giovedì 11 dicembre 2008

La gobba cresce...

Cresce la gobbetta, tant'e' che sono dovuta andarmi a comprare qualche paio di jeans da gravidanza, quelli con la giunta di materiale espandibile sul davanti, perche' mi dava fastidio tutto... ringrazio il cielo per l'esistenza dei "second-hand stores", dei negozi di vestiti usati, perche' invece di $30 (o piu') a botta, ho pagato dai $7 ai $10 a capo!

La non cosi' lenta trasformazione in una pancia con 2 braccia, 2 gambe e una testa appoggiata sopra prosegue, e purtroppo, pur essendo entrata nel secondo trimestre, i vari sintomi non se ne sono andati, quindi continuo a:
  • dormire

  • avere la nausea

  • mangiare per non provare la nausea

  • sognare di dormire dopo aver mangiato per non provare la nausea

Il 29 andremo a Tucson all'ospedale universitario per fare un "level II sonogram" cioe' l'ecografia piu' avanzata, un consulto con il medico-geneticista (si dira' cosi'? Boh...) e l'amniocentesi, sicuramente per mettermi il cuore in pace... poi comunque sara finalmente confermato se si trattera' di un o di una erede (di che?). Magari l'ho gia raccontato un'altra volta... mi ripeto spesso, e dovro' cominciare ad esordire tutti i miei discorsi/post con "Forse l'ho gia' raccontato..." "I apologize if you've heard this before..." ma il cervello e' ormai andato... sbadiglio...


Le mie prime 6 lezioni di italiano sono finite, sono partita con 11 studenti e ho finito con 5 (fedeli). ricomincio a gennaio-febbraio con due classi, una per beginners e una per intermediate... e sono gia programmate altre due per marzo-aprile, dopodiche' vorrei concentrarmi all'arrivo. Non e' cosi' facile insegnare la propria lingua, perche' mi rendo conto che, almeno io, do per scontato centinaia di "regole" o eccezioni che per chi comincia sono dei misteri. Spesso, per far loro capire che capisco le loro difficolta', faccio paragoni con i problemi che gli italiani in genere hanno quando parlano in inglese, quando cercano sempre di tradurre quei pensieroni filosofici complicatissimi letteralmente in inglese, mentre con questa lingua bastano tre parole! La parte piu' divertente e' eradicare i luoghi comuni, o le parole dialetto-americanizzate che hanno imparato da piccoli (magari dai nonni emigranti) oppure da film/show tipo The Soprano's, "Everybody loves Raymond" etc. ("Moky, what does "maronn" mean?"... "Well, it's Mother of Jesus, in some form of unknown dialect..." e cose simili).


Su altri fronti, la temperatura scende tutte le sere e la notte fa un freddo barbino, va persino sottozero ultimamente, attendiamo l'arrivo della neve, che si fermera' sulle strade di Sierra Vista per 10 minuti, mentre le cime delle Huachuca saranno dei pandori all'americana (giganti!); al mattino si attende l'arrivo dello scuolabus con inconsueta impazienza... poi arriva il pomeriggio e per poche ore si sta a mezze maniche! Qualcuno mi aveva chiesto se facciamo il cambio di stagione? No, niente maglioni e jeans felpati, solo magliette a maniche lunghe e 2 felpe e una giacca, mischiate a magliette e canotte varie. Comodo e facile!

Buttarsi in piscina sembra ormai un sogno lontano, ma per il momento mi godo i colori stupendi che il cielo invernale dell'Arizona ci regala ogni mattina ed ogni sera.


L'alba dalla finestra della cucina, stamattina...

Si decorano i "gingerbread cookies", i biscotti allo zenzero...






10 commenti:

  1. io ho sempre sonno, anche senza gravidanza...tu almeno hai una giustificazione ;)

    RispondiElimina
  2. Io non ho mai comprato i pantaloni da gravidanza, essendo estate il periodo di maggiore panciutaggine, ho fatto con pantaloncini e gonne con l'elastico, ma so che costano abbastanza... thank God for the thrift stores, indeed!:))
    In bocca al lupo per tutti gli esami e con l'anno nuovo sapremo anche "chi" ci dobbiamo aspettare:DDDD

    RispondiElimina
  3. Ero io quella curiosona sul cambio di stagione....decisamente molto comodo e pratico non doverlo fare!!!

    un abbraccio e auguri per gli esami.... ma tu ce l'hai una preferenza sul sesso?

    RispondiElimina
  4. i biscottini allo zenzero!!! sembrano l'omino di shrek, come diavolo si chiamava??? Cmq è uguale che bello che bello questo è proprio quello che più ho apprezzato della cultura americana!!! Questi piccoli riti che coinvolgono i bambini nei periodi delle feste ( e ce n'è sempre una! thanksgiving, 4 luglio, natale, halloween...) con le decorazioni, i dolci colorati, i palloncini, i costumi etc. Come radici mi ricordano certamente quelle feste paesane italiane, ma la differenza sostanziale è che se la festa in paese è una processione con un gesù sanguinante e le donne che mormorano il rosario affrante, negli states ho visto un cipiglio molto più festaiolo! Certo, forse si mettono a confronto anche due stili di vita molto diversi (consumisticissimo da un lato e invece dall'altro castigato come vuole apparire la chiesa....tranne che in città del vaticano!) però io apprezzo molto questo coinvolgimento. E poi diciamolo, sei un'ottima madre. Tu dedichi - e si capisce benissimo in queste foto e in questi posts - che dedichi ai tuoi figli la cosa più importante di tutte: tempo.

    Zion

    RispondiElimina
  5. auguroni super mom 2 (the comeback??) mi raccomando: rimpilzati dolcetti ora che la pancia può essere sempre giustificata col nascituro!!

    RispondiElimina
  6. ah moky! ho pensato a te e ho scritto un paio di ricette vegan che mi sono particolarmente riuscite.
    Le trovi qui. Spero le proverai!!!
    Baci
    Zion

    RispondiElimina
  7. E' sempre bello leggerti ... tanta energia, tanta simpatia ... ;-)

    Un abbraccio forte, a presto!! :-)

    P.S. La traduzione del Tuo post da me? :-O

    RispondiElimina
  8. dai tranqui che adesso un po' di "bulgettina" va di moda. Guarda Oprah ;)

    RispondiElimina
  9. Crazy, fondiamo un club...

    Regina, sai com'e' la storia.... anche io con Chris avevo messo su 27lbs e mi arrangiavo con vestiti "loose" e con elastico... ora che sono al quarto, cavolo la panza e' gia piu' grossa di un'anguria di 10 chili!! Comunque, i thrift/second hand sortes sono una meraviglia!! Grazie!

    Suy, si' e' comodissimo!! Soprattutto per me che sono una tiratardi di professione! Preferenza sul sesso? Mmmmh... non saprei cosa scegliere, a dire il vero...

    Zion, si' sono come Gingy di Shrek (tra l'altro qui e' uscito in tv SHreck the Halls, l'ultimo filmettino di Shrek per Natale... finalmente un altra chicca da crepare dal ridere, visto che il terzo era un po' cosi'-cosi')
    Comunque, si comprano gia' fatti, sono solo da decorare. Di solito facevaamo la "gingerbread house", ma quest'anno volevo qualcosa di piu' facile!!
    Mi hai fatto ridere con il paragone USA-Italia, sagre paesane con madonne lacrimanti e american Parades!! Io cerco di apprezzare tutt'e due!!


    Fabio, grazie per la tua "benedizione"... come se ne avessi bisogno.... devo armarmi di coraggio e fare la foto sulla panza, perche' a me fa gia' paura!!!

    Andrea, grazie....
    In ritardo (come al solito...)

    Palbi, ora mi hai depresso con il riferimento ad oprah... :)

    RispondiElimina
  10. Ma che bello fare i biscottini in famiglia. % days to my takeoff.....ewwiwwa.
    Bellissima anche l'alba che ti godi da casa tua. Da noi la neve e' arrivata.
    La battle of the bulge finira' quando il batuffolino nascera'.
    Io spero che sia maschietto per equilibrare, se no' povero J e Chris con tutte quelle donne!!!
    Bacini

    RispondiElimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!