giovedì 22 maggio 2008

School's out!!




Lyrics Apologize lyrics
Ieri sera la finale di American Idol. Hanno ricevuto quasi 100 milioni di voti tra tutti e due, i David. Non ha vinto David Archuleta, il ragazzino di 17 anni che mi fa tenerezza perche' penso che potrebbe essere Chris tra 4 anni (a parte il fatto che Chris non e' molto intonato... tutta colpa di J, geneticamente parlando...). Ha vinto David Cook che comunque mi e' piace moltissimo. Sicuramente compreremo i loro cd. Questa e' la performance di ieri sera che mi e' piaciuta di piu' (e sono un po' di parte, perche la canzone mi piace tantissimo e la sento 20 volte al giorno alla radio!!).

Per il resto, ieri un ventaccio super tremendo con raffiche a 50 miglia all'ora (100km??) ha creato paura nelle bambine e in Lady che non voleva uscire per sporcare, la coperta solare e' stata sbattucchiata a destra e sinistra (martedi' sera ci siamo dimenticati di ri-posarla sulla piscina) e last but not least, un sedia e' stata spinta ancora nell'idromassaggio! Oggi le previsioni parlano di temporali (un po' presto per i monsoni, ma sarei contenta per la pioggia, le nostre pianticelle e alberi ne hanno bisogno...).Tra l'altro oggi e' l'ultimo giorno di scuola, ed e' solo 1/2 giornata, ma devo dire che sono sempre felice quando iniziano le vacanze. Li ho gia' ammoniti, stamattina : NON svegliatemi alle 6, please!!! Per pranzo andremo a "celebrare" in uno dei ristorantini cinesi dove fanno il buffet a prezzo fisso(e dovrete vedere che piattazzi mega pieni che si fanno gli americani, roba da dar da mangiare a un'intero campo rifugiati in central Africa!): in realta' di cibo che i pargoli possono o vogliono mangiare ce n'e poco, ma ci sono sempre le french fries, le patatine fritte che, non frequentando piu' McD. e affini, mangiano solo in occasioni speciali! A volte le preparo anche a casa, ma non vengono mai come quando sono fritte nell'olio schifoso dove chissa' cos'altro e' stato fritto dentro dei ristoranti!! Ora che ci penso, New China Buffet e' proprio attaccato ai cancelli della base, magari chiamo J e gli chiedo se vuole unirsi al gruppetto famigliare!

Un anno esatto fa mi stavo preparando al ritorno in Italia dopo 7 anni di assenza. Il mio matrimonio era in crisi profonda, io ero in crisi profonda, non per niente la crisi della mezza eta' e' un argomento di cui si parla in trasmissioni, libri... Ed era tutto vero, la sensazione costante di insofferenza, di insoddisfazione, la rabbia contro il marito che, pur avendo creato secondo me la situazione, pretendeva che la sopportassi senza far nulla, lui, per cambiarla. Nella testa continuavo a sentire la vocina "Is this as good as it gets?", non riuscivo ad accettare che quello fosse l'apice della mia vita, anche perche' e' vero che, quando si raggiungono i 40, il sentiero di fronte e' piu' corto di quello che lasciamo alle spalle, e un pochino di paurina si fa sentire... Ero insoddisfatta della mia vita, certo i figli, certo la sicurezza economica (o quasi), certo la salute (e tocco ferro)... ma io volevo e voglio di piu'.

Cos'e' cambiato allora??

C'e' solo una risposta a questa domanda: IO.

A dire il vero, e' cambiato anche il background: un posto che ci piace moltissimo, la gente piu' rilassata e in generale piu' carina di quella sempre un po' incazzosa del New Jersey. La casa che per noi e' quasi un sogno, niente di speciale forse, ma grande, con un giardino bellissimo, rilassante... e of course la piscina! Allora ho deciso che, siccome non ho nessuno potere di cambiare direttamente alcune situazioni, ma dipendono dall'altra persona, ho deciso dunque di ritagliarmi un pezzo di vita che puo' essere condizionata solo limitatamente da altre persone. Ecco perche' mi sono buttata nel PTSO: ho sempre fatto del volontariato, ad esempio da 5 anni sono una consulente per l'allattamento materno con La Leche League (e quante mamme penso e spero di aver aiutato nel loro "viaggio" di madri), ed ho sempre dato una mano sia in chiesa che a scuola quando mi veniva richiesto. Ma qui, in questa cittadina di 40mila abitanti, al confine con il Messico (quasi) mi sembra che la mia presenza sia riconosciuta e apprezzata, cosa che non mi era mai successo prima!! Forse e' stato questo che ha salvato, almeno per il momento, il mio matrimonio: shift of focus. E costante sforzo nel dedicare attenzione a J. Anche quando mi viene voglia di tirargli una pedata nel didietro. E' una tecnica che ho imparato anni fa, quando Emily aveva circa 1 anno e mezzo. Emily e' sempre stata una bambina bravissima, da 0 ad 1 anno. Buona buona, mangiava, dormiva, giocava... mai capricci, sempre sorridente. Compiuto un anno, e' stato come se qualcuno mi avesse, di nascosto, dato la gemella "cattiva", perche' da un giorno all'altro ha iniziato a fare i capricci, buttarsi a terra, non fare il pisolino... insomma un distastro! In piu' mi sono trovata incinta con #3, quindi ero piu affaticata, impaziente... mi ricordo che una volta parlavo con J e dicevo: a volte mi sembra di odiare questa bambina!! Orribile, vero? Ma giuro che c'erano volte che la rabbia e la frustrazione prendevano il sopravvento sul fortissimo istinto materno. Per fortuna, non ricordo dove, ho letto che, nelle occasioni in cui i bambini ci mettono alla prova e si comportano malissimo, invece di urlare o lasciarli da soli, spesso funziona agire secondo il sentimento opposto di quello che si prova. L'ho fatto e ha funzionato, immediatamente: ogni volta che Emily strillava e si buttava per terra, io tiravo un bel respirone e la abbracciavo forte forte. La prima volta che l'ho fatto, c'e' rimasta di stucco. Il pianto s'e' fermato di colpo, e mi ha abbracciato e dato un bacino.

Visto che ha funzionato con i bambini, ora lo uso anche con il marito. E' piu' difficile, e non mi riesce sempre. Ma sta funzionando. E la mia percezione della nostra relazione e' cambiata. E come conseguenza, tutto funziona un pochino meglio. Certo che le sue insicurezze e paure, vengono a galla spesso, ma per fortuna c'e' la mia sicurezza e il mio coraggio a bilanciare il tutto.

Wow, che post lungo. Be', viva le vacanze: school's out for summer!!

6 commenti:

  1. have fun!!! rilassati, take a deep breath and - if you like - shout!!!

    sarà il segnale acustico dell'inizio vacanze nel deserto!

    ciao

    RispondiElimina
  2. Che bella lezione di vita che è questo post!!!!!
    grazie grazie grazie!!!

    RispondiElimina
  3. In bocca al lupo, cara.
    Per tutto.
    (Tra l'altro mi convinco sempre di piu' che il matrimonio e' un lavoro! altro che situazioni romantiche da soap opera..)
    Di nuovo, in bocca al lupo..

    RispondiElimina
  4. Btw,
    ce l'abbiamo anche noi un New China Buffet e devo dire che a me piace molto anche se so che dal punto di vista nutritivo servono schifezze. Ma, mi scambieresti per un'americana, perche' faccio le montagne di cibo (pseudo) cinese sul piatto e poi torno al buffet per prendermi pure la hot and sour soup, rimedio infallibile per la sinusite... e per l'eventuale mio cattivo umore!

    RispondiElimina
  5. o.t. moky t'ho votato come sexiest vegan ever!!
    adesso voglio vedere a che punto arrivi :-DD

    RispondiElimina
  6. credo che mi metterò da parte questi piccoli episodi di vita vissuta come "ottimi rimedi in caso di necessità famigliare" per i tempi a venire.

    un abbraccio mokymoky.

    Zion

    RispondiElimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!