domenica 15 giugno 2008

...ancora una settimana...

Una settimana farcita di eventi di vita quotidiana e di avventure un pochino piu' turistico-avventurose.

Anzitutto, mercoledi' e giovedi', l'organizzazione per cui lavora J celebrava 2 giorni di festa, per nessun motivo specifico eccetto il miglioramento del morale e della socializzazione tra colleghi. Cosi' mercoledi' gli impiegati (ingegneri, system analyst, segretarie, etc) potevano scegliere tra:

- pomeriggio a giocare a bowling (con colleghi/e)

- pomeriggio a giocare a golf "

- pomeriggio a scarpinare attraverso il Huachuca Canyon (sempre con colleghi)

- pomeriggio a lavorare



La scelta di J e' stata la numero 3, e abbiamo portato Toto' su per una mulattiera, che sara' stata usata sicuramente dagli Apache e poi dai primi soldati arrivati nell'area 140 anni fa circa, e ora bellissima passeggiata. Pur con l'anca un po' sifola (nome d'arte romeno Ciolanka Sbilenka...), il papa' e riuscito a venire su e poi giu per un totale di circa 5 chilometri. La parte piu' incredibile per Toto' e stato conoscere il nipote della donna che insegno' a leggere e a scrivere a Pancho Villa! Abbiamo anche imparato che molti mormoni, per scappare la persecuzione, si erano rifugiati prima in Messico, poi cacciati anche da li', erano arrivati da queste parti. E ce ne sono ancora parecchi... infatti il bisnonno di questo collega di J era stato accusato di poligamia ed era dovuto scappare dal Messico nell'Arizona Territories...

Finita la passeggiata, J ci ha portato a vedere il cimitero di Fort Huachuca, dove ancora una volta abbiamo avuto l'occasione di imparare un po' di storia di questi luoghi. Tra le migliaia di tombe, si trovano quelle di moltissimi "unknown", uomini, donne e bambini trovati per lo piu' nel deserto senza alcun mezzo di identificazione, alcuni vittime degli attacchi dei natives, altri morti a causa dell'ostilita' dell'ambiente stesso. Sembrerebbe un posto un po' "spooky", in realta' molto sereno.

Giovedi', festa al parco sempre con l'organizzazione dove lavora J. Potluck (0gnuno porta qualcosa) picnic, dessert super-pesanti, water bombs (gavettoni), risate... meno male che c'era una collega di J che era originariamente di Verona (si e' trasferita nel '67 negli US) e quindi i miei hanno potuto conversare. La parte piu' divertente e' stata quando i vari capi sono stati messi "all'asta" per ricevere la torta in faccia!! Il commento di mio papa' e' stato che in Italia non succederebbe mai una cosa del genere... ma credo che eventi cosi' aiutino a creare un clima un po' piu' rilassato tra managers e employees. Ci siamo tutti divertiti un sacco, Vivian ha vinto persino una torta al cioccolato da infarto (ora si trova nel freezer.... non Vivi, la torta!).


Venerdi' poi Toto' e Peppino sono arrivati non a Berlino, bensi' a Tombstone. Ho il cervello ancora fumante per tutte le traduzioni che ho dovuto fare alla courthouse....con mia mamma che voleva sapere tutto di Cochise e Geronimo, e poi le avventure dei fratelly Earp, Wyatt, Morgan, Virgil... mio papa' ha fatto un po' di foto con la sua nuova macchina digitale (una Sony Powershot che ha pagato ben $98 + memory stick da 4 GB per $40... bellissima, per quel prezzo poi!)Ovviamente ha qualche difficolta' nel capire come funziona, appoggia sempre l'occhio sullo schermo... ma imparera' {spero}; si e' fatto fotografare insieme a tutti i locali vestiti come "una volta", ha fatto foto ai cavalli, alle carrozze... e poi ci saranno stati 38 gradi, belli secchi, ma sempre 38 gradi... e lui con dietro il golfino... robe da ridere!! Ormai non ci facciamo neanche piu' caso. Mia mamma che DA SOLA e' riuscita a trovare un posto che vendeva sigarette (infatti ho detto a Toto' di dare a lei il compito di trovare i vari terminals, gates, etc. promettendole una sigaretta o 2 di premio... penso che troverebbe anche un ago in un pagliaio!).
Un commento a parte merita il loro continuo "bickering", che non e' neanche un litigare ma un pizzicarsi senza sosta, che ha fatto loro guadagnare il nuovo soprannome di Frank e Marie Barone (non so se questo telefilm e' mai arrivato in Italia, "Everybody Loves Raymond", ma per chi l'ha mai seguito, e' divertentissimo, con le avventure di questa famiglia italo-americana, con la madre Marie, ficcanaso e manipolativa, e il marito, Frank, che e' un rompiballe, e si insultano in continuazione con affetto...) insomma, e' cosi' anche qui... alla fine non li ascolto neanche piu'.... Quindi Toto' e Peppino, a.k.a. Frank e Marie sono atterrati a Tombstone e penso si siano divertiti. L'inglese di mio papa' sta migliorando un pochino, mia mamma continua imperterrita a parlare con chiunque in italiano. Se qualcuno azzarda un "buogiorno" o un "arrivederci" (da leggersi con pronuncia alla Ollio), lei parte in quarta: "Oooh, ma lei parla italiano? Complimenti..."

Ieri e oggi di riposo. Relativo, ovvio, perche' si va sempre a nuotare. Tra un'oretta J ed io andremo a vedere Sex and the City, approfittando dei babysitter. Toto' oggi ha deciso di mangiare solo una minestrina, perche' sta mangiando troppo (finalmente lui e mia mamma si sono riusciti a sbafare un mega hot-dog a Tombstone), ieri sera un burrito ("..che mi fa venire il prurito...", la sua licenza poetica) e 2 tamales ("... 'sto mangiare messicano mi fa bruciare l'ano..." e' sempre il gran poeta che parla... vedete cosa deve sopportare mia mamma??? ) e oggi DIETA leggera...
Pero' hanno detto che gli sono passati i vari dolori di schiena... e' sicuramente il clima asciutto, che aiuta persone con artrite etc.

Ora vado a riscaldare il pranzo!!

9 commenti:

  1. daniela- kentucky15 giugno 2008 13:18

    sei troppo forte!! Mi diverto tantissimo a leggerti...

    RispondiElimina
  2. cavoli, via i doloretti alla schiena??? faccio un giro da quelle parti! ;D

    Meravigliosi genitori e meravigliosa famiglia...piscina inclusa, ovviamente :)

    Zion

    RispondiElimina
  3. Esilarante, as usual :)

    Thanks for the update! Have a great week! :)

    Hugs,
    Mauri
    --

    RispondiElimina
  4. Magnifico racconto!
    Ci si potrebbe scrivere un libro con le loro avventure in terra americana!

    Tra l'altro (incredibile coincidenza) io sono andato a vedere Sex and the City giusto sabato sera... ;-)

    Ciao!
    ---Alex

    RispondiElimina
  5. Ma che coraggiosi ad assaggiare il cibo messicano, non credo che i miei lo farebbero! La prossima volta devi fargli assaggiare il sushi allora!

    RispondiElimina
  6. meravigliosi!!! te lo dicevo che tra un po' tuo padre lo fanno vice sindaco :-DD e se continui a portarlo in giro per luoghi storici sono sicuro che back in old Italy si metterà a scrivere una sua storia del West!!

    Bravi tutti e have fun!

    RispondiElimina
  7. ah beh, ma dunque sono sopravvissuti al cilantro? di solito e' uno degli ostacoli piu' grossi per il palato italiano (c'e' chi lo detesta appassionatamente, per me quasi non ha sapore...)

    RispondiElimina
  8. Ho letto il tuo post anche a Cristiano (il mio compagno), i suoi arriveranno dopo domani, e abbiamo riso insieme pensando che belli e coraggiosi che sono i nostri italiani.

    RispondiElimina
  9. Moky scusami se rompo da queste parti... ma... saresti cosi' gentile da render pubblica la carbo-vegetariana mostrata da Aelys sul suo blog?

    Saluti (e rispetto) per gli Eroi: Toto'&Peppino!

    Enjoy,
    J

    RispondiElimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!