mercoledì 22 luglio 2009

Meno male che c'e' la TV!

Un blog e' una relazione e, come tutte le relazioni vuoi che si tratti di quelle tra marito e moglie, tra genitore e figli, tra amici, richiede tempo e dedizione... ultimamente per ovvi motivi, mi mancano entrambi, non per mancanza di interesse, ma perche ormai quel (poco) controllo che riuscivo ad avere sulla mia vita, e' ormai andato a farsi benedire! Poi comunque, la mia vita ultimamente e' piuttosto noiosa, e anche solo pensare di raccontare sul blog quante volte Vi-Vi (da leggersi Vai-Vai) si e' svegliata ieri notte, oppure quanti pannolini ho cambiato, a parte deprimere me, sicuramente riuscirebbe a deprimere chi mi legge. Mi manca anche moltissimo la lettura quotidana degli amici blogger... mi rifaro', lo prometto!!


Una cosa e' certa pero', che visto il tempo che passo ad allattare Violet di fronte alla tv, potrei lavorare alla CNN... ho seguito e sto seguendo in diretta di tutto, dagli eventi relativi all'Iran, alla conferma della prima donna di origine ispanica tra i giudici della corte superiore americana, alla morte di una serie di personaggi famosi, a partire da Farrah Fawcett per finire a Michael Jackson... per fortuna la varieta' che manca nella mia vita personale in queste ultime settimane viene supplementata dai casini esterni.

Strana storia, quella di MJ: pur piacendomi molte delle sue canzoni, non ho mai capito il perche' di tante eccentricita', la piu' strana (e "creepy") di tutte, il fatto che come adulto fosse sempre circondato da ragazzini,con cui tra l'altro condivideva il letto... difficile credere che non ci fosse niente di sessuale... la sua morte ha pero' "purificato" in un certo senso l'opinione anzi il giudizio che avevo di lui, non tanto come artista, quanto come essere umano. La storia che e' emersa dalle decine di trasmissioni, notiziari, specials fatti su di lui (alle 2 del mattino non c'e molta scelta in tv, anche con il satellite... oddio, c'e' sempre Rai International o RAI News, pero'...)hanno ritratto un uomo con un'infanzia che potrebbe sembrare superficialmente di sogno, dove successo, fama e soldi sono stati raggiunti da giovanissimo, in realta' sotto tanti aspetti infelice, sicuramente non un'infanzia vissuta normalmente, e soprattutto dominata da un padre abusivo. Insomma tutti fattori che, combinati con la sua timidezza hanno creato un uomo che, nonostante il talento incredibile, nonostante le opportunita' e il successo, non e' mai riuscito a superare il fatto di non essere mai stato bambino, gli e' stato impossibile guarire le ferite create da un padre aggressivo e assetato di successo.

Pensando alla storia di MJ mi riprometto sempre piu' di non proiettare su nessuno dei miei figli i miei sogni irrealizzati, nella speranza che riescano a realizzare i propri, senza influenze da parte nostra, i genitori. Mi riprometto di darmi uno schiaffo ogni volta che sto per cadere nella trappola dei "paragoni", invece di continuare a dargli la possibilita' di crescere sviluppando i loro talenti, qualsiasi essi siano, tollerando le loro "mancanze" e i loro errori nella speranza che loro poi in cambio perdonino i miei.

Ho sempre pensato che fosse strano come per sposarsi ci voglia una licenza (e in alcuni stati e' obbligatorio fare esami del sangue etc.), davvero, ci vuole una licenza per fare l'estetista, la parrucchiera... ma per fare il genitore non viene richiesto nessun controllo, nessun esame... in un momento ci viene data la responsabilita' enorme di prenderci cura di un essere umano indifeso... eccolo qui... buona fortuna!!

Intanto, grazie a Violet che mi costringe a stare seduta davanti alla tv per ore, ecco per chi l'avesse perso, parte del concerto di Paul McCartney a NYC - durante il David Letterman Show - GRATIS!!! Da notare la chitarra di Sir PMC... credo sia la Hofner originale... e il (fortunato) pubblico....


martedì 7 luglio 2009

Mooooooo....

con la zia Marta...




Chris l'ipnotizzatore....

con il fiocco un po' da tarra ...
dopo il bagnetto, e' "Baby burrito"!!!

sbadiglio....

...o pianto!!! Ah, le donne!!!

con la sorella (fiera di essere finalmente, a big sister!)
...tutti la vogliono prendere in braccio!!





Con la fagiolina addormentata in braccio, cerchero' di usare la mano destra, ovvero l'indice e il medio destri, per raccontare un po' della mia vita come neo-mamma - per la quarta volta (fa' sempre un po' impressione scriverlo e dirlo!!!)
Anzitutto, mia sorella Marta e' riuscita a venire a trovarci, per meno di una settimana, che e' una cosa assolutamente assurda, considerata la lunghezza e il costo del volo, ma ci accontentiamo. Ovviamente e' arrivata portandosi i monsoni in anticipo, una specie di nuvola fantozz-americana: infatti da quando e' ripartita, ha fatto sempre bello, anche se oggi abbiamo avuto il solito temporalone!!
Mi spiace che sia rimasta cosi' poco, perche' avendo una neonata a carico, fare da guide turistiche non e' esattamente facile - o possibile!! La mia casa e Tombstone, con finale di temporale "from hell" sono stati gli unici luoghi visitati! Ma dal numero di foto scattatele, sono quasi sicura che Violet sia stata la ragione principale della visita... mi sa che le sia venuto un bel "baby-itch", un prurito da bebe' che spero sia riuscita a "grattarsi" facendo da testimone oculare al numero di ore che passo ad allattarla paragonato al numero di minuti "liberi" che passo cercando di decidere se usarli per farmi una doccia, per depilarmi una gamba o per fare colazione (in piedi, ovviamente!!!). La maternita' fatta seriamente, e' un lavoro estenuante (specialmente se approcci i 43 o giu' di li'...), che sconsiglio a chi non sia disposto a dedicare 24 ore al giorno ad un altro essere umano che non ha nessun discernimento tra giorno/notte, momenti opportuni o meno per strillare etc (il ritorno e' "priceless", oltre che "sleepless"...). Come fanno le mamme americane a tornare al lavoro dopo 6 settimane di maternita', non so.
La visita dal pediatra ha confermato che sta crescendo come una maialina, 2 libbre in 4 settimane, circa 1 kg... mentre io ho ripreso il soprannome di vecchia data "Dairy Queen", cioe' regina dei latticini (che e' poi il nome di una catena di "gelaterie" americane). Ormai in casa non nessuno fa piu' una piega per il fatto che sono sempre piu' o meno exposed... esposta all'aria!!!
Sono anni poi che non vedo cosi' tanta tv, ad esempio chiedetemi qualcosa, qualsiasi cosa su Michael Jackson, e vi so dare la risposta!!!
Il cambiamento piu' difficile per me e' stato quello di non poter piu' essere "libera". Tutto deve essere programmato, anche solo andare a fare la spesa richiede un piano d'azione studiato nei dettagli, manco fosse una strategia di guerra! Ma cerco di seguire il consiglio datomi anni fa da un'amica: one day at a time, un giorno per volta....
Il fatto pero' che la media di ore di sonno sia inferiore a 5 certo non aiuta...