giovedì 2 agosto 2012

Cara Apple, ma un' app chiamata ITHINK, no?

La scuola ricomincia lunedì , ve l'avevo gia detto,  e gli ultimi giorni e' un gran casino di appuntamenti incrociati, registrazione, pagamenti... una situazione destinata all'implosione sicura. Fortunatamente qualche settimana fa sono stata obbligata ho deciso di implementare l'utilizzo di ical, che in congiunzioe con il calendario appeso al frigo dovrebbe aiutarmi nell'organizzare la mia vita e mantenere gli impegni ed evitare gli "ooopsies" che sono diventati famosi.
Stamattina dunque, mi sono alzata presto con Chris per andare a Buena High School per l'appuntamento per il suo "senior portrait", la foto ufficiale che andra' sullo Yearbook e che possiamo usare per gli inviti alla graduation etc. Lui invece della solita maglietta, si mette la polo quella che segnala la serieta' dell'appuntamento.
Controllo ical e il calendario sul frigo, controllo l'email di conferma dello studio: si', l'appuntamento e' alle 8:30 di oggi, noi  arriviamo alle 8:20 alla scuola, che e' gia' hustling and bustling con insegnanti, paraprofessionals, persino quel caprone del superintendent e' li' a dare la sua benedizione. Lo studio fotografico e' allestito nella biblioteca della scuola (momentino di panico, perché Chris ha dovuto pensare alla posizione geografica di questa parte della high school che frequenta da 3 anni... non credo vi abbia mai messo piede, sinceramente!), arriviamo e la signora sta ancora allestendo gli "ombrelli", le varie props. Ci guarda curiosa, le dico che abbiamo un appuntamento per le 8:30. Lei non capisce, allora prendo la stampata dell'email di conferma e leggo: "appointment August 3 FRIDAY at 8:30".
 Fanculo. Dico "sorry. See you tomorrow" e ce ne andiamo. Chris non e' molto contento, come calumet della pace offro sosta da Starbucks per un cappuccino al latte di soya. Mi scuso diverse volte. Vengo perdonata. (Ripenso al post precedente e mi congratulo per essere capace di chiedere scusa quando commetto cagate, il che succede piu' frequentemente di quello che sarebbe preferibile.)

Ovviamente domani mattina ho altri 2 appuntamenti, uno alle 8, che dovrò cambiare...

Uno puo' avere tutti gli strumenti piu' avanti tecnologicamente, tutte le App più toste, ma lo strumento più importante rimane un cervello attento. Ovviamente per me e' una battaglia persa, a meno che quei geni di Apple non inventino un' app davvero rivoluzionaria, per noi madri incasinate, una microchip inserita nell'emisfero sinistro del cervello. Suggerisco il nome: ITHINK. Speriamo in bene.

6 commenti:

  1. a me e' capitato dall'oculista qualche mese fa: orario perfetto, giorno sbagliato, marito accompagnatore incaz...emmm leggermente infastidito. pazienza! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male che non sono l'unica... colpa dei figli, dai!!

      Elimina
  2. Dai, per una sosta da Starbucks, vale la pena sbagliare giorno!!! Il cappuccino con il latte di soya era il mio preferito a NY!!
    Comunque, iThink te lo promuovo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti... e pensa che voleva offrirmi lui il cappuccino... ora che lavora, fa sempre il brillante!! ma meglio cosi!!

      Pensi che IThink troverebbe un pubblico?? :)

      Elimina
  3. a te a questo punto farebbe comodo anche un'App tipo Iapologize... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indeed... IApologize, Ifuckedup, Ivelostmymind...

      Elimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!