno sternuto e sbanda un pelino, ci ammazza!! Durante queste ore di viaggio, in solitudine (visto che i miei compagni di viaggio o guardano un film oppure miagolano), ho tanto tempo per pensare il che, mi rendo conto, a volte non e' la cosa migliore. Ascolto il mio mp3 e i miei pensieri se ne vanno in posti dove non dovrebbero andare... A volte penso a come sarebbe/sara' la mia vita da sola, "single mom", termine che mi sembra cosi' desolante e limitante. Eppure puo' essere il mio futuro prossimo. E cosi', mentre ammiro il paesaggio davvero bello dei monti Appalachi, ascoltando la mia musica preferita, ripenso al mio passato (anche qui, forse cosa non consigliabile) e mi immagino il futuro. E se il passato e' indicazione del futuro, allora be', non ho piu' paura, perche in fondo sono sempre (o quasi) riuscita a raggiungere le mie mete. E come dicono qui nel sud, ya'll (trad. YOU ALL) have a good night! baci, M.

Knoxville, Tennessee (english version)


So, here we are, in the land of "The Deliverance", home of the country music... over 700 miles into our trip, I've got to say all is going pretty well, we have the "pets routine" down pact, the kids are super troopers, and J and I haven't slept alone or together since we left Point!! Hoorray!! We're both holding ourselves back and we haven't fought since we left, even though there have been some tense moments. But I bite my tongue and I believe he does the same.
Today we drove through some beautiful scenery, mountains and sky. So pretty. We are in the Appalachian area, and everybody is so very nice, ya'll!!! (just imagine me saying it with the southern accent, then drop on the floor cracking up!) Tonight we went for dinner at a pizza place, the only thing resembling authentic italian pizza was the word PIZZA in their name!! When I went to talk to the manager asking for a special bowl of pasta for Viv, he said "I'll do it, Ma'am, if you tell me where is your accent from!!". After I told him, I think he felt bad because the pizza kinda stunk, so he didn't charge us for Viv's pasta!!! Now, my life wouldn't be my life if it wasn't for the curse of my life, namely THE LAUNDRY: it is following me even here, so today I did a load: how exciting! Tomorrow we'll be driving through TN and arrive in Memphis. We might spot Elvis strolling around town...
Ya'll have a great night! M.

sabato 21 luglio 2007

Verona, Virginia

Stamane alle 9:54 siamo partiti da Cranbury: ADDIO NEW JERSEY!! Questa mattina e' stato un po' un casino, coordinare la partenza dalla stanza, soprattutto perche' cercavamo di tenere nascosto all'hotel il fatto che di animale ne abbiamo 4, non 2!!! Comunque con la pratica miglioreremo di sicuro! Il viaggio e' andato bene, oggi e' stato un giorno glorioso, il cielo era di un azzurro incredibile, poi quello che mi ha colpito moltissimo erano le nuvole, come dei ciuffi di zucchero filato, sembrava che un bambino le avesse disegnate, morbide e bianche! Primo stato, Pennsylvania. La differenza tra il NJ e la PA e' immensa, un po' come quando dall'Italia si passa alla Svizzera e improvvisamente le strade sono piu' pulite! E' cosi' anche la PA, persino il cielo sembrava piu' chiaro e luminoso. I bambini hanno iniziato a vedersi i loro video (God bless the DVD player!!), io mi sono messa il mio mp3 nelle orecchie e abbiamo continuato fino ad Harrisburg dove abbiamo trovato un negozietto che vende cibo organico e vegetariano, ci siamo trovati un parco e all'ombra di un albero abbiamo pranzato. Sembrerebbe una situazione idillica, eccetto che, siccome coinvolge J e me la tenzione fa' sempre da sfondo. Anzitutto, sto GPS/navigatore da usare con il mio portatile non funziona sempre, non so se dipende dal satellite o cosa, ma piu' di una volta ho seguito la macchina di J, sperduti completamente in zone totalmente sconosciute... e meno male che non sono io quella che lo sta usando, perche' inizialmente dovevo averlo io nella mia macchina: non sarei neanche riuscita ad uscire da Point Pleasant usando il gps, io che mi sono persa dapertutto! secondo me sarebbe utile imparare ad usarlo correttamente prima di iniziare un viaggio come questo, but that's just me!
Ah, mi dimenticavo di dire che J ha comprato dei gessi che si possono usare per scrivere sui vetri etc., e si e' scritto sulla sua macchina "AZ or bust!" e sull'altro finestrino "Animal house", e stamattina sulla mia portiera ho trovato scritto "Hot Momma"! Molto divertente, eccetto che io me lo sono dimenticata e quando un motociclista mi ha sorpassato in autostrada e mi faceva dei segni strani e suonava il clacson, mi sono fermata sul ciglio della strada, perche' pensavo che ci fosse qualcosa che non andasse, tipo il contenitore che ho sopra il pulmino si fosse aperto e fuori stesse uscendo tutta la biancheria sporca etc.!!! No, invece erano tutti segnali per la Hot Momma!!! Comunque sia, dopo la PA, siamo passati brevemente per il Maryland, poi per il West Virginia (dove il limite di velocita' si alza a 70 miglia all'ora (circa 110 km), poi finalmente la Virginia. Il panorama e' stato molto rilassante, soprattutto paragonato al traffico del NJ, specie in estate.. Sara' credo una cosa che non mi manchera', il traffico della nostra area, le code... Arrivati al nostro motel (Knights Inn), dopo avere sistemato lo zoo, ci siamo diretti alla piscina per un po di movimento. Mi fa piacere vedere i miei bambini cosi' a loro agio nell'acqua, persino Viv, che fino a 3 anni fa non voleva avvicinarsi all'acqua, nuoticchia e si diverte, sempre con il suo "safety Seal" che l'aiuta un po' a galleggiare, ma e' migliorata tantissimo.
Andare a cena e' stato un altro casino perche' J aveva trovato una pizzeria "milanese" online e abbiamo cercato di andarci, peccato che si siamo persi un paio di volte e una volta arrivati all'indirizzo, non esisteva nessuna pizzerai, era una casa privata. Nessuno si e' permesso di dire niente, ma io ero furiosa. Poi ci siamo persi ancora cercando di tornare all'hotel, e finalmente abbiamo trovato un'altra pizzeria aperta, abbiamo cenato, chiacchierato con il proprietario che era di Napoli e finalmente siamo rientrati in stanza. Il motel fa un po' schifio, ma prende gli animali, per cui ci va bene. Poi la parte piu' bella e' che siamo in 2 stanze separate, e cosi' quando e' arrivato il momento di stabilire la sistemazione, PER FORTUNA Em ha suggerito "boys & girls", cosi' non devo dormire con J.... wow, che brava moglie, uh?
Adesso andro' a dormire, domattina colazione presto e partenza alla volta del Tennessee...il SUD degli USA.
Buona notte, Moky

Partenza...


sono le 8:15 di sabato mattina. Abbiamo appena finito la colazione. L'hotel e' il Marriott Residence in Cranbury NJ. Abbiamo detto addio alla nostra casa di 9 anni ieri sera. Per me non e' stato doloroso lasciare la casa, per qualche motivo non mi sono mai attaccata (cosi' come non mi sono mai attaccata alla casa di Ventura). Pero' vedere la processione di amici che vengono a dire good-bye e vederli piangere... anche un osso duro come me fa' fatica a trattenersi. Simo arrivati all'hotel alle 22:30 e ora che ci siamo sistemati (con i 3 gatti, il cane e i pargoli), ora che ho fatto la doccia (visto che ero sporca dopo una giornata ad aiutare i traslocatori) era passata la mezzanotte!! Vivian ha dormito in mezzo tra me e J (meno male... ) e a me e' rimasto 1 cm quadrato di spazio per dormire... 'na bellezza. Ma ero cosi' stanca che sono riuscita a dormire comunque!! Stamane sveglia alle 6:15... Simba (il gatto + vecchio) e' venuto a strusciarsi e non l'ho respinto (lucky bastard!!). J era gia' sveglio ed era andato nella palestra a fare un po' di esercizio... per me e' sempre too little, too late, ma comunque... Sono contenta di questo cambiamento, non e' esattamente quello che voglio, ma mi fa' bene ugualmente. Io ho sempre il mio "Piano" e dovro' farcela. Venerdi' prossimo saremo a Sierra Vista.... HEEE-HA!!!
Baci, M.

giovedì 19 luglio 2007

Amici... Friends




























Oggi sara' l'ultimo giorno a Point Pleasant, secondo la volonta' del "capo" dei traslocatori. Cercheranno di finire il loro lavoro prima di stasera, e se ci riescono stanotte saremo gia a Cranbury, NJ. E' una sensazione strana, ho persone che mi chiamano al telefono, vengono a salutarmi, in lacrime... io non so perche' ma non sono triste. Forse ho il cervello cosi' in overdrive, tra la mia situazione personale, il lavoro che devo fare, preparare il pulmino e i gatti, il cane... penso che prima o poi mi colpira' la consapevolezza che non vivremo piu' qui. Point Pleasant, 9 anni, 2 figlie sfornate in 2 anni, centinaia di conoscenti, alcuni amici veri... ed e' loro che ringrazio. Ripenso agli amici in Italia, con i quali mi sono sfogata, e ringrazio anche loro, perche' mi hanno ascoltato e confortato. Ora tocca a me. Da sola. Non sto sbagliando, sono fedele a me stessa. Spero solo che il tormentone mattutino finisca.... no pity sex anymore!!!

Moky

p.s.: oggi Christopher compie 12 anni... poverino, che compleanno brutto!!!!

mercoledì 18 luglio 2007

Scatoloni dapertutto!

Ok, allora ieri sono andata a parlare con Eileen, la terapista di J. Pensavo che sarebbero stati $20 buttati via, ma in realta' mi ha chiarito le idee. Mi ha detto che se J minaccia ancora di togliersi la vita, specialmente di fronte ai bambini, di chiamare la polizia o il crisis team che lo porterebbero via e probabilmente gli verrebbero tolti i parental rights. In pratica ho pagato $20 per farmi ascoltare per 45 minuti. Non so spiegare perche' ma sento che DEVO andare in Arizona, anche lunedi' sera, durante l'uscita con Kathy, Joanie, Betsy al Westside Tavern, ho dovuto ascoltare i consigli di tutti, non andare, rimani in NJ, cosa farai in AZ dove non conosci nessuno... eppure devo andare. Magari c'e' un bel cowboy che mi aspetta... AH AH AH!! (O uno scorpione... a me la scelta!!). E questa mattina, un'altra semi-discussione. J ha capito che per me andare in AZ e' solo una transizione, ha capito il mio piano, di continuare cosi' finche' non si sistema con il nuovo lavoro etc. e poi "see ya". Io pero' gli ho mentito e gli ho detto che non so cosa fare, che ho i mieie problemi da risolvere e che quando saremo a Sierra Vista dovremo andare in terapia, sia singola che di coppia. Piu' che altro mi servira' per fargli capire che quello che mi sta succedendo non e' transitorio, un momento di confusione dovuto ad una crisi di mezza eta' (BRRRR, che paura che mi fanno queste 2 parole...), ma e' la fine. Ho cercato di spiegargli che nessuno puo' ragionevolmente spiegare perche' ci si innamora di una persona piuttosto che di un'altra (esempio la mia vita, dove mi sono spesso innamorata di persone che non hanno ricambiato e che poi magari erano innamorati di qualcuna che io consideravo un cefalo... vabbe' il passato e' passato!),; nello stesso modo non si puo' spiegare logicamente i motivi per cui 1 amore finisce. Anche se so quando io, che ero innamorata pazza, ho cominciato a dis-amorarmi (non credo esista questa parolea, ma well, la uso ugualmente!).
E' da questa mattina che ci sono 2 "packers" a mettere tutto negli scatoloni, Laurie e Tony. Meno male che non devo farlo io, mi perderei in ogni singolo pezzettino di rottame, "lo porto o lo butto?"
Laurie e del Texas, divorziata da 13 anni (chissa' perche' tra donne si trova subito un argomento in comune...), con un accentone del sud tremendo!!! Mi sono ritrovata anch'io a parlare con quell'accento... roba da ridere!!! Marinella mi dice che ho l'accento di New York quando parlo... vedremo quando saro' in Arizona cosa dira' la gente!
I prossimi giorni saranno cosi' pazzamente pianificati:
domani, ancora inscatolamento; Venerdi' tutto sul camion e a dormire in hotel a Cranbury, NJ.
Sabato mattina partenza, e arrivo a Verona, Virginia. Domenica arrivo a Knoxville, Tennessee. Lunedi' arriviamo a Memphis, Tn. Martedi' arrivo a Sulphur Springs, Texas. Mercoledi' arrivo a Big Springs, Texas. Giovedi' arrivo a Las Cruces, New Mexico e Venerdi' 27 arriviamo a Sierra Vista, Arizona!!!!! (e il 31 e' il mio compleanno....). Be' vado perche' Laurie e Tony sono rientrati dalla pausa pranzo Ciao, M.

lunedì 16 luglio 2007

Therapy...

Today after 5 days of no fighting nor arguments, it blew up. As I have forecasted. Nothing super major, but exhausting anyhow. I can't deal with it anymore. I am not really trying to make it work, I have given up a long time ago. I just can't fake it anymore. And so tomorrow at 4 I'll go and talk to Eileen, J's therapist. She's the one who asked him if I was having an affair, when I didn't have the slightest incline... I will be honest with her, and I will ask her if she herself would settle for a life with no passion or LOVE, meaning desire, lust, fun.... because I truly can't. And I am aware that happiness is fleeting and it might as well be absence of pain, so what should I complain about, right? Gosh, I have everything??? But do I? No, no and again no. And what kind of "everything" are they all talking about? The Today Show had some kind of experts on the other morning, it was about the new 3rd year itch. So now it's about being overstimulated, forgetting the reasons why I got married and being so totally selfish. That's bullshit, it's about growing apart, it's about changing and remaining the same. It's about blaming everyone else for our own shortcomings. The newest thig from J is that he found refuge in food for lack of attention and touch and sex.... WHAT!!!???He started to stuff his face when I still wanted to have sex, and I was still touching him, and giving him massages and basically wanted him. And I still did my job as a wife, even when he was HUGE, with a double herniated disk and couldn't really move too much. Infact Joanie reminded me that I used to complain with her about him being so fat and then, CRAP, got pregnant with V. So I was still performing my wifely duties when I didn't really enjoyed it. And I always tried to make him feel good, even when sex wasn't that good, because I cared about how he felt and about his self-esteem. I am actually looking forward to seeing Eileen tomorrw. Bring it on!!! Moky

venerdì 13 luglio 2007

Come si fa a non pensarci?

Busy, busy, busy... tenere la casa ordinata e pulita... che sforzo!!!

Pare ci sia una coppia interessata alla nostra casa. Speriamo. Ma alla fine non me ne frega piu' di tanto. A volte mi sembra di impazzire, a volte il cervello va a mille all'ora, altre volte va al rallentatore. Un piano sta pian pianino prendendo forma nella mia mente, e devo cercare di fare piccoli passi, come mi diceva Debbie ieri "don't cross the bridge until you get there", devo essere paziente e quando il problema si presentera' lo affrontero'. Vediamo di che pasta sono fatta.

Ieri ho portato Lady a fare un giretto al fiume, c'era un tramonto bellissimo. Ho voluto imprimerlo nella memoria, era toccante. Alcune papere galleggiavano lasciandosi trasportare dalla corrente, c'era silenzio e il cielo ad ovest era di un rosso cosi' intenso che pareva in fiamme. Nel mio archivio memoria ho altri momenti fantastici come questo in cui potro' rifugiarmi quando la realta' diventera' ardua. Perche' lo sara', senza dubbio. Memories and music, my refuge.

Sto provando a vivere senza pensare al passato, ma non e' facile. La mia mente continua a pensare ad eventi e momenti che mi hanno resa felice e non riesco a cacciarli dalla mia testa. Perche' non possono tornare? Perche' non posso avere quello che voglio?? Come e' possibile non pensare alle cose che nella mia vita hanno scatenato passioni profonde? Le posso nascondere eforse anche dimenticare per un po', per qualche anno, ma poi ritorneranno. Lo so che con il tempo, la memoria sbiadira' e le emozioni saranno sempre meno forti, ma adesso, oggi, in questo momento il mio pensiero corre sempre dove sono tornata ad essere felice, viva e completa.

Non so bene se l'ho letto da qualche parte o se qualcuno me l'ha detto recentemente, una cosa tipo la felicita' non esiste. Se anche fosse vero (io piuttosto direi che la felicita' e' temporanea), io penso che sia un mio diritto, quale essere umano, di provarci, di fare tutto cio' che in mio potere per cercare di raggiungere la vetta che ho gia' visitato, dove so che posso essere felice. Non voglio accontentarmi piu'.

Oggi quarto giorno di comportamento eccezionale di J. Davvero vuole vincere l'oscar quale "migliore marito dell'anno". Ha proprio paura di perdermi! WOW!
L'Arizona sara' il posto che decidera' il nostro futuro come coppia. Ma io vorrei essere lontano, via da qui.

giovedì 12 luglio 2007

FEELING THE LOVE...

Questa sera sono stata all'ultimo meeting del mio gruppo de La Leche League: quasi quasi mi dimenticavo, mi ha chiamato Stephanie alle 19:45... il meeting iniziava come sempre alle 19!!! E avevo detto a tutti che ci sarei andata, ma tale e' la natura della confusione nella mia testa, e' come se stessi guardando la mia vita svolgersi in televisione, ma lo schermo e' tutto "fuzzy", fuori fuoco...
Comunque sia, quando finalmente sono arrivata, c'erano un sacco di mamme, molte nuove con bebe', c'erano cibo e bibite... un party vero e proprio, e anche con tutto il casino, siamo riusciti ad aiutare un paio di mamme.... e' stato come rivedermi quasi 9 anni fa, al mio primo meeting, ancora incinta di Emily, e timidamente raccontavo la mia storia con Chris, di come il suo problema con il palato avesse sabotato l'allattamento e della mia delusione.... ora, dopo quasi 9 anni, di cui 4 anni come Leader, mi sembra di avere chiuso il cerchio e mi sento davvero pronta a muovermi verso la prossima avventura, il prossimo progetto. Per quanto adori i neonati e il feeling che ti danno quando li tieni in braccio, quella e' stata una parte della mia vita che e' e' passata. Ora i miei piccoli sono grandi e non hanno piu' bisogno di me fisicamente (be', non piu' di tanto). Devo assolutamente concentrarmi sulla prossima sfida, che sta per iniziare. Debbie mi ha dato dei buoni consigli oggi.
Ho sempre detto che gli amici vanno e vengono, ma la famiglia e' per sempre, e ci credo ancora, tuttavia alcuni amici rimarranno nel mio cuore per sempre...
Thank you Debbie, Jen, Steph, Teri, Lara and Lori for all you help and support and for accepting and loving me! Moky

martedì 10 luglio 2007

A mia sorella


Ti ho "riscoperta" in questa vacanza, sono felice che ci siamo trovate, incontrate, e che le diversita' del passato, vere o presunte, sono scomparse. Una volta, secoli fa, ti giudicavo, per le tue scelte e per la vita che vivevi... e invece anche tu stai, come me, sopravvivendo, scendendo a compromessi e cercando una via di uscita che ti permetta di conservare un briciolo di dignita'. Io, che ti facevo da giudice, che ti guardavo dall'alto della mia "maturita' ", io che mi sentivo migliore perche' avevo un certificato che tu sei stata intelligente a non cercare, sono qui a chiederti consigli, a ricevere un aiuto che forse non merito.

Ti ho ritrovato come sorella e ti ho scoperto come amica e ti ringrazio perche' non mi hai giudicato come ho fatto io con te.

Moky

p.s. ...e meno male che abbiamo 8 anni di differenza!!!

Acqua verde...


Ieri siamo andati a casa di Kathy. Kathy ha una bella casa con una bella piscina e dove ultimamente, siccome partiremo e non ci vedra' piu', siamo invitati ad usare quotidianamente. Sfortunatamente e' da 2 giorni che l'acqua ha misteriosamente assunto una bella tinta verde! E non e' per niente invitante! Ieri tuttavia, con la temperatura vicino ai 37/38 gradi e l'umidita' probabilmente al 90%, ho dovuto entrarci dentro. E' stato come nuotare in uno stagno, non si vedeva piu' di 20 cm sottacqua. Eppure, faceva cosi' caldo che mi ha rinfrescato e quando sono uscita, mi sono sentita meglio.

Mi sembra che sia un po' la metafora della mia vita, sto nuoticchiando in una piscina che sembrerebbe molto bella e piacevole dal di fuori, ma una volta dentro mi accorgo che l'acqua non e' come pensavo, fa' un po' schifo, pero' so che quando alla fine usciro', mi sentiro' meglio.

Sono 3 giorni che J si comporta come un santo, verra' credo canonizzato presto. Solo un paio di volte in cui l'ho salutato e non mi ha risposto, ma per lui e' un record positivo!!! Si sta trattenendo cosi' tanto che, quando non ce la fara' piu' (non puo' durare molto), ci sara' un'esplosione che sentiranno anche in Italia!!! I miei mi hanno chiamato gia' un paio di volte e continuano a ripetermi di "volare basso", e io sto cercando di farlo. Sono rasoterra. Meno male che ho ancora voglia di ridere. In realta' non me ne frega piu'. Per esempio, abbiamo speso negli ultimi giorni cosi' tanti soldi, tra questo laptop, il contenitore da mettere sul pulmino e sulla sua macchina per trasportare valige etc, un programma gps da mettere sul portatile ed altre cagate. Probabilmente $1000 in una settimana. Qualche mese fa sarei sclerata, ora non me ne puo' fregare di meno. Intanto mi rinfresco in quest'acqua verde, aspettando di uscirne e sentirmi meglio.
Ora devo correre perche' arriva una persona dalla ditta dei traslochi.. e sono ancora in pigiama!!!!

lunedì 9 luglio 2007

Lo scambio

Ieri J ha comprato un laptop, dietro mia insistenza, visto che gli ho detto che voglio mantenere questo blog durante la traversata verso l'Arizona. Ovviamente voglio usarlo solo io, per cui per me questo acquisto e' un regalo, anzi una forma di pagamento, uno scambio. Io gli do quello che vuole e ricevo in cambio quello che voglio. La linea di demarcazione tra moglie e "mantenuta" si sta assottigliando, la mia dignita' sta diventando un bene di lusso, e si tira avanti cosi' in nome della famiglia, in nome del pezzo di carta, perche' ormai cosa voglio, dopo quasi 14 anni? Oppure perche' i figli sono, come mi e' stato ricordato ieri, un pezzo del cuore. Pero' la chiave sta nella parola "pezzo": cosa diventa del "resto" del cuore, quando si fa' tutto per i figli?? Cosa rimane di me, raggrinzita in questo ruolo di mamma che ho scelto di fare al 100%, per amore e perche' ci credo (niente babysitter, niente nanny o nonne per aiutarmi)? Perche' il ruolo di madre non puo' essere integrato con quello di donna che ancora ha una vita da vivere? Sono soffocata dal peso di una relazione che ormai e' alla fine, ho paura della finalita' della scelta che voglio fare, mi sento sola, come se stessi lottando per galleggiare nell'oceano e l'unica imbarcazione che puo' salvarmi e' lontanissima...
Pero' avevo ragione quando dicevo che, quando abbiamo un progetto in comune, andiamo piu' d'accordo del solito: e' la causa comune che ci unisce, e la complicita' che esisteva all'inizio fa' ancora capolino. Vendere la casa, l'itinerario, la macchina dal meccanico, il veterinario, i dottori vari... c'e' tanto da fare, meno tempo per guardarsi in faccia (o no) in silenzio... oppure urlando.
Ogni giorno e' un buogiorno.

sabato 7 luglio 2007

Come Pretty Woman

Ieri sera, cedendo a continue richieste, ho compiuto il mio "dovere" di moglie, mentre ad occhi chiusi pensavo di essere altrove con qualcun altro... con la mente in un'altra dimensione, ero felice, ma la realta' e che ieri sera, in quel momento mi sono sentita come Pretty Woman (ok, la somiglianza con Julia Roberts finisce li'...), hooker anche io, al lavoro!! Che tristezza e che vergogna. E poi non e' servito a niente perche' non riesco a mentire e cosi' la sceneggiata e' ricominciata. E ancora questa mattina, le lacrime perche' sono cattiva... e io che pensavo di fargli un piacere (e anche di avere un po' di pace per qualche giorno). Sono esausta. Devo ancora finire con le valige, e domani arrivano delle persone a vedere la casa... quando mi sembra di non farcela piu', mi rifugio nei miei ricordi o nei miei progetti e tiro avanti un po'.
Mi chiedo quante mogli come me si ritrovano involontariamente nella parte di Julia Roberts e far finta.... ma perche' deve essere cosi'?? e poi perche' giudichiamo le persone che si prostituiscono quando legalmente, a causa del certificato matrimoniale, moltissime donne si prostituiscono tutti i giorni?? Sono cosi' stanca e sola... Buona notte a me...
p.s.: Spero presto di avere il portatile, cosi' da poter continuare a sfogarmi durante "La mitica attraversata".

venerdì 6 luglio 2007

Preparativi

Oggi ho iniziato alcuni preparativi inerenti la nostra partenza per l'Arizona. Il 21 luglio all'alba partiremo alla volta di Sierra Vista, cittadina di 40mila abitanti sperduta nella contea di Cochise. E' come se il mio cervello funzionasse in una dimensione diversa da quella dove il mio corpo si muove. Sono circondata da "cose da fare", la mia lista "to do" e' lunghissima, infinita. Molte persone mi hanno chiesto il motivo per cui vado in AZ e non rimango qui, magari iniziando le pratiche di divorzio. Ho bisogno di tempo per definire chiaramente la mia posizione e per creare un piano a prova di errore per proteggere i bambini. Il mio scopo ultimo sarebbe quello di poter tornare in Italia definitivamente, ma pare che sia estremamente difficile, forse impossibile. Per questo tutte le mie azioni dovranno essere calcolate. Ho scoperto anche di avere un'arma che potrebbe servirmi, e che utilizzero' solo se necessario, ma che mi garantirebbe la fine di questa tragicommedia.
Dal punto di vista della vita di coppia, stamattina e' stato tutto molto strano, ma ho avuto la conferma del poter che noi donne abbiamo quando decidiamo di utilizzare l'arma del diniego... non so pero' per quanto potro continuare cosi'... tutte le mattine e' la stessa storia... che palle.
Ora torno alle mie faccende domestiche. Spero proprio di potermi comprare un laptop prima della partenza, cosi' da continuare questo blog durante l'attraversamento degli US.

mercoledì 4 luglio 2007

La Festa dell'Indipendenza

Siamo tornati in New Jersey oggi, 4 luglio, Festa dell'Indipendenza: coincidenza o premonizione? Arrivo con tempo minaccioso di temporale, una temperatura fredda, non mi ricordo un 4 luglio cosi' da quando sono negli US. Tutto mi sembra un "segno divino", quasi un segnale di avvertimento. Non credo di stare per diventare pazza... credo di esserlo gia'! La mia Indipendenza, e' solo un sogno per il momento.
Nei prossimi 15 giorni avro' un migliaio di cose da fare, mi terranno occupata e mi aiuteranno a "non pensarci", come mi e' stato suggerito da un amico. Quante volte mi e' successo che un singolo momento mi abbia cambiato la vita? Il singolo minuscolo granello di sabbia che fa muovere l'ago della bilancia... Ascoltare le infelicita' altrui mi sta dando sempre piu' forza, magari serviro' da esempio ad altre prigioniere del certificato matrimoniale, che a questo punto serve solo a legalizzare la quotidiana prostituzione di moltissime donne, noi, quelle infelici, costrette ad accontentarsi e a giustificare la loro triste situazione perche' potrebbe essere peggio... ok, certo, almeno non mi mena... be' no, non si ubriaca al bar... e poi ha un buon lavoro e guadagna bene... e' un bravo padre, non mi fa mancare niente, non va a puttane.... e allora, cos'e' che non va? Se tutto in apparenza sembra quasi perfetto, perche' ho trovato cosi' tante di noi mogli di mezz'eta' (mamma mia, come fa vecchio dire cosi'), cosi' spente, senza piu' vitalita'...
Meglio che vada a dormire, se fossi in Italia sarebbero le 4 e mezzo di mattina... mi sa che sto delirando!!!

lunedì 2 luglio 2007

Resoconto

Questa foto e' il resoconto di questa vacanza. Sorridere e ridere con gli amici, mentre la mia vita e' giunta ad un bivio...
Cosa posso dire di questa vacanza? Le prime 2 settimane sono state fantastiche, divertenti, spensierate (eccetto per le interferenze di J dal NJ!!), le ultime 3... l'opposto! Certo che non era in programma che la verita' sullo stato del nostro matrimonio, della nostra relazione venisse allo scoperto a Venezia, a dire il vero non sapevo neanche quale fosse lo stato di questa relazione. Sapevo che non sarei potuta andare avanti per molto ad inghiottire il comportamento di J. Sapevo che dentro di me esisteva una persona che e' ancora viva, vibrante, che ha voglia di ridere e vivere.

Oggi e' stata una giornata piu' o meno calma, un paio di scambi non troppo carini, un paio di azzannatine, ma il tutto si e' fermato li'. L'ho fermato li'. SCUSA e' una delle parole che uso piu' frequentemente, ormai non ha neanche piu' significato.

Emily, che ha 8 anni e 1/2 mi ha chiesto oggi per favore se io e J possiamo non litigare sull'aereo... Poveri i nostri bambini, in mezzo ad una situazione che non hanno creato ma che dovranno vivere con noi... poi mi dispiace, il solito senso di colpa mi prende. La scelta che faro' sara' la scelta giusta, non ho mai avuto rimpianti. Dovro' avere tanto coraggio e andare avanti senza farmi condizionare dagli ostacoli che sicuramente, senza alcun dubbio trovero' sul mio cammino. Il resoconto di questa vacanza in fondo e' positivo, queste 5 settimane in Italia hanno reso certezza cio' che prima solo sospettavo.

domenica 1 luglio 2007

L'inizio

Cosi' comincio' l'inizio della fine.
A Milano, in vacanza, la verita' e' fuoriuscita, straripata. Ha fatto male e bene nello stesso tempo.
Vorrei riuscire a scrivere tutti i giorni, cosi' da rendere testimonianza agli eventi che si stanno per svolgere. Non sono sicura come sara' la mia vita, so che ho fatto i primi passi verso una direzione nuova, difficile e che richiede molto coraggio. E poi voglio condividere con gli amici sparsi per il mondo il mio viaggio, con foto e commenti. Il viaggio e' la destinazione, ho letto da qualche parte. E' cosi' vero. Tra un mese compiro' 41 anni, wow, che viaggio!!
Tra 3 giorni torno in New Jersey, non ho voglio ma devo. Poi l'Arizona, se non succede piu' niente con Jim. L'Arizona e' l'ultima spiaggia, l'ultimo tentativo che faro', la mia tolleranza e' finita. E' arrivato il momento per Jim di fare la sua parte, di dimostrare con i fatti il suo commitment. Vedremo, sono pronta all'azione.
Bacio.