martedì 28 febbraio 2012

Come volevasi dimostrare... ho ragione ancora una volta!

A conferma del post precedente, ho appena letto che un tipo in Alaska ha iniziato una causa civile perche', dice lui, secondo la costituzione americana Barack Obama, essendo "di razza mulatta" non e' cittadino americano e quindi non puo' essere presidente. Qui l'articolo sull'Huffington Post e questo e' parte del testo della causa:

"... As Barack Hussein Obama II is of the "mulatto" race, his status of citizenship is founded upon the Fourteenth Amendment to the United States Constitution. Before the [purported] ratification of the Fourteenth Amendment, the race of "Negro" or "mulatto" had no standing to be citizens of the United States under the United States Constitution."



" Visto che Barack Hussein Obama II e della razza "mulatta", il suo stato di cittadinanza e' fondato sul 14mo amendment della Costituzione degli Stati Uniti. Prima della (intesa) ratifica del 14mo amendment, la razza "negra" o "mulatta" non ha nessun diritto di essere cittadina degli Stati Uniti secondo la Costituzione Americana"

Cosa vi dicevo? "L'uomo nero" fa proprio paura.










6 commenti:

  1. Quindi essendo io l'esempio lampante di uomo nero devo stare attento ad andare il Alaska perchè rischio che mi sparino a vista!

    RispondiElimina
  2. Cose da pazzi! Non è una bufala come quelle dell'avvocato Giacinto Canzona?
    Se non è una bufala, ripeto, cose da pazzi!
    Dai Barack che ce la fai anche questa volta!!!!

    RispondiElimina
  3. @MJ: assolutamente!! La Palin organizza gite in elicottero per sparare a lupi e chiunque sia di una gradazione piu' scura di "ghostly white"... (questa notizia e' parzialmente inventata, sappiamo tutti che sparare ai lupi da un elicottero e' uno degli hobby della ex-governatrice...)

    RispondiElimina
  4. @Titti: non so bene chi sia Giacinto Canzona, dovro' guglarlo, ma non e' una bufala... HuffPost e' una "testata giornalistica" online attendibile...
    Il brutto e' che questo razzismo non e' sempre alla luce del sole, come nel caso di questo idiota che sta facendo causa: e' piu' insidioso e difficile da combattere quello "in the closet", tenuto tra le mura di casa, in cui i figli vengono cresciuti...
    Robe da pazzi ignoranti!!

    RispondiElimina
  5. Non esiste alcun emendamento che tuteli specificatamente gli idioti. Nel chiedermi come mai George jr. è diventato presidente, consiglierei il signore dell'Alaska di cominciare a guardarsi le spalle.

    RispondiElimina
  6. @Popinga: e' vero, nessun emendamento ci protegge dagli idioti. So benissimo come mai George W e' diventato presidente: la prima volta non e' stato nemmeno eletto, e' stato "nominato" dalla corte suprema, visti i casini con le schede elettorali in Florida...
    Un altro problema che non riesco a risolvere e' il conciliare il fatto che persone, verosimilmente intelligenti e abbastanza razionali, per lo meno nella vita di tutti i giorni, quando entra in gioco la politica, diventano degli asini. E' come, al pronunciare la parola "politica", gli si spegnesse il cervello e, al suo posto, cercassero di ragionare un mucchietto di biglie...
    Il cretino in Alaska ha poco da temere, purtroppo: l'Alaska e' un posto stupendo, a detta di chi ci e' stato, purtroppo con tendenze di destra piu' che mai evidenti...
    M'e' venuto un momentino di depressione...

    RispondiElimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!