martedì 24 agosto 2010

Fagiolinese spicciolo et. al.

C'e' un temporalaccio monsonico con lampi e tuoni incredibili, la pioggia che batte sulle finestre, abbiamo come al solito perso la ricezione del satellite quindi niente tv.. e cosi' approfitto per postare qualche foto recente e aggiornare sui progressi della Fagiolina.


Non si capisce bene se ha stava mangiando la pasta al sugo o se stava partecipando al concorso "paint yourself with food"...

Il regalo di compleanno di J e' molto apprezzato da tutti... (questa e' una delle mie foto preferite della ciurma)

Finalmente in bici, dopo piu' di un anno e mezzo di astinenza!! (per me)

Steve, lo sterminatore di api assassine, con la testa contro il mini-alveare... Mi ha detto che viene punto tutti i giorni in media 2 o 3 volte e che e' stato attaccato diverse volte. E quando si parla di attacco, per le api assassine si parla di circa l'80% dell'alveare che ti insegue e ti punge... considerando che un alveare medio consiste di circa dalle 8 alle 15 mila api, fate voi un po' i conti. L'unico modo per sopravvivere e' entrare in un posto chiuso, la casa, anche un bidone della spazzatura... vabbe', basta con questi trivia da film dell'orrore!!

Steve ci mostra il piccolo alvearino che le api idiote avevano iniziato a costruire. Fatto in cera durissima.

Allora, la Fagiolina...
Anzitutto parla senza un attimo di sosta... cosa dice? Tra i vari suoni senza senso (per noi) si capiscono benissimo:
"HEEYAGOMOM" ("here you go Mom", quando ti da qualcosa, di solito pezzetti mezzi masticati del pasto che sta attaccando o il gioco fi turno che si trasporta in giro per casa)
"OH MAN" (si spiega da solo. Lo dice al momento giusto, quando ad esempio le dico "Non toccare" oppure semplicemente dico "No" con la voce seria.... Di solito accompagna questa esclamazione con gesti ridicolissimi, tipo coprirsi gli occhi e chinarsi come se addolorata. )
"GO" (Se io dico "Andiamo", lei risponde "go"....ancora devo capire se vuole farmi capire che ha capito e se vuole mandarmi a.....)
"UH-OH" (quando butta qualcosa per terra, dal seggiolone, dal carrello della spesa, dal passeggino... se senti questo tipico suono americano, sai che e' iniziato il famoso gioco "io lo butto per terra, tu lo raccogli e me lo ridai, e cosi' andiamo avanti per mezz'ora o finche' non ti scocci")
"DADDY" (oltre a chiamare J, Daddy, giustamente, ogni volta che suona il telefono o che accendo il computer, lei arriva correndo e gridando "daddy, daddy, daddy"... e si aspetta di sentire la voce o vedere la faccia via skype del suo Daddy...)
"MIAMIAMIA" e "BABABABA" (quando vede i gatti e i cani)
Ora vado perche' il lampo e il tuono sono sopra la casa... dov'e la pila? 'Notte

domenica 22 agosto 2010

Con genitori, ma come se fossero orfani

Intanto, tranquilli: le api sono state sterminate. Sarebbero morte da sole nel giro di 3 settimane, vista la mancanza della regina, ma sarebbe rimasto il problema dei residui di cera e del feromone lasciato sui rami, che avrebbero attratto con altissima probabilita' altri sciami. Lo sterminatore che e' venuto ha spruzzato l'area dell'albero con un liquido che maschera il feromone a base di lavanda. Le api o almeno questo tipo di api non amano l'odore di lavanda. Bene a sapersi...

Il post sulla scuola americana che sto preparando e' in fase di revisione, anche perche' voglio un po' scrivere di un altro argomento che mi sta a cuore: se un genitore non dice niente ad un figlio che non si comporta come dovrebbe, abbiamo il diritto di intervenire?

Stamattina in chiesa, nella "crying room", ovvero la stanzetta dove scappano i genitori con figli che piangono o che sono troppo piccoli per stare fermi e che consente loro di continuare ad ascoltare la messa senza dover uscire, seduta dietro di noi c'era un famiglia composta da papa', mamma e 3 bambini, uno di circa 1 anno, una di forse 3 anni e un bambinotto che avra' avuto 6 anni... e avra' pesato quanto un vitello di 1 anno! Tal bambinotto era proprio seduto dietro di me e non faceva altro che tirare calci alla mia sedia. In continuazione. Non sto a dirvi che scocciatura e che nervoso che mi e' venuto, non tanto per il comportamento del bambino: cosa ne sa' che tirare i calci alla sedia rompe i maroni alla grande a chi e' seduto sulla sedia? No, quello che mi ha fatto piu' imbestialire sono stati i genitori che NON HANNO DETTO UNA PAROLA per farlo smettere! Per un po' sono stata tentata di voltarmi e dire qualcosa al bambino, ma tutte le frasi che mi venivano in mente ero sicura che sarebbero state travisate dai genitori e causato una guerra. E cosi' sono stata zitta e ho sopportato. In fondo era solo un'ora, fosse stato un viaggio in aereo di 7 ore, avrei sicuramente detto qualcosa. Ma il concetto non cambia. Questo povero bambino ha 2 genitori ma e' come se fosse orfano.

Una settimana fa, nella zona gioco per bambini della mall, un bambino sui 2 anni ha spinto Violet per terra diverse volte, con li' di fianco il nonno che non ha diceva niente. Allora li' sono intervenuta, perche' insomma questi sono proprio i momenti in cui i bambini imparano gli elementi basilari di interazione sociale, e povera Violet, gia' e' traballina da sola, se poi un mini-troglodito la spinge...

Ho assistito a decine di episodi simili, anzi questi 2 incidenti sono tra i piu' innocui. Quante volte ho visto genitori fallire in modo eclatante nel loro ruolo principale, cioe' quello di dare un'educazione ai figli? Quante volte, di fronte all'occasione perfetta per insegnare ad un figlio una regola di vita, o una legge non scritta del vivere insieme, ho assistito al vuoto educativo di genitori cosi' presi dall'idea di essere "amici" dei figli da avere paura di dire "NO!" Quanti genitori illusi, convinti di avere figli intelligenti perche' "fanno quello che vogliono", chiamano i figli indipendenti, invece di irresponsabili.

I figli sono responsabilita' dei genitori e il dare loro regole da seguire e' imperativo. Certo che non e' facile, soprattutto quando diventano adolescenti. Magari e' anche pigrizia, perche' la fatica di continuare a spingere, tirare, sterzare, frenare i figli cosi' che non cadano in un burrone e' tanta. L'alternativa e' di lasciarli crescere allo stato brado, ed avere come risultato delle persone incapaci di adattarsi a diverse circostanze, persone egoiste ed egocentriche che non hanno nessuna idea dell'esistenza di una relazione tra comportamento e conseguenza. Ne conosciamo tutti qualcuno, ragazzini o adulti che non sanno, perche' nessuno gliel'ha mai spiegato, cosa significhi rispettare la proprieta' o i sentimenti altrui, che non rispettano ne' genitori, ne' nonni, o anziani, persone con handicap.....

Ma noi genitori siamo cosi' ciechi, sordi e scemi da non vedere il comportamenti dei nostri figli? Ce la vogliamo prendere la responsabilita' di controllare ed educare i figli o vogliamo continuare a dare la colpa agli altri per il loro comportamento allucinante?
Oppure lasciamo correre tutto e se qualcuno osa, perche' costretto dalle circostanze, sostituirsi a noialtri, siamo solo capaci di incazzarci e dire "Come osa?"

mercoledì 11 agosto 2010

Va bene tutto, pero'..

.. stamattina, mentre mi accingevo a pulire i vari cestelli della piscina (tra l'altro ho salvato altre 2 ranocchiette), vedo un paio di apette svolazzare vicino all'albero dove s era fermato lo sciame qualche giorno fa. Mi avvicino e vedo che, sul ramo dove si erano soffermate, ci sono delle macchiette bianche e... ma cos'e' quello? Mi avvicino ancora e vedo un gruppetto di api li' che lavorano a formare un alveare!!!! Siccome lo sciame in sosta non mi aveva spaventato abbastanza, qualche ape cretina ha deciso di fermarsi, pur senza regina, e "fare casa". La parte piu' bella e' che, quando c'e' l'alveare, sono in stato aggressivo.

Ma vaffanbee!!

sabato 7 agosto 2010

Frogs Rescue Mission.... again!

Con il ritorno dei monsoni, sono tornate anche le ranocchiette che, alla ricerca del loro laghetto temporaneo, si buttano in piscina e cosi' affogano...

.... per fortuna, la nostra Missione di Salvataggio Rane (Frogs Rescue Mission) e' pronta, cosi' come era successo 2 estati fa

E ora tocca a noi andare a buttarci in acqua anche se, con la pioggia tremenda di ieri notta, la temperatura e' persino freschina!!


Il Ranocchiario di quest'anno: non si vedono tutte, ma ci sono 8 ranocchie qui (e da 2 minuti a questa parte, 10!!)


venerdì 6 agosto 2010

Una domandina

Cosa si dice al marito che si appresta da andare al laboratorio dell'ospedale per fare lo "sperm count", il conteggio degli spermatozoi?

Buona fortuna?

Divertiti?

Non divertirti troppo?....

... mah. Speriamo che il conteggio sia zero: sono stufa di prendere la pillola!! :)

mercoledì 4 agosto 2010

Cosi' come sono arrivate...

... sono partite, lasciando sotto l'albero un centinaio di api morte. Conferma che bere l'acqua salata e clorinata della piscina non fa bene!!
Totale permanenza: circa 30 ore.
Livello sconforto nostro durante la permanenza (scala da 1 a 10): 9,5

E se comprassi un biglietto della lotteria? Mi sa che e' il momento...

lunedì 2 agosto 2010

Ospiti in transito

Ne avevo sentito parlare e avevo visto documentari in riguardo, e appena comprata la casa, i vicini ci avevano avvertito: se ne vedete uno, o mentre fate una camminata o in uno dei vostri alberi, lasciatelo in pace. Nel giro di un paio di giorni, se ne andra'.


Dopo 3 anni, "finalmente" abbiamo avuto la fortuna di ospitarne uno nell'albero vicino alla piscina:





uno sciame di api "assassine" (africanized honey bees) a riposo, in transito verso altri (spero lontani) luoghi!
BENVENUTE! ... e ora potete andarvene, grazie!
p.s.: e poi non ditemi che non ho una vita eccitante!!