giovedì 28 agosto 2008

Ballando la tarantella all'americana....

Non e' che sia scomparsa... e' che a volte mi sembra di avere iniziato una "slow dance" che a poco a poco e' diventata un ballo frenetico, un tarantella dal ritmo incalzante.... si', la scuola e iniziata e con essa tutte le mie responsabilita' di, ahem, PTSO President... tra meetings con altri genitori, con gli insegnanti, il preside, etc... email a raffica, lettere da scrivere, stampare, fotocopie a centinaia da dividere.... non voglio ne' farmi compiangere (perche' in fondo mi sto divertendo), ne' esaltarmi (centinaia di migliaia di genitori volontari contribuiscono tempo e denaro a scuole in tutto il paese), tuttavia mi sembra proprio di essere tornata al lavoro (senza paga...), un lavoro pero' con la via d'uscita sempre aperta, per fortuna: posso smettere quando voglio!

Anche se Fabio e Mauri mi chiamano spesso "super-mom", devo dirvi che questo termine ha spesso qui una connotazione negativa, e si riferisce a quelle madri che passano le giornate a trasportare i figli dapertutto, perche' i figli partecipano (non credo volontariamente) a 3 o 4 attivita' diverse. Esempio, Shanda, 4 figli, tutti dal piu' grande (12 anni) al piu' piccolo in tutti gli sport possibili, il che negli US significa da agosto a luglio: prima (autunno) football (e cheerleading per la figlia piu piccola di 4 ANNI!!), track & field (corsa) e calcio, poi in primavera volleyball e baseball! Il calcio e' popolarissimo tra le bambine, che iniziano in kindergarten, seguito dalla danza, il tip-tap e tutte le altre varie cag...no, attivita'. Inutile dire, i miei a confronto della maggioranza dei loro coetanei, fanno poco e niente! Per le "vere" super-moms, la cena consiste in una fermata veloce al drive-through di Burger King o McDonalds, si mangia in macchina (di solito un pulmino {che abbiamo anche noi e che adoro}) mentre Mom trasferisce la prole dal campo di football a quello di calcio. Questi sono i bambini americani che, appena smetteranno i vari sport, si troveranno a pesare una tonnellata e non capire perche'... "burger & french fries" tutti i giorni, non so se mi spiego...

No, io sono troppo pigra o forse no, forse sono troppo italiana e credo ancora fermamente nel valore dell casa, quale "home", non solo "house", non un edificio, ma un focolare. Comunque, io tuttora ripenso ad una mia cara amica in NJ che mi diceva, seriamente, che i suoi figli "dovevano" partecipare a 2 attivita' ciascuno, e all'epoca in cui ne parlavamo ne aveva 3, la piu' piccola di 13 mesi!! "Diaper Gym", "Mommy and Me"... chissa' se esistono anche in Italia adesso?? "La palestra-patello"... credetemi: io ci ho portato Chris ed e' una cosa ridicola: pagare chesso' $40 al mese per un'ora alla settimana in cui i bambini, dagli 8 mesi ai 2 anni (e poi dipende da chi organizza queste cose) corrono in una palestra dove ci sono palloni e altri giochini.... si' e' vero che vengono utilizzate attrezzatura che normalmente uno non ha in casa, ma con un paio di cuscini e 2 coperte per terra, ho ricreato la mia "homemade diaper gym", e i vari parchi gioco (che qui in US, anche nelle grandi citta', esistono e sono di solito ben curati ed attrezzati... ad esempio, il Castle Park di Santa Barbara che ci e' rimasto nel cuore...) offrono comunque tutto quello che costa in queste "palestre" 10$ all'ora.
Non so, ora che i miei bambini sono piu' grandi, ripenso alla competizione sottile, ma non troppo, che esiste tra le centinaia di madri (e talora padri) con cui sono entrata in contatto durante 13 anni di "parenthood", e mi viene da ridere, ma forte!! E che dire dei vari DVD che garantiscono che il tuo bebe' diventi un genio?? "Baby Mozart" e' la prima serie che mi viene in mente, un gruppo di DVD che costera', non so, $50 o piu', creato per bebe' anche di poche settimane, che vengono piazzati nel baby seat di fronte alla tv, a guardarsi figure, colori, a sentire la voce di un estraneo che parla e musica classica: insomma, ma Mozart mica li aveva 'sti DVD da guardare, ed e' diventato Mozart!!! Ma quand'e' che i genitori di oggi la smetteranno di evitare ogni responsabilita', e ricominceranno ad interagire sul serio con i loro bambini? Invece di metterli di fronte alla tv con "baby Mozart", sedetevi davanti a loro e leggetegli un libro, cantategli una canzoni, non sara' Mozart, pero'.... Poi mi collego con il problema ENORME che esiste negli US e che riguarda il rifiuto di milioni di mamme di allattare i bambini perche' (e qui quoto verbatim una tipa che conoscevo) "It's gross"... fa schifo... oppure perche' il pediatra dice, perche' deve, che si', e' meglio allattare, ma se non puoi (o vuoi), "The alternative is just as good"... e quindi preferiscono spendere $2000 all'anno in quella che qui e' chiamato sapientemente "formula" invece di latte artificiale ... Tutto cio' che richiede un minimo di sforzo viene evitato accuratamente e ri-nominato per dargli un velo di political correctness. Blah!
Insomma, questa e' spesso la cultura del genitore "distaccato", dove essere buoni o cattivi genitori e' determinato o dal numero di miglia passate in macchina ogni settimana. Oppure dal quantitativo di soldi spesi. Ecco perche' ora, che non sono piu' o incinta o con un bebe', mi sembra che sia mio dovere essere presente nel posto dove i miei pargoli trascorrono tutti i giorni 7 ore. Poi quando tornano a casa e durante i weekend, si cerca di stare insieme. Non e' sempre facile, ma almeno ci proviamo.

Tra le varie novita' degli ultimi giorni:

  • J si e' comprato uno scooter, e' uno Yamaha Majesty YP400 del 2005... preso a Tucson da un privato per $3600. Gli ho detto: "Now on the "cool scale", you're hot"... E' molto bello, sembra quasi una moto, e J non ha nessuna difficolta' ad andare nel suo ufficio, sulla montagna di Blacktail Canyon! Stiamo cercando di trovare un nome adatto, e i bambini hanno deciso di chiamarla "Sheila"... solo che poi viene fuori una cosa del genere "I love riding Sheila"... Vedremo!
  • Taking Vivi for a ride...



  • Hot Mama e' tornata! La scritta era scomparsa quando avevo portato il pulmino a fare aggiustare a giugno... e mi mancava un po' (ero persino diventata una "landmark", un punto di riferimento locale "Do you know where Hot Momma" lives? Well, the next street to the right...") Allora Chris, per farmi una sorpresa, dopo aver lavato sia il pulmino che la macchina di J, ha fatto tornare la scritta!

THE ORIGINAL

    ...THE NEW ONE...

  • Dall'uscita dell'ultima edizione di Leisure Times, la rivista trimestrale del Parks and Leisure di SV, ho gia' ricevuto 2 richieste di lezioni private di italiano... Una signora mi ha chiamato perche' vorrebbe iscriversi, ma voleva sapere se e' un problema che si perdesse la prima lezione... mi veniva da ridere e dire, "Lady, I have no clue what I will be teaching on the first, or second class (or any class for that matter!!)" Cliccate qui e andate a pagina 24 per leggere la descrizione del corso... quando J ha letto "ORAL proficiency, interaction e PERSONAL TOUCH..." mi ha chiesto :"What the hell are you teaching them???"

Be', ora sara' meglio che vada a fare il mio letto (ore 14:41...)

M.

martedì 19 agosto 2008

Per tirarmi su il morale... forse...

... ora mi sto guardando, registrata sul digitale, la partita Italia-USA di pallavolo femminile.... aaaargh ... 17-17, secondo match.... forza Italia!!! (pausa per girare il sugo...).... 17-18.... crap... 18-18.... I need cpr...

Oggi...

There are days when one feels like crap, looks like crap and the whole entire world is crap... CRAP!

P.S.: Solution: visit to Erika, the hairdresser and 2 tablespoons of Dayquil..... I almost feel like my "old" self!! (tricky though: I'm old no matter what!!!!!)

lunedì 18 agosto 2008

Per ridere un po'...

Raffreddore, occhi lacrimanti, naso colante e in piu' sono dovuta andare a fare un'altra ecografia, di quelle dove il tecnico ti infila un oggetto che ricorda stranamente un mattarello e ti ravana per 15 minuti dentro (meno male che c'e' sempre una infermiera seduta vicino, per conforto...)... eallora mentre pulivo la mia "inbox" ho ritrovato queste barzelletta carine, inviatemi da una mia amica anglo-irish-french-native... insomma, americana. Ho proprio bisogno di ridere un po'...

ITALIAN BOY'S CONFESSION

"Bless me Father, for I have sinned. I have been with a loose girl". The priest asks, "Is that you, little Johnny Parisi?" "Yes, Father, it is."
"And who was the girl you were with?"
"I can't tell you, Father, I don't want to ruin her reputation." "Well, Johnny, I'm sure to find out her name sooner or later, so you may as well tell me now. Was it Tina Minetti?"
"I cannot say."
"Was it Teresa Volpe?"
"I'll never tell."
"Was it Nina Capelli?"
"I'm sorry, but I cannot name her."
"Was it Cathy Piriano?"
"My lips are sealed."
"Was it Rosa Di Angelo, then?"
"Please, Father, I cannot tell you."
The priest sighs in frustration. "You're very tight lipped, Johnny Parisi, and I admire that. But you've sinned and have to atone. You cannot be an altar boy now for 4 months. Now you go and behave yourself."
Johnny walks back to his pew, and his friend Nino slides over and whispers, "What'd you get?"
" 4 months vacation and five good leads."


WOMEN'S ASS STUDY

There is a new study just released by the American Psychiatric Association about women and how they feel about their asses. The results are pretty interesting:
1. 5% of women surveyed feel their ass is too big.
2. 10% of women surveyed feel their ass is too small.
3. The remaining 85% say they don't care; they love him; he's a good man and they would have married him anyway.

venerdì 15 agosto 2008

I miracoli della natura....

Tramonto dalla porta di casa, dopo un temporale ... purtroppo la macchina fotografica sta "tirando le cuoia" e i colori non sono come si vedono, anyway...


Chi conosce un pochino l'Arizona, ma anche chi ne ha solo sentito parlare, sa che il clima qui e' molto secco, soprattutto nella parte centrale (Phoenix e dintorni), ma comunque in qualsiasi contea, e anche in quelle dove piove o nevica, la percentuale di umidita' nell'aria e' in media sempre molto bassa. Infatti si beve molto piu' che in altre parti degli US e si suda "meno", o per lo meno, il sudore evapora velocissimamente (il che aiuta ad evitare le famigerate macchie ascellari che mi ricordano viaggi da paura nella metropolitana milanese durante i mesi estivi...).... finche' non arrivano luglio e agosto e i famigerati monsoni, e allora almeno in questa parte dell'AZ, succedono cose incredibili...
... come trovare funghi nel mio giardino! Insomma, il mio giardino ha un bellissimo assortimento di piante native e/o adattate al clima del deserto d'altura, tutte piante che usano poca o niente acqua (xeriscape). Io i funghi li associo da sempre a boschi e foreste, odore di muschio e sottobosco umido. Cosa c'entrano QUI, in quest'angolo del deserto di Sonora?
Stamattina mi sono fermata a guardare questi 3 funghi, due cresciuti in un vaso che ha solo terra e uno sotto un cespuglio di "salvia greggi ". Mi e' sembrato quasi un miracolo. Ripensandoci poi, sono quasi 2 mesi che piove, no DILUVIA, quasi tutti i giorni, ed e' da 10 giorni che non facciamo altro che trovare rane in piscina tutte le mattine, oppure a centinaia sul marciapiede davanti a casa, tutte alla ricerca dell'acqua, e allora mi sono resa conto che non e' un miracolo stile "cieco che riacquista la vista", ma uno dei milioni di miracoli che la natura ci offre ogni giorno e cui di solito non facciamo molto caso. Come un'alba dai colori sgargianti, oppure le migrazioni di uccelli, farfalle, che senza GPS o Iphone, si spostano per migliaia di chilometri, e si ritrovano negli stessi esatti posti anno dopo anno, oppure l'amore profondo che ci lega ai nostri figli, per quale motivo, davvero? ... Io mi chiedo spesso: ma come e' possibile che succeda questo? E quand'anche una spiegazione scientifica mi dia una risposta scientifica, a pensarci bene, se considero le 1000 e piu' variabili che possono alterare i risultati di qualsiasi evento naturale, provo ancora di piu' un senso di totale smarrimento nei confronti del potere della natura, e apprezzo ancora di piu' i funghi nel mio giardino.

Alcune ranocchie salvate dalla piscina, nel nostro eco-sistema casereccio

domenica 10 agosto 2008

The Army Soldier Show, 2008

Ieri sera siamo andati, come l'anno scorso, a vedere The Army Soldier Show. Per essere uno spettacolo fatto da non professionisti ma, appunto, da soldati di vario livello, e' molto ben fatto: canzoni recenti sono state re-interpretate molto molto bene, e a me personalmente sono piaciute parecchio le versioni fatte di "American Boy" (cantata da Estelle e Kanye, non esattamente i miei cantanti preferiti, pero' la canzone e' carina) e quella di "Apologize" di One Republic. Il ritmo incalzante e non-stop mi ha fatto ballare sulla sedia per 1 ora e 1/2, vicino a me sentivo Vivian e Emily canticchiare quando c'era una canzone che conoscevano (tipo "Hey there Delilah") e muovere il piedino anche loro. Unica cosa negativa, l'aria condizionata a mille: quando i miei bambini dicono che sentono freddo, allora e' confermato che il condizionatore potrebbe raffreddare da solo tutta l'Arizona! Ovviamente lo show e' terminato con una versione bellissima di America the Beautiful, God Bless the USA, etc. con tutto l'auditorio in piedi... insomma, una bella iniezione di musica e patriottismo, il che non credo guasti, soprattutto per i miei pargoli, che crescono con un profondo rispetto per il loro paese di nascita. Io spero che imparino in futuro a dissentire, quando in disaccordo, con lo stesso rispetto e orgoglio che sentono adesso.
Nighty night...

p.s.: sto intravedendo le olimpiadi e ammazza che bel fisico hanno 'sti nuotatori!! Go Phelps!

giovedì 7 agosto 2008

Don Juan...

Premessa: Kelly e' una mia amica,con cui ci si trova tutti i giovedi' a raccogliere la plastica nei vari businesses di SV. Ha una storia che avrebbe potuto concludersi in modo negativo: rimasta incinta a 18 anni del suo ragazzo, il quale non ha mai voluto aver niente a che fare con lei o con la bambina, si e' rimboccata le maniche, ha finito la scuola mentre faceva 3 lavori per poter mantenere se stessa e la bambina. Il destino ha voluto che poi si ri-incontrasse con il suo "fidanzatino" delle superiori ("High school sweet heart", ma non il padre della bambina), che si sposassero e nascesse un'altra bambina. Il tutto sempre con pochi soldi, in quanto lui, soldato nell'US Army, guadagnava poco. Hanno sopravvissuto 3 "deployments" in Iraq, quindi anche li', lei da sola con 2 bambine piccole con la spada di damocle dell'Iraq sopra le loro teste. Ora, "in pensione" dall'Army, lui lavora per Northrop Grumman, gigante dell'industria militare americana. Finalmente non hanno piu' problemi economici e hanno una vita tranquilla. Lei mi piace perche' e' una che non te la manda a dire (e questa e' una caratteristica che apprezzo sempre), ma che e' anche disponibile ad ascoltare idee diverse. Chiacchieriamo tantissimo e ridiamo spesso!
La bambina piu' grande, Marissa, ha 13 anni e fa la terza media come Chris. E' proprio bellina, bionda, occhioni azzurri, lentiggini, moolto intelligente (ha vinto diversi premi con la scuola).
Credo Chris abbia una cotta per lei, cosa assolutamente normale, e tra l'altro tutte le volte che ci siamo trovati per qualche ora insieme, nella nostra piscina o nella loro, i bambini hanno giocato bene, etc.

Lo scuolabus per le medie e' lo stesso di cui ho postato la foto, solo che arriva alle 6:50 del mattino. Essendo in terza media, ora Chris e i suoi amici possono sedersi in fondo, perche' la gerarchia dello scuola bus ha come regola non scritta che solo gli 8th graders possono sedersi in fondo. Chris e ' seduto dietro a Marissa, vicino a Trey, uno dei suoi cari amici.
Ieri Kelly mi chiama e mi dice:"Your son knows how to work it"... cioe' "Tuo figlio ci sa fare.." UH? Chris??!!
Ebbene si', Chris ha ereditato un pochino della mia sfacciataggine e questa e' la storia che mi ha raccontato:

primo giorno di scuola, tutti chiacchierano seduti sullo scuolabus, in viaggio verso la scuola. Marissa commenta il fatto che e' appena salito un 6th grader, un primino, che e' piccolo piccolo e tanto carino "He's so small and cute!"
Chris, il mio dongiovanni in erba :"I'm small too... do you think I'm cute?" ("Sono piccolo anche io: pensi che sia carino anche io?")
Pare che Marissa abbia riso e la cosa e' finita li'... pero' poi l'ha raccontata a sua mamma, e lei a me, e io a J, il quale da fiero padre ha detto "He didn't get THAT from me!", cioe' "Non ha preso QUELLO da me"... Meno male, aggiungo... meglio cosi' che un imbranato totale!!

Anche in questo, buon sangue (italiano) non mente!

mercoledì 6 agosto 2008

Per Suysan....

... lo "schoolbus" in arrivo ieri pomeriggio....


... comode comode, a 4 case di distanza dalla mia, scendono le pulzelle stanchissime!!

martedì 5 agosto 2008

Back to school...

Off they went, Chris alle 6:50 e Emily e Vivian alle 8:00, con i loro zainetti (o zainoni, nel caso di Chris...) sono saliti sullo scuolabus #28, Miss Heidi ancora al volante... sembra davvero che la vacanza sia durata 2 giorni invece di 2 mesi, e avendo trascorso una bella estate tranquilla, tutti i giorni in piscina, quest'anno forse per la prima volta, vorrei che la vacanza durasse altre 4 settimane e non ho quella sensazione di felicita', come nella pubblicita' di Staples.... chi ha vissuto qui da qualche anno, probabilmente se la ricorda...








.... non sono pronta a tornare alla routine "normale"....

Quello che mi fa piu' impressione e' che, per 40 anni il mio compleanno e' sempre stato associato alla vacanza estiva, con ancora piu' di un mese di "liberta'", invece dall'anno scorso ha preso un nuovo significato "la scuola sta per iniziare"!


Gli ultimi giorni sono stati un po' vorticosi, tra la registrazione alla scuola media, e ieri la colazione organizzata dal PTSO per gli insegnanti e il personale: non so come gli insegnanti italiani siano trattati dai genitori, ma qui grazie a queste organizzazioni, c'e' la possibilita' per i genitori di partecipare attivamente alla vita scolastica, e attraverso i fondi raccolti, di compensare alle mancanze dei vari distretti scolastici, che hanno budget che si restringono sempre piu'. Ieri tutti gli insegnanti e i "paraprofessionals", cioe' gli aids senza certificazione per insegnamento, hanno ricevuto un assegno di $100 ciascuno per aiutarli nelle spese che faranno, o che hanno gia fatto, per gli studenti, cio' di cui hanno bisogno e a cui la scuola non puo' provvedere finanziariamente, ad esempio le varie decorazioni per la loro classe. Ogni professore ha una sua classe e sono gli studenti che si spostano ogni ora, proprio come nelle high school. Povero Christopher, quest'anno le sue lezioni sono cosi' sparse (la sua scuola ha un "open campus", come un college, con vari edifici sparsi) che ce la fara' a mala pena a cambiare nei 5 minuti tra una campanella e l'altra ... se poi deve andare al suo locker, cioe' l'armadietto a combinazione che crea incubi ai "primini", allora dovra' mettersi a correre!!



La scuola elementare ha avuto la sua "open house" ieri, cosi' tutti i bambini hanno potuto incontrare le nuove maestre (e si', qui non hanno la stessa maestra e compagni di classe per tutte le elementari, cambiano ogni anno): la maestra di Emily, una biondina che sembra che sia uscita dal college ieri, in realta' ha 10 anni di insegnamento alle spalle e mi e' sembrata molto estroversa. La maestra di Vivian ha probabilmente qualche anno piu' di me e' sembra molto tranquilla. Per fortuna la migliore amica di Vivi, una bambina tedesca carinissima, e' ancora nella sua classe: si sono telefonate subito, appena hanno saputo la "buona novella"!


Per il resto, anche se la scuola e' iniziata, l'estate e' ancora la padrona e siccome le piogge sono abbondanti, tutto e' diventato verde, la distesa davanti a casa si e' trasformata da un paesaggio color osso di seppia punteggiato da alberi di mesquite e ironwood, ad una spianata verde, con erba alta, perfetta per nascondersi... e parlo dei coyote ed altre creature arizoniane.



Il nostro giardino, sia quello di fronte che quello recintato dietro, e' frequentato quotidianamente da fauna tipica dell'Arizona: basta con gli scoiattoli che erano di casa in New Jersey (e che facevano impazzire sia Lady che i gatti!), ora stiamo imparando a conoscere animali sconosciuti o magari visti solo in tv.



Vediamo un po', chi ci ha visitato recentemente? I soliti colibri',





....che adorano le piante colorate del giardino, sui fiori delle quali si fermano per bere il nettare, .... e le rane e ranocchie che si buttano in piscina e le troviamo di solite morte al mattino, eccetto Hoppy, che ieri Chris ha salvato e a cui ha costruito un habitat (stamattina Hoppy non c'era piu'... speriamo sia scappata ed abbia trovato casa...); poi i divertentissimi road runner, resi famosi nel mondo dal famoso cartone dei Warner Bros. con Wile E Coyote e Beep Beep... prima di venire qui, non sapevo neanche che ci fosse davvero un uccello chiamato road runner... Il nome, come potete immaginare, deriva dal fatto che lo si vede correre velocissimo (circa 25km all'ora) per campi, strade, grazie a delle zampe poderose. E' in grado di volare (e lo fa per sfuggire a predatori tipo, ovvio, il coyote), ma preferisce correre... una cosa incredibile! A vederlo correre, ti viene da ridere, e' un animale che in un certo senso non si prende sul serio... non so come spiegarlo, ma quando mi atterra in giardino mi fa sorridere e mi rende assolutamente felice anche perche', essendo onnivoro, si ciba di insetti, lucertole e lizards, ragni (incluse le tarantole...), rettili, inclusi quelli a sonagli (love those birds!!), scorpioni!

Hurray per Beep-beep!!

Le farfalle poi sono enormi, e anche loro apprezzano i colori del giardino e anche la presenza dell'acqua e ci visitano spesso. Ogni mattina poi, le libellule vengono a cibarsi degli insetti che galleggiano sull'acqua della piscina: non so quanto sia intelligente una libellula, ma queste vengono sempre a fare la colazione prima che il filtro ricominci a "lavorare", una mezz'ora piu' tardi e tutte le prede vengono risucchiate nello "skimmer", quindi addio colazione!
I coyote non vengono ovviamente in giardino, ma ne ho visti diversi in giro, sono un incrocio tra un lupo e una volpe, magri magri, e con lo stesso colore di cui parlavo prima, beige/osso di seppia. Mangiano di tutto, bacche di mesquite, uccellini, coniglietti, gatti selvatici se li trovano...

Non ho ancora visto lo "javelina", o pecari, che e' un animale tipico del deserto di Sonora (no, non e' un maiale e non chiamatelo tale... si offende!)...


...o uno dei tanti scorpioni che vivono in questa parte del mondo.... pero' ho visto una tarantola morta fuori dal mio garage (mi ha persino fatto pena, perche' sono animali molto utili e non aggressivi), e alla palestra della base ho visto un "vinegaroon", o whip-scorpion, piccolo per fortuna: non e' velenoso, ma mamma come e' brutto!! Confronto a lui, una tarantola e' bella come una velina (e senza aver niente di siliconato...).
Bene, sara' meglio che chiudo.... mezza mattina e' andata e oggi DEVO pulire le camere dei bambini, e chissa' che animali vivono ormai li'!!