domenica 22 giugno 2008

Piove...


... oggi anche il tempo piange...

16 commenti:

  1. Peccato siano già dovuti tornare via.
    E comunque tuo padre con le crocs è davvero mitico!!!
    Sai già come è andato il viaggio di ritorno?
    ---Alex

    RispondiElimina
  2. Ma sono già ripartiti? come vola il tempo!!!
    la foto è stupenda siete veramente una gran famiglia!!!!

    RispondiElimina
  3. Il ricordo di queste bellissime due settimane ti aiuteranno nei prossimi mesi di distanza...e poi skype e internet vi aiuteranno fino al prossimo incontro
    ciao
    Silvia

    RispondiElimina
  4. Grazie per l'aggiornamento vegan-culinario :-)

    Piove, e pensa a questi eroici Toto' e Peppino che si passan la pensione a zonzo per il mondo ( ad inseguire questi figli scriteriati :-D )

    Saluti (quasi) Provenzali!
    J

    RispondiElimina
  5. A leggere questo breve post mi sono venute le lacrime agli occhi e il nodo in gola.. La distanza e' una gran brutta cosa..

    RispondiElimina
  6. come nat.

    non aggiungo altro.
    non sopporto parlarne.

    RispondiElimina
  7. Anch'io ogni tanto ho queste insopportabili crisi di nostalgia, soprattutto appena dopo aver rivisto la mia famiglia. Quello che mi ha consolata ultimamente, però, è una frase che ho sentito dire a un incontro buddhista: "You are exactly where you are meant to be". Quando mi sento triste mi ripeto questa frase e trovo molto più facilmente la forza di andare avanti.
    PS: e anche qui oggi ci sono dei nuvoloni da paura e un vento freddo freddo... altro che estate!

    RispondiElimina
  8. Buon viaggio ai tuoi verso l'Italia a voi che rimanete!!

    RispondiElimina
  9. lacrimoni agli occhi.
    il magone nello stomaco e
    nodo alla gola.
    non è una ricetta per carnivorni, ma la maledetta nostalgia che ci assale.
    coraggio Moky!
    notizie da Emme2
    ali

    RispondiElimina
  10. La cosa importante è custodire tutti i momenti preziosi che si passano insieme alle persone che amiamo. E' questo ciò che alla fine di tutto rimane. Ed è una delle cose per cui vale davvero la pena continuare a camminare in questo mondo.

    Big Hugs,
    Mauri
    --

    RispondiElimina
  11. Cara Moki, da ieri siamo di nuovo a Milano stravolti dalla stanchezza di un viaggio troppo lungo, con la notte precedente alla partenza passata in Hotel a Tucson senza dormire nemmeno un minuto. Sto leggendo oltre al tuo commento sulla nostra avventura a casa tua, anche i vari commenti delle persone che ti leggono e sono commosso dai tanti bei contributi che tutti danno sull'importanza della famiglia.
    In effetti la famiglia la senti tua
    quando, dividendosi per qualche motivo, si ricollega per qualhe occasione importante e allora, per un Miracolo non previsto ci si ritrova per incanto all'ultima situazione di prima della diaspora ed è un susseguirsi di ricordi, frasi..e si ritrova il vecchio lessico famigliare. Noi, dopo solo un anno in cui non ci si vedeva, abbiamo provato tutte queste meravigliose e commoventi situazioni. Grazie per avermele fatte provare. W la famiglia, ww tutte le famiglie. Papa' e mamma

    RispondiElimina
  12. ecco cara MOky dopo il commento dei tuoi genitori ho gli occhi lucidi.
    come ci stupisce, nella sua semplicità, l'amore!
    grazie
    moky, Totò & Peppino!
    ali

    RispondiElimina
  13. due settimane sono troppo poche per dirsi quanto ci si vuole bene. troppo poche davvero.

    Zion

    RispondiElimina
  14. AT LAST!!
    Rispondo ai commenti!!
    Alex: pensa che non avevo neanche notato le crocs CON LE CALZE di mio papa' alla tedesco in vacanza... pensa che mia mamma le chiama "croccole"....

    Suy: grazie per la "bella famiglia"... certo che spesso la lontananza e' dura!!

    Silvia: hai proprio ragione... io ADORO skype... pensa che 15 anni fa non c'era neanche l'email!! E i contatti si tenevano tutti via carta e penna o via telefono... sai che bollettazze che avevamo??!!!

    JJ: not a prob!! L'hai gia provata la ricetta?? Devo venire a leggerti, sono stata un po' out of contact le scorse settimane!!

    Nat, se solo avessi le possibilita', tornerei a Milano almeno una volta all'anno!!!

    CrazyVal: probabilmente la parte piu' difficile della nostra vita e' il sapere che c'e' sempre un oceano che ci divide dai nostri cari!!

    Aleys: bellissima la citazione, l'avevo sentita tempo fa e sepolta da qualche parte nel cervello, ma l'hai riportata a galla nel momento giusto!!

    Marina: grazie!! E i tuoi "suoceri" sono gia' arrivati, vero?? Devo venire a leggere il tuo blog... sono stata molto negligente!!!

    Ali... :) bella la ricetta per carnivori... comunque la vita va avanti, fortunatamente ho sempre tanto da correre e poco tempo per piangere...
    anyway... hai notizie di emme???!! Noi expatibloggers siamo in attesa...

    Mauri: so so true!! Hugz back to you!

    Zion: e' vero, non basterebbe una vita per dirsi che ci si vuol bene... poi pero' basta un secondo per capirlo!

    Grazie Mamma e Papa' per aver affrontato il viaggio e la permanenza in questa casa incasinata!!!

    RispondiElimina
  15. Mi hai fatto venire voglia di fare un giro nel Texas dei film di Sergio Leone. bellissimo il post.

    RispondiElimina
  16. Emigrante: posti da visitare senza alcun dubbio!!!

    RispondiElimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!