giovedì 29 maggio 2008

Memorial day Weekend

Memorial Day Weekend, per definizione la festa che segna l'inizio ufficioso dell'estate per gli Americani, anche se la maggior parte delle scuole negli altri 49 stati hanno ancora circa 3 settimane di sofferenza, per noi e' davvero vacanza. Di solito la festivita' e' occasione per trovarsi con parenti e/o amici per il solito classico BBQ, ci sono parate in commemorazione di tutti i veterani di tutte le guerre (un paio di anni fa ho fatto parte, con un gruppo di bambini di 5a, della parata di Point Pleasant: una camminata di 2 chilometri sotto il sole cocente delle 11:30...)... ma per noi qui, quest'anno e' stato un weekend all'insegna dell'esplorazione dell'A.T., cioe' Arizona Territories.
In "onore" di questa celebrazione, e prendendo spunto da un post che e' apparso tempo fa su un blog che chiamava il Pledge of Allegiance "pledge of alliance" (!!!!) cioe', invece di Promessa di Fedelta', promessa di alleanza, l'ho fatto recitare da Emily. Come ho scritto in altri post, viene insegnato all'asilo, e viene recitato in quasi tutte le scuole (dipende dal distretto) dopo che suona la campanella, prima dell'inizio delle lezioni: tutti si alzano in piedi, si rivolgono verso la bandiera (che e' presente in tutte le classi, ovunque, persino in chiesa), si mettono la mano sul cuore e dicono:

"I pledge allegiance to the flag of the United States of America, and to the Republic for which it stands, one nation, under God, indivisible, with liberty and justice for all"

cioe':

"Io prometto fedelta' alla bandiera degli Stati Uniti d'America, e alla repubblica da essa rappresentata, una nazione, vincolata da Dio, indivisibile, con liberta' e giustizia per tutti"

video

E qui il resoconto fotografico di questo weekend:

il sentiero che ci portera' a Fairbank, una delle tante citta' fantasma (ghost town) della nostra contea. Verso il 1870 era una delle citta' piu' grosse degli US (da ridere pensare che Tombstone, all'epoca del suo boom era la seconda citta' piu' popolata degli US, tra San Francisco e Saint Louis, con i suoi 15mila abitanti!!), era la stazione ferroviaria che serviva appunto Tombstone e il centro di partenza dell'argento e rame "minato" in quest'area.

Si arriva finalmente a Fairbank, dove l'unico edificio ristrutturato e' la vecchia "schoolhouse", che mi ricorda in modo nostalgico quella de "La casa nella prateria". Oggi e' un mini-museo e parte della stessa e' ancora arredata come una classe, con banchi....


... il che ha prontamente scatenato l'immaginazione dei pargoli che si sono messi a giocare a "scuola"!!

Questo e' quello che rimane di Fairbank: la "schoolhouse", un'abitazione (a sinistra), una stalla e un outhouse, cioe' una sorta di bagno... il negozio dove vendevano di tutto e' al momento in fase di restauro. Il resto delle abitazioni e' stato bruciato dai proprietari prima di abbandonarle a causa dello sfratto fatto da una delle "cattle corporation" dell'epoca (industria delle vacche), che poi ha abbandonato il tutto comunque... triste!

Uscendo dal "villaggio", ci inoltriamo per un altro sentiero, circondati da alberi di "mesquite" tipici del deserto del southwest: e' un arbusto/albero della classe delle magnolie, che produce una sorta di legume che ha sostenuto gli abitanti indigeni, sia umani che non, per migliaia di anni. E' tipico trovare "palline" di coyotes con dentro i "fagiolini" di mesquite non digeriti... la farina di mesquite ha un sapore dolce ed ha un alto contenuto proteico e di fibre, rendendola molto importante nell'ecosistema locale (e anche per noi vegetariani... peccato che sia piuttosto costosa..). Pezzi di legno di mesquite sono venduti in tutti gli US per bruciarli sul bbq a carbonella per impartire a cio' che viene grigliate un odore particolare... non saprei descriverlo. Stiamo cercando di trovare....
.... il cimitero di Fairbank!!! Nessuna ghost town sarebbe degna del nome senza le spoglie del vecchio cimitero, che in questo caso e' in cima ad una collinetta, coperta ora di cespugli di mesquite. Si vedono muccchi di sassi a segnare le varie tombe... creepy!!!! In questa foto si vede benissimo il bosco di mesquite e le montagne in lontananza sono le "nostre" montagne, le Huachuca Mountains... Mi rendo conto che, quando si parla di deserto dell'Arizona, tutti chissa' perche' pensano a pianure aride, bruciate dal sole e tormentate dal vento...


Questa e' una delle tombe meglio preservate di Fairbank, ma si mimetizza bene con il resto dell'area ...

... come si vede in questa foto, in cui Vivi, ormai DISTRUTTA dalla camminata (what a princess!!!), si siede sconsolata per riposarsi... meno male che non se ne e' accorta, altrimenti avrebbe ululato cosi' forte da far risvegliare i morti....

Il giorno seguente ci siamo recati al San Pedro river, uno dei fiumi che nascono nello stato di Sonora, Mexico e si congiunge con il Gila river piu' a nord in Arizona. E' uno degli eco-sistemi piu' rari e delicati degli US ed e' protetto, o almeno si cerca di proteggerlo. La rapidissima crescita della popolazione dell'Arizona sta mettendo a rischio le centinaia di specie di animali la cui vita dipende dall'acqua che provvede il fiume. In questo periodo dell'anno, e' poco piu' di un ruscello, ma durante i monsoni torna ad essere un fiume.

Piccola storiella: ci siamo messi a camminare lungo il fiume, e dopo una ventina di minuti, dopo aver trovato impronte nel fango di animali vari, tra cui javelina, e delle ossa di mammifero, probabilmente un cervo, vediamo arrivare dalla parte opposta alla nostra 2 ragazzotti con 2 pit-bull. Immediatamente dico a Vivi, che adora i cani, di chiedere il permesso prima di andare a toccarli. Anzi, non avvicinarti per niente! Si avvicinano e, dopo il solito "Hey! How are you doing?" di rito, J chiede "Any trouble on your walk?" Intendeva se avevano incontrato animali tipo bobcat (lince), puma o serpenti, e uno dei tipi ci guarda, alza la canotta e ci mostra la sua pistola e dice "No, we didn't meet anyone, but that's why I'm packing heat!" In gergo, "packing heat" significa avere un'arma...

Ooooookay.... "Hahaha... thank you... have a wonderful weekend... beautiful puppies..." il tutto con sorriso a meta' tra l'ebete e il terrorizzato... Inutile dire che abbiamo voltato i tacchi...

... siamo saliti in macchina e siamo andati a Tombstone, senza sapere che Memorial Day Weekend e' anche Wyatt Earp Days...

Abbiamo deciso di visitare il tribunale, la Courthouse. All'interno del tribunale, che ora e' un bel museo, c'e' l'ufficio dello sceriffo, il tribunale vero e proprio e... il patibolo... devo dire che fa molta tristezza...

Qui la Courthouse: si riesce a leggere l'anno in cui e' stata costruita, 1882, cioe' 2 anni dopoche la citta' e' stata fondata da Ed Schieffelin, un prospector il quale, lasciato Camp Huachuca (dove i soldati avevano creato un Fortino per "combattere" i Chiricahua Apache di Cochise) alla ricerca di argento, era stato salutato da un soldato con la frase "The only rock you will find out there will be your own tombstone", cioe' l'unica pietra che troverai laggiu sara' la tua pietra tombale. E cosi', una volta trovata la vena d'argento, la citta' e' stata fondata e il nome "Tombstone" e' rimasto.

Sempre a Tombstone esiste il cespuglio di rose piu' grande del mondo: qui si vede il tronco....
... e qui, da una specie di balcone, si capisce l'immensita'! Purtroppo fiorisce in aprile, quindi non siamo riusciti a vederlo in fiore, ma e' uno spettacolo (piu' di 740m2 di rami, foglie e fiori!)
Ci siamo poi recati a visitare il Bird Cage Theater, cosi' chiamato perche', oltre al solito saloon, c'erano prostitute (chiamate in gergo "doves", colombe) in alcove che sembravano gabbie per uccelli, e ovviamente un teatro dove venivano rappresentate commedie, vaudeville, etc.

Doc Holliday, oltre ad essere un dentista con poca pratica, era un giocatore di "faro" che all'epoca era un gioco d'azzardo piu' famoso di poker. Chris e Emily osservano il tavolo dove, probabilmente, sia Doc Holliday che Wyatt Earp ed altri piu' o meno famosi, avevavano una volta o l'altra tentato la sorte!

Le "gabbie"...
... e poi pranzo al Silver Nugget, uno dei vari saloon! Musica dal vivo, ambiente western autentico...
Il bancone con foto di personaggi famosi che si sono fermati per un drink o un panino...
... il country singer sul palco mentre suona l'armonica ....


... no comment.... (cartello all'entrata di un negozio in Allen Street)
... la "recita" della sfida all'OK Corral in Allen Street (la sparatoria vera e propria e' avvenuta in una stradina laterale)...
... locals hangin' out...
... "Hey Chris: that's your future car right there!!!" ..."OK... can we go home now??"

... ogni riferimento a persone presenti e' puramente casuale...


Phew... se ce l'avete fatta a sorbirvi tutte queste foto, siete pronti per il grande viaggio!!!

martedì 27 maggio 2008

In silenzio... si riesce a sentire!!

video

Finalmente Chris mi ha "inviato" il video che ha fatto del serpente a sonagli on Mother's Day. Non si vede, ma SI SENTE!!! Mettete il volume a tutta manetta e ascoltate...

Lasciate perdere i nostri commenti (io, come sempre, quando sono spaventata invoco la presenza divina...).

sabato 24 maggio 2008

J e Chris sono andati a vedere Indiana Jones, io e le bimbe siamo a casa. Le montagne sono innevate... si', non e' un errore tipografico, sono davvero innevate!! Qui a "valle" ha fatto 1 giorno e 1/2 di piggia con venti che sembrava un uragano, su in vetta, la neve. E siamo in Arizona. Alla fine di maggio!!! Pero' oggi il cielo e' blu blu blu, la temperatura un perfetto 25 gradi circa, solo una leggera brezzolina... aaahhh... che meraviglia. Il programma per questo 3-day-weekend (lunedi' e' Memorial Day, l'inizio "ufficioso" dell'estate, traffico incredibile dove abitavamo prima, a Point pleasant, a causa di tutti i NewYorkers e i Philadelphians che "scendono" a frotte alla spiaggia, qui invece sempre tutto tranquillo... YES!!) e' passare il pomeriggio camminando verso Fairbank, una delle tante "ghost town" dell'area, alla fine del 1800 una cittadina di 15mila abitanti, minatori etc che lavoravano nelle miniere di Tombstone, oggi sono rimasti pochi edifici in piedi a testimonianza di questo passato. La storia di questi posti e' divisa in due, quella dei "natives", cioe' i Chiricahua Apache di Cochise e Geronimo e quella dei "settlers" venuti qui alla ricerca di oro e argento, e le lotte per il controllo di questa terra. Purtroppo sappiamo tutti come finisce. Domani probabilmente staremo a casa a nuotare e prendere il sole, lunedi' credo che andremo a fare un altra gitarella, io vorrei andare a fare il tour del Sabino Canyon, dove ci sono cascatelle, flora e fauna locale a bizzeffe... vedremo...

Tanto per ridere, beccatevi anche voi questa barzellettina inviatami da un'amica...

A married couple went to the hospital to have their baby delivered.
Upon their arrival, the doctor said that the hospital was testing an amazing new high-tech machine that would transfer a portion of the mother's labor pain to the baby's father. He asked if they were willing to try it out. Both said they were very much in favor of it.
The doctor set the pain transfer to 10 percent for starters, explaining that even 10 percent was probably more pain than the father had ever experienced before. But as the labor progressed, the husband felt fine And asked the doctor to go ahead and kick it up a notch. The doctor then adjusted the machine to 20 percent pain transfer. The Husband was still feeling fine.
The doctor then checked the husband's blood pressure and was amazed at how well he was doing. At this point they decided to try for 50 percent. The husband continued to feel quite well. Since the pain transfer was obviously helping the wife considerably, the husband encouraged the doctor to transfer ALL the pain to him.
The wife delivered a healthy baby with virtually no pain, and the husband had experienced none. She and her husband were ecstatic.
When they got home they found the UPS man dead on the porch.

Have a great weekend!!

venerdì 23 maggio 2008

Perche' vegetariana?

Quando dichiaro di essere vegan/vegetariana, di solito ricevo sguardi simili a punti di domanda.
Eppure per chi si ritiene eco-friendly, chi vuole davvero fare qualcosa per l'ambiente, questa e' una delle scelta che richiede zero investimento di $$, e ha un impatto positivo sull'ambiente incredibile. Per non parlare dell'impatto positivo sulla propria salute! Decine e decine di celebrita' americane hanno fatto questa scelta, alcune da anni, altre piu' recentemente. Attori, atleti, cantanti, politici... e milioni di persone normali che scelgono di nutrirsi senza infliggere crudelta'... QUI il link alle piu' importanti ragioni per diventare vegetariani (e notare che purtroppo Al Gore, nel suo documentario An Inconvenient Truth si e' "convenientemente" dimenticato di citare vegetarianismo come modo di aiutare l'ambiente... forse ha avuto anche lui paura dell'industria della carne, dopo quello che e' successo ad Oprah Winfrey anni fa) Ho messo a fianco il link al sito dove potete votare per "the sexiest vegetarian celebrity".
E per chi pensa che i vegetariani siano un gruppo di semi-hare crishna malnutriti... guardatevi questa breve pubblicita' (Alicia Silverstone’s Sexy Veggie PSA)  http://youtu.be/tEGSBBxlmPw

Alicia Silverstone's message:
"Like most people, I wasn’t always a vegetarian, but I’ve always loved animals. If you ever have a chance to meet a cow, pig, turkey, or goat, you will see that they are just as cute and funny as your dogs and cats and that they, too, want to live and feel love. They don’t like pain. Now when I see a steak, it makes me feel sad and sick because right away, I see my dog or the amazing cows I met at a sanctuary. I’ve been vegan for 10 years, and it’s the single-most important and helpful decision I have ever made. Physically, the effect has been amazing. Once I went vegan, I lost the weight I wanted to lose, my nails were stronger, and my skin was glowing. I feel great, and I look better now than I did 11 years ago. Being vegan truly is the secret to my life’s joy and peace. I feel physically and spiritually better than I could have ever imagined knowing that I am doing everything I can to reduce animal suffering with simple lifestyle choices like being vegan, never wearing any products made from animals (like wool and leather), and buying only from companies that NEVER test their products or ingredients on animals."

Io sottoscrivo a tutto quello che dice. Tutto. Sto meglio adesso di 10 anni fa. I miei mal di testa/emicranie, dolori che mi lasciavano incapace di fare niente eccetto stare sdraiata sul divano al buio per interi giorni, sono SVANITI!! Ho avuto un (1) raffreddore da quando ho fatto questa scelta, i valori di J, che da anni erano scombussolati e "borderline", sono per la prima volta stati perfetti, dopo 2 anni di vegetarianismo... E, per usare le parole di un famoso filosofo, poeta etc americano:"You have just dined, and however scrupulously the slaughterhouse is concealed in the graceful distance of miles, there is complicity." ~Ralph Waldo Emerson
E c'e pace e gioia nella certezza di non essere complice in nessuna atrocita'.

giovedì 22 maggio 2008

School's out!!




Lyrics Apologize lyrics
Ieri sera la finale di American Idol. Hanno ricevuto quasi 100 milioni di voti tra tutti e due, i David. Non ha vinto David Archuleta, il ragazzino di 17 anni che mi fa tenerezza perche' penso che potrebbe essere Chris tra 4 anni (a parte il fatto che Chris non e' molto intonato... tutta colpa di J, geneticamente parlando...). Ha vinto David Cook che comunque mi e' piace moltissimo. Sicuramente compreremo i loro cd. Questa e' la performance di ieri sera che mi e' piaciuta di piu' (e sono un po' di parte, perche la canzone mi piace tantissimo e la sento 20 volte al giorno alla radio!!).

Per il resto, ieri un ventaccio super tremendo con raffiche a 50 miglia all'ora (100km??) ha creato paura nelle bambine e in Lady che non voleva uscire per sporcare, la coperta solare e' stata sbattucchiata a destra e sinistra (martedi' sera ci siamo dimenticati di ri-posarla sulla piscina) e last but not least, un sedia e' stata spinta ancora nell'idromassaggio! Oggi le previsioni parlano di temporali (un po' presto per i monsoni, ma sarei contenta per la pioggia, le nostre pianticelle e alberi ne hanno bisogno...).Tra l'altro oggi e' l'ultimo giorno di scuola, ed e' solo 1/2 giornata, ma devo dire che sono sempre felice quando iniziano le vacanze. Li ho gia' ammoniti, stamattina : NON svegliatemi alle 6, please!!! Per pranzo andremo a "celebrare" in uno dei ristorantini cinesi dove fanno il buffet a prezzo fisso(e dovrete vedere che piattazzi mega pieni che si fanno gli americani, roba da dar da mangiare a un'intero campo rifugiati in central Africa!): in realta' di cibo che i pargoli possono o vogliono mangiare ce n'e poco, ma ci sono sempre le french fries, le patatine fritte che, non frequentando piu' McD. e affini, mangiano solo in occasioni speciali! A volte le preparo anche a casa, ma non vengono mai come quando sono fritte nell'olio schifoso dove chissa' cos'altro e' stato fritto dentro dei ristoranti!! Ora che ci penso, New China Buffet e' proprio attaccato ai cancelli della base, magari chiamo J e gli chiedo se vuole unirsi al gruppetto famigliare!

Un anno esatto fa mi stavo preparando al ritorno in Italia dopo 7 anni di assenza. Il mio matrimonio era in crisi profonda, io ero in crisi profonda, non per niente la crisi della mezza eta' e' un argomento di cui si parla in trasmissioni, libri... Ed era tutto vero, la sensazione costante di insofferenza, di insoddisfazione, la rabbia contro il marito che, pur avendo creato secondo me la situazione, pretendeva che la sopportassi senza far nulla, lui, per cambiarla. Nella testa continuavo a sentire la vocina "Is this as good as it gets?", non riuscivo ad accettare che quello fosse l'apice della mia vita, anche perche' e' vero che, quando si raggiungono i 40, il sentiero di fronte e' piu' corto di quello che lasciamo alle spalle, e un pochino di paurina si fa sentire... Ero insoddisfatta della mia vita, certo i figli, certo la sicurezza economica (o quasi), certo la salute (e tocco ferro)... ma io volevo e voglio di piu'.

Cos'e' cambiato allora??

C'e' solo una risposta a questa domanda: IO.

A dire il vero, e' cambiato anche il background: un posto che ci piace moltissimo, la gente piu' rilassata e in generale piu' carina di quella sempre un po' incazzosa del New Jersey. La casa che per noi e' quasi un sogno, niente di speciale forse, ma grande, con un giardino bellissimo, rilassante... e of course la piscina! Allora ho deciso che, siccome non ho nessuno potere di cambiare direttamente alcune situazioni, ma dipendono dall'altra persona, ho deciso dunque di ritagliarmi un pezzo di vita che puo' essere condizionata solo limitatamente da altre persone. Ecco perche' mi sono buttata nel PTSO: ho sempre fatto del volontariato, ad esempio da 5 anni sono una consulente per l'allattamento materno con La Leche League (e quante mamme penso e spero di aver aiutato nel loro "viaggio" di madri), ed ho sempre dato una mano sia in chiesa che a scuola quando mi veniva richiesto. Ma qui, in questa cittadina di 40mila abitanti, al confine con il Messico (quasi) mi sembra che la mia presenza sia riconosciuta e apprezzata, cosa che non mi era mai successo prima!! Forse e' stato questo che ha salvato, almeno per il momento, il mio matrimonio: shift of focus. E costante sforzo nel dedicare attenzione a J. Anche quando mi viene voglia di tirargli una pedata nel didietro. E' una tecnica che ho imparato anni fa, quando Emily aveva circa 1 anno e mezzo. Emily e' sempre stata una bambina bravissima, da 0 ad 1 anno. Buona buona, mangiava, dormiva, giocava... mai capricci, sempre sorridente. Compiuto un anno, e' stato come se qualcuno mi avesse, di nascosto, dato la gemella "cattiva", perche' da un giorno all'altro ha iniziato a fare i capricci, buttarsi a terra, non fare il pisolino... insomma un distastro! In piu' mi sono trovata incinta con #3, quindi ero piu affaticata, impaziente... mi ricordo che una volta parlavo con J e dicevo: a volte mi sembra di odiare questa bambina!! Orribile, vero? Ma giuro che c'erano volte che la rabbia e la frustrazione prendevano il sopravvento sul fortissimo istinto materno. Per fortuna, non ricordo dove, ho letto che, nelle occasioni in cui i bambini ci mettono alla prova e si comportano malissimo, invece di urlare o lasciarli da soli, spesso funziona agire secondo il sentimento opposto di quello che si prova. L'ho fatto e ha funzionato, immediatamente: ogni volta che Emily strillava e si buttava per terra, io tiravo un bel respirone e la abbracciavo forte forte. La prima volta che l'ho fatto, c'e' rimasta di stucco. Il pianto s'e' fermato di colpo, e mi ha abbracciato e dato un bacino.

Visto che ha funzionato con i bambini, ora lo uso anche con il marito. E' piu' difficile, e non mi riesce sempre. Ma sta funzionando. E la mia percezione della nostra relazione e' cambiata. E come conseguenza, tutto funziona un pochino meglio. Certo che le sue insicurezze e paure, vengono a galla spesso, ma per fortuna c'e' la mia sicurezza e il mio coraggio a bilanciare il tutto.

Wow, che post lungo. Be', viva le vacanze: school's out for summer!!

lunedì 19 maggio 2008

Fratelli e sorelle d'Italia

Foto fatta nell'unica "pizzeria" in un paesello texano durante "la traversata"...

Guardando i miei pargoli mentre si preparavano stamattina per l'ultimo giorno "intero" di scuola (tomorrow half-day), mi e' venuta un'ispirazione:


CHRIS, EMILY, VIVIAN:



1 mamma di Milano, 1 papa' di Wantagh, New York


2 nonni di Milano, 2 nonni di New York

2 bisnonni napoletani, 2 bisnonne siciliane, 2 bisnonni friulani, 1 bisnonna pugliese,

1 bisnonna veneta.


Passaporto americano, cuore italiano al 100%




PROVENIENZA DEGLI AMICI BLOGGERS:

Salerno, Roma, Milano, Sardegna, Napoli, Terni, Friuli,Bologna, Toscana, etc


Strano, ma sia l'amore che la parola scritta non hanno accenti e, se non fosse per particolarita' tipo l'articolo prima del nome di battesimo oppure l'uso di aggettivi tipici di un'area, dalla parola scritta e' quasi impossibile capire la provenienza di chi scrive. Sul web, specialmente per chi e' lontano dall'Italia da anni, le differenze campanilistiche italiane si sono sciolte e cio' che rimane e' il legame fortissimo con il nostro paese che amiamo tanto anche quando lo odiamo!

Suggerirei una lunga permanenza all'estero per chi si sente leghista.

Sul caldo, il pendolo ed altre....

Allora, e' arrivato il caldo anche qui ma, a differenza di altri posti, e' secco secco secco, il che vuol dire che si riesce a respirare senza la sensazione di avere una coperta di lana bagnata sopra il naso e la bocca (per chi vive a Milano oppure "back east" in luglio e agosto, sapete cosa intendo!!). La cosa che fa piu' effetto e' che "senti" il sole sulla pelle, come quando sei al mare e senti la pelle cuocere come se fossi in un fornetto, ma in realta' siamo a 1500 metri e l'aria e' piu' sottile e piu' pulita...
Oggi dicono che a Tucson si toccheranno i 101F, cioe' circa 38C, qui siamo sempre a circa 5/10 gradi in meno, quindi fara' caldo ma sopportabile. E c'e un bel venticello, quindi il sunscreen e' indispensabile perche' non ci si rende conto di quello che sta succedendo alla pelle!!!
THANKGODFORTHEPOOL!!!! Non vi descrivo neanche il weekend, perche' alla fine non e' stato niente di speciale, ma basti sapere che, per la prima volta in quasi 42 anni ho una bella bella abbronzatura NATURALE!!

Sono persino riuscita a finire di leggere "Il pendolo di Foucault" di Umberto Eco. E' la seconda volta che provo a leggerlo, questa volta sono riuscita a portarlo a termine; devo dire che mi e' piaciuto molto piu' della prima volta, ovviamente sono cambiata, maturata (forse) ma la sensazione di camminare in salita per tutte le 500 pagine o giu' di li' c'e' stata ancora.
Per chi non avesse letto questo libro, cerchero di spiegare il perche' la lettura e' cosi' difficile: leggere il Pendolo e' come cercare di avere un orgasmo con uno che non ci sa fare (NON CHE MI SIA MAI CAPITATO....), si va avanti per ore ed ore ed ore... continui... ci sei quasi... no, non ancora... aspetta che continuo... tanto lavoro ma non si arriva mai al climax... niente. Uno spreco di tempo, tante belle sensazioni senza THE BIG O!!
Comunque sia, ci sono un sacco di informazioni sui templari e compagnia bella, molti i riferimenti a temi poi sviluppati in modo mooolto piu' interessante dal punto di vista narrativo da Dan Brown. Non c'e' da meravigliarsi che Hollywood, dopo aver sceneggiato e reso Il nome della rosa un bel giallo monastico e di successo, non si e' neanche avvicinata al Pendolo... in Angels e Demons di D. Brown oppure anche in Da Vinci Code, nelle prime 10 pagine BAM! sei li', nel mezzo dell'azione il cervello comincia a fare congetture... e per tutta la durata del libro ci si sente coinvolti....climax, appunto. Nel Pendolo, ogni pagina che leggi, speri che sia "quella buona"...

Ora ho iniziato a leggere Life of Pi, di Yann Martel, un autore canadese che non conoscevo: ho trovato il libro nel Salvation Army Store per $.50 e non potevo NON comprarlo. Dopo le prime 2 pagine (di solito e' la media di quanto riesco a leggere prima di crollare addormentata) sono gia' presa...

Per il resto, per fortuna la scuola finisce giovedi'!!! Emily ha passato il test per il programma "Discovery" per gifted and talented (per la parte verbale del programma) per cui iniziera' ad agosto (la scuola ricomincia il 5), Vivian ha ricevuto l'Honor Student Award dalla preside (in prima?? vabbe' siamo tutti superfelici per lei) e Chris credo venga promosso!! Risultato del primo anno di scuola in AZ: non male, tutto considerato! Anzi, devo dire che ci siamo trovati meglio qui il pochi mesi che non in 9 anni in New Jersey. Sara' il clima diverso, sara' la gente diversa...

E prima di finire, volevo fare una lista di cose importanti per Toto' e Peppino da fare o da comprare prima che comincino la loro avventura nel Far West:
  1. Guardatevi il film "Sfida all'OK Corral", "Tombstone" e "Wyatt Earp", cosi' vi fate una bella cultura sul posto dove vi troverete...
  2. Compratevi delle buone scarpe da tennis (se conosco bene mia mamma, lei avra' ancora le scarpe comprate 11 anni fa per venire in California!)
  3. Portatevi un bel cappello per coprirvi la testa (o la boccia, per Toto'/papa'...)
  4. Portatevi un costume da bagno, ma non mutandine da bagno, papi, che qui e' una cosa che fa ridere gli Americani e non vorrei mai aggiungere altri motivi di scompisciamento oltre alla tua spiccata pronuncia ammerigana. Calzoncini che arrivano almeno a mezza coscia oppure al ginocchio... se non li trovi in Italia, li compri qui. Peppino/mamma, siccome non vuoi neanche toccare l'acqua, ti mettiamo a sedere all'ombra con Lady!!
  5. Non preoccupatevi delle creme di protezione solare, ne abbiamo a bottigliate, visto l'uso giornaliero che ne facciamo.
  6. Per precauzione, portatevi una giacchina leggera, un po' perche' a volte alla sera fa ancora freschino, ma anche e soprattutto per andare a fare la spesa nei supermercati e negozi vari... dove l'aria condizionata e' sempre a manetta (e non voglio sentire lamenti!!)
  7. e dulcis in fundo: ricordatevi la frase chiave per sopravvivere a 15 ore su un aereo americano: NO ICE, THANK YOU!!

Tutto qui... buona settimana a tutti! M.

giovedì 15 maggio 2008

Poesia


WHERE IS POETRY?


Poetry lies in the lovely

twinkle of my best friend

eyes.


By Emily S. 3rd Grade

martedì 13 maggio 2008

Nonostante... un'altra delle mie polemiche

Quasi sempre, quando lascio su altri blog che leggo dei commenti di confronto tra l'Italia e l'America, dove l'Italia fa un po' una figuraccia, ricevo qualche frecciatina di risposta la cui sostanza e' "Meno male che voi in America avete Bush". Il tono sarcastico non e' neanche velato. OK, in America abbiamo Bush al governo. Ma dopo 8 anni di danni, se ne andra' dalla White House il 20 Gennaio 2009, volente o nolente. Non potra' aggrapparsi alle colonne del palazzo, piangere, strepitare, o appellarsi ad amici e conoscenti. Pagare bustarelle, far assumere figli di amici, non potra'' cambiare la Costituzione per estendere a tempo indeterminato la sua presidenza.... niente gli servira' per cambiare il suo destino: da "lame duck", cioe' presidente sul viale del tramonto, diventera' "the idiot formerly known as president".
Stessa cosa succede in Italia... no? Il paese che amo e dove non e' una barzelletta avere come membri del parlamento ex-mafiosi, personaggi condannati, corrotti senza vergogna, soubrette, porno-star etc etc.
Ma in America c'e Bush. Per 8 anni in America c'e' stato Bush. La benzina e' salita a $3.53 a gallone (circa 4 litri), un orrore, cioe' meno di $1 al litro. La matematica non e' il mio forte, ma cosa fa in euro? 75 centesimi? Ho fatto il pieno al mio Windstar oggi ed ho speso piu di $60; 15 anni fa quando sono atterrata a Los Angeles (posto comunque caro) era $.99 a gallone. Quanto costa in Italia? Sono curiosa.

Ho fatto il 740 (dichiarazione dei redditi) il 30 marzo. 4 giorni dopo ho ricevuto il rimborso da parte dello stato dell'Arizona, il 7 aprile il rimborso federale e il 9 aprile quello dal New Jersey. Avevamo pagato quasi $3000 di tasse in piu' nel 2007 tra tutti e 3! Ci sono stati depositati direttamente nel conto corrente.

Il 13 Febbraio 2008 Bush ha firmato l'Economic Stimulus Act, cioe' una specie di cerottino economico per cercare di aiutare milioni di Americani che sono stati colpiti violentemente dalla recessione etc etc. Certo per milioni di famiglie servira' solo per pagare alcune bollette, comunque, meglio riceverli che pagarli. Ieri ho controllato il nostro conto corrente e $2100 sono stati depositati, il nostro economic stimulus e' arrivato. Non e' neanche un record, qui.

Ma noi abbiamo Bush. Ma noi, NONOSTANTE Bush, possiamo ancora contare sul rimborso delle tasse, sull'arrivo via posta fisica o elettronica, dei soldi promessi. Possiamo ancora guardare i politici americani senza che il pensiero si volga automaticamente alle chiappe o alle tette del politico in questione. Non sono assolutamente antifemminista, io vorrei vedere donne al comando ovunque (just not Hillary...), ma donne per le quali la misura del cervello sia piu' importante di quella del reggiseno, donne che sappiano districarsi e muoversi nei vari labirinti politici e non sui palcoscenici delle tv di berlusconi... io vorrei che donne del calibro di Madeleine Albright, Nancy Pelosy, Dianne Feinstein, Maxine Waters (cercatele su Google, se non sapete chi sono) riempissero i parlamenti di tutto il mondo. Per il momento abbiamo Bush. E la nostra vita va avanti normale. Vacanza in Italia, trasloco, casa nuova, piscina....normale. Nonostante Bush.

Noi abbiamo Bush, pero' se hai una laurea hai garantito un lavoro dove sarai pagato bene o benissimo. Leccamenti e conoscenze vari non necessari.

Noi abbiamo Bush, pero' se spedisco un pacco da New York a Los Angeles, ci arriva in 3 giorni (6000km). Possibilita' che venga "smarrito"? Pochissime.

Noi abbiamo Bush, ma tra 8 mesi non piu'. Sono egoista, lo so', ma la vita e' ancora bella per me.

lunedì 12 maggio 2008

Allora arrivano!!

E' ufficiale: Toto' e Peppino arrivano in Arizona il 4 giugno!!

Toto', cioe' quello che "parla la lingua" e' mio papa', che da anni sta studiando inglese con risultati mirabilanti. Peppino sarebbe mia mamma che tace e consente a Toto' di fare da guida, coi risultati che sappiamo!
Durata del volo: circa 15 ore (11 ore e 1/2 Milano-Atlanta; Atlanta -Tucson 4 ore circa) , piu' circa 4 ore di layover ad Atlanta, Georgia. Partenza da Malpensa, 10:30, ma devono essere in aeroporto almeno 3 ore prima, quindi con il traffico della tangenziale etc. dovranno lasciare casa all'alba. Arrivati a Tucson, c'e' ancora 1 ora e 1/2 di highway per arrivare qui a casa nostra. Morale della favola: se tutto va bene, Toto' e Peppino arriveranno stravolti e necessiteranno resuscitazione cardiopolmonare!!!

Tanto per farvi capire come la somiglianza tra i miei e i famosi partenopei sia reale, mio papa' pensava che il volo Atlanta-Tucson fosse solo un'ora "Sul biglietto c'e' scritto: partenza da Atlanta alle 18:50 arrivo a Tucson alle 19:52"... si, papi, ma tra Atlanta e Tucson ci sono 3 ore di differenza di fuso orario... "AH??!!"... papi, la Georgia e' sulla costa atlantica, noi siamo nel sud-ovest... "E..??" ok, lasciamo stare la geografia: quanto fa 3 +1? 4. Durata del volo 4 ore!!!

Immagino gia' la scena all'aeroporto di Atlanta, chissa' che casino... dovrebbero fare un reality show solo seguendoli in questo viaggio... almeno mia mamma, che non parla inglese, e' riuscita ad andare DA SOLA da Los Angeles a Kona 10 anni fa. Di lei mi fido, ha l'istinto di un segugio, anche se non riesce a comunicare, se la cava ovunque. E' di mio papa' che mi preoccupo... lui vuole fare il figo che parla inglese, e non lo capisce nessuno!!

Ora dobbiamo decidere se farli dormire sul divano a letto che ha 11 anni o comprarne uno nuovo!
Magari andremo al Grand Canyon con loro... vedremo.

domenica 11 maggio 2008

HAPPY MOTHER'S DAY ... con sorpresa!!

Come da copione preparato ieri, stamattina alle 6:30, impietosamente sono stata svegliata da Emily con un vassoio con cappuccino e 3 muffins (quelli con le goccie di cioccolato la cui ricetta J ha perfezionato). Il sole che filtrava attraverso le veneziane mi ha subito messo di buon umore, e ancora di piu' i biglietti d'auguri delle bambine, e come regalo "chores coupons" cioe' mestieri che faranno per me quando voglio usare i coupon! Il primo che ho "estratto a sorte" da parte di Vivian e' stato "I won't cry for the whole week", cioe' non piangera' per tutta la settimana...cosa molto difficile per lei... infatti, nel giro di 10 minuti era gia' in lacrime perche', avendo pizzicato Vivian, era stata rimproverata... Vabbe'! Come ho gia' scritto in altri post, saranno 'azzi di chi se la sposa!! Il coupon di Emily dice solo "laundry", cioe' bucato, insomma viste le condizioni disperate dei 6 cestoni di biancheria pulita che deve essere piegata e messa via e dei 4 cestoni di panni sporche che necessitano lavaggio, anche i bambini si sono resi conto che non si puo' piu' andare avanti cosi' e qualcosa di drastico deve essere fatto!!! Chris, siccome e' troppo grande e "cool" per biglietti, mi ha fatto una presentazione con power point, dove elenca le ragioni secondo cui sono la migliore mamma del mondo; in piu' punti e' comparsa la scritta "You almost always get me what I want"... non so se e' una caratteristica di tutti i bambini o solo quelli americani oppure solo i miei, ma le richieste, i "gimmes", di oggetti, giochi, video giochi etc, sono costanti! Io imparato a dire NO in 25 lingue diverse... e' sempre no!!!
Dopo una colazione cosi' abbondante, ho dichiarato di voler andare a fare una passeggiata nella Ramsey Canyon Preserve (di cui ho parlato qui) nella speranza di bruciare un po' di calorie e di incontrare colibri' e farfalle che tornano a farsi vedere in aprile. E la mia aspettativa non e' stata delusa. Appena entrati, decine di colibri' che andavano e venivano dai fiori e dai vari feeders; poi diversi tipi di lucertole e geckos, poco piu' avanti una famigliola di 3 mule deers, che ormai sono abituati a vedere umani che non gli sparano o danno da mangiare. Poi abbiamo intravisto un paio di Ramsey Canyon Leopard Frogs (come descritto in un articolo specializzato e' "one of the rarest frogs on the world"!) epoi la sorpresa piu' grossa: mentre camminavo lungo il sentiero, ho visto sul bordo sinistro una "cosa" che appena mi ha sentito ha iniziato a strisciarsene via a tutta birra, facendo un rumore come da sonaglio... ho strillato, devo ammetterlo, e' stato il mio primo incontro con un serpente a sonagli non in cattivita'! Chris ha tirato fuori la sua Flip Camera e si e' messo a "registrare" almeno il suono, se non anche l'immagine, visto che il nostro amichetto poi e' scomparso nel fitto della boscaglia. Quando mettera' il video sul computer, lo postero', per il momento vi basti sapere che il suono e' molto forte, e secondo il ranger cui abbiamo descritto l'incontro, era un crotalo giovane, circa 3 anni. Probabilmente un Banded Rock Rattlesnake, cioe' crotalus lepidus. Ovvio che dopo una sorpresa cosi', l'incontro con un wild turkey (tacchino selvatico) il cui "canto" di primo acchito ci era sembrato un coyote, non ci ha stupito piu' di tanto!
Stanchi dopo la camminata e accaldati, che fare? Piscinaaaa! J si e' offerto di preparare pranzo e cena, cosi' mi sono goduta un pomeriggio di relax totale, in acqua e fuori. Giocare a "pallanuoto", fare una gara di "tuffi", galleggiare a pancia all'aria, appisolarmi sulla sdraio... un sogno.
Poi i chocolate chip cookies (vegan, sfortunatamente, cosi' ho potuto mangiarli... 3, no 4!!) e per cena tamales con refried beans e mexican rice, tutto fatto "a mano" dal maggiordomo di turno, J. Non ho controllato il lavandino della cucina, ho il sospetto pero' che avro' un po' di pentole e piatti da lavare, ma non ho fatto niente tutto il giorno, quindi... let it be!!
Best Mother's Day so far! Spero che tutte le mamme, con figli grandi o piccoli, oppure in arrivo, abbiano trascorso una giornata bellissima, diversa dalle altre... HAPPY MOTHER'S DAY!

venerdì 9 maggio 2008

POOPED!

Il fine settimana, finalmente!! Una settimana intensa, Teachers' Appreciation Week, dove in tutte le scuole d'America (dalle elementari alle superiori) le varie PTO's (o meglio, quei genitori coinvolti) si fanno il mazzo per dimostrare l'apprezzamento per l'arduo lavoro degli insegnanti.
E cosi' mi sono trovata, appena finito il fundraiser, ad organizzare questa settimana. Ed e' andato tutto stranamente benissimo:
Lunedi': Tammy ed io (con Em e Viv a seguito, quali aiutanti...) abbiamo preparato una abbondante continental breakfast a base di bagel fresche (no, non sono niente come quelle che puoi comprare nei veri kosher deli di NYC, ma considerato dove ci troviamo, le bagels di Buzz Breads vanno benissimo!), vari cream cheese (tipo philadelphia), donuts (le ciambelle di Homer Simpson), yogurt, succo d'arancia, fruit salad (macedonia) e caffe' fresco preparato da me che faccio schifo a preparare il caffe' all'americana... un successone!
Martedi' e Mercoledi': massaggio con Patricia, una massage therapist che ho conosciuto attraverso la cooperativa. I professori e il personale ha potuto godersi 20 minuti di massaggio terapeutico delle spalle, collo, testa e mani. Un altro successo!
Giovedi': regalino-sorpresa nella loro mailbox, una candela profumata e una gift card per Starbucks (ovvio!).
Venerdi' (oggi): pranzo con cibo preparato dai genitori, tema FIESTA!! Cosi' ho ingaggiato uno degli operai del distretto scolastico che suona la chitarra in una Mariachi Band di SV e un fisarmonicista (Humberto e Francisco) che hanno intrattenuto i professori e il personale nella biblioteca della scuola mentre pranzavano. Che dire? Alcuni insegnanti sono venuti alla fine ad abbracciarmi per ringraziarmi!!! Che soddisfazione!!! Sono stata in ballo dalle 9 (il primo turno del pranzo era alle 10:15) fino alle 14:00 (l'ultimo turno e' finito alle 12:45) e sono stravolta, o come si dice qui, POOPED, ma soddisfatta! Tornata e casa circa alle 14:30 (tra l'altro ho stirato un serpente, credo fosse un king snake, durante il ritorno... forse pero' era gia' morto e schiacciato da qualche altro veicolo), sono andata a prendere le bambine allo scuolabus e poi mi sono fatta un bel pisolone, seguito da una seduta rilassante nell'idromassaggio... cena take-out da Delio's, l'unico ristorante italiano in citta', dopodiche' mi sono guardata il film "Puccini for beginners" (che mi e' piaciuto) e, invece di andare a letto, sono qui a clicchettare sul laptop.

Uno direbbe, ma non fai nient'altro? No, a dire il vero questa settimana e' stata piuttosto produttiva: lunedi' visita ginecologica ormai overdue. Doctor Van Oosten, gia' il nome fa soggezione, ha avuto il "piacere" di ravanarmi dentro ... tra l'altro le visite gyno qui negli US e' come se fossero dei brutti film porno: il dottore, con l'infermiera di fianco (per proteggersi contro cause civili di natura sessuale), ti dice sempre quello che sta per fare/facendo "I'm going to do this to you now..." oppure "You are going to feel that now..." e io che per tutta la durata del ravanamento cerco di distrarmi evocando l'immagine di George Clooney in ER oppure Patrick Dempsey, il Dr. McDreamy o Stranamore in Italia di Grey's Anatomy, che e' uno show sempre bellissimo, oppure canticchiando nella testa il ritornello di Zip-a-dee-doo-dah (Disney), o leggendo interessata i vari poster sul muro che parlano di menopausa oppure dell'ultimo ritrovato per il controllo delle nascite...
Alla fine della fiera, secondo il dottore non sono in peri-menopausa, e devo fare una seri di esami, tra cui l'ecografia interna... e intendo INTERNA... e la mammografia... invecchiare e' uno degli effetti collaterali del diventare saggi!

Cos'altro? Ah! Mercoledi' sono stata il guest speaker di 3 classi di prima media della scuola di Chris. Ho parlato un po' dell'Italia poi ci sono state decine e decine di domande, alcune intelligenti, altre meno. Alcune proprio carine. Una ragazzina mi ha chiesto "Are there any cute boys in Italy?"... "Just like here...", le ho risposto, anche se poi mi sono lanciata in una veloce dissertazione sui "boys" italiani e come siano molto.... charming, warm... e la prof. ha suggerito "passionate"... e io che cercavo di mantenere un tono PG, cioe' per bambini!! Nella classe successiva, un ragazzino mi ha chiesto se ci sono "cute girls" in Italia... Mi hanno chiesto se l'Italia e' un paese del terzo mondo ("Politically, yes" avrei voluto rispondere), se ho visto il Papa ("Yes, 3 times, the one before the present). Un bambino mi ha chiesto se sono mai stata scippata dagli zingari.... 2 secondi di pausa... "Did you by any chance live in Italy?" gli ho chiesto ..."Yes, 3 years near Vicenza"... Cosi' ho dovuto spiegare alla classe cosa sono i gipsy... Ho parlato di Burghy (che li ha fatti pisciare dal ridere) e delle Big Babol ("That's not how you spell bubble!!"), del cibo che mangiamo (o meglio, mangiavo), le macchine ("Do you drive a Lamborghini?"... "Yeah, right!") Insomma, alla fine delle 3 ore ero pooped, again!

Questo weekend giuro che mi riposo!!
COSI'..... (foto fatta da Chris alle 6 del mattino....)


... Venerdi' scorso abbiamo fatto una scappata a Tucson (J aveva il giorno di riposo e i pargoli 1/2 giornata di scuola). Qui siamo nella nostra pizzeria preferita, Magpies, sulla 4th Avenue, attaccata all'universita' (University of Arizona, UofA per gli amici). Sono abituati ai vegan/vegetariani, per cui le nostre richieste di pizza senza formaggio non lillasciano a bocca aperta. Vivi ordina sempre la focaccia!!


Humberto y Francisco durante la loro esibizione nella biblioteca della scuola, durante il luncheon (ho fatto il video di Besame Mucho, ma non e' venuto!!)

(la data dice 8 maggio, ma anche quella non funziona: la foto e' di oggi, 9 maggio!)

Ora di andare a dormire!! Nightynight!

giovedì 8 maggio 2008

... SOME MORE!!

Visto che Nat l'ha menzionato nel suo commento, ecco l'altro David... diverso, ma che talento anche lui!!



...E' da martedi' sera che continuo a cantare "... teenage wastelaaaaand.... teenage wastelaaand..."....
Vado, a piu' tardi!!

mercoledì 7 maggio 2008

DICIASSETTE...

....sono gli anni di questo ragazzo. Ammetto di guardare American Idol, sin dalla Season 2, cioe' quando Clay Aiken mi ricordava tanto Chris, con le orecchione a padella...
Quest'anno David Archuleta, 17 anni, e' sicuramente un talento incredibile. 17 anni, un prodigio (o cosi' l'hanno definito in molti, compreso Neil Diamond).
Siccome nei commenti sul mio post su Let It Be si e' parlato di Imagine, ecco la sua versione, cantata un paio di mesi fa.


E ieri sera "he blew my mind away" con questa versione di Love Me Tender.



Io non riesco a comprendere come sia possibile.

sabato 3 maggio 2008

THE ROAD NOT TAKEN
Two roads diverged in a yellow wood,
And sorry I could not travel both
And be one traveler, long I stood
And looked down one as far as I could
To where it bent in the undergrowth.
Then took the other, as just as fair,
And having perhaps the better claim,
Because it was grassy and wanted wear;
Though as for that the passing there
Had worn them really about the same.
And both that morning equally lay
In leaves no step had trodden black.
Oh, I kept the first for another day!
Yet knowing how way leads on to way,
I doubted if I should ever come back.
I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I--
I took the one less traveled by,
And that has made all the difference.
Robert Frost
*************************************************************************************
Adoro e temo nello stesso tempo il momento in cui si deve prendere una decisone, l'istante in cui decidi il tuo destino... apro questa porta o quella? Quale sara' quella "giusta"? Ti senti come uno scultore di fronte a un pezzo di marmo grezzo, informe... o un pittore davanti ad una tela bianca.... cosa fare? Che strada prendere? Rimpianti o rimorsi? The road less traveled or the road not taken? ... Devo dire che fino ad oggi tutte le scelte che ho fatto, le decisioni che ho preso, si sono rivelate "giuste" non perche' intrinsecamente corrette, ma perche' necessarie al fine dell'evoluzione della mia vita. Difficile da spiegare... Mi piacciono le poesie di Robert Frost, questa in particolare la trovo cosi' vera e rappresentativa della mia vita....
Wow, per essere sabato mattina, sono troppo introspettiva....Piscina, anyone????