mercoledì 12 dicembre 2012

E noi americani ridiamo!!

Il 6 novembre noi americani l'abbiamo scampata bella. Oddio, il verbo "scampare" presume il farcela per un pelo, e una differenza di quasi 5 milioni di voti e 126 "electoral votes" proprio un pelo non e'... ma diciamo che per noi che amiamo il progresso, noialtri "illuminati" che non abbiamo paura delle 50 sfumature di colore della pelle di chi ancora cerca di scappare dalla miseria del paese di provenienza per tentare la sorte in questi lidi, ecco noi abbiamo tutti tirato un sospiro di sollievo, ci siamo dati qualche pacca sulle spalle, e siamo tornati alla nostra vita normale...
Mi ero finalmente un po' rilassata, quand'ecco che dalla mia patria natia arriva la notizia che per qualche momento ho pensato fosse un pesce d'aprile anticipato, un momento "gotcha!" per tirare sul il morale degli italiani che, da quanto leggo, e' bassino...

Dopo diversi giorni di pizzichi sulla chiappa, non essendomi risvegliata, si vede che e' proprio vero: Berlusconi, 76enne liftato ed arzillo, nonostante una condanna recente a 4 anni di carcere, torna nell'arena politica italiana (ma l'aveva mai lasciata? Vabbe' che io ho una percezione diversa del passare del tempo, scandito soprattutto dai cambiamenti dei figli, ma quanto e' durata la disinberluscazione per l'Italia? Un anno? Dieci mesi?); solo su questo fatto ci sarebbero da scrivere libri, e di sicuro in molti lo faranno. Io mi soffermero' a quello che percepiamo noi negli US di questa situazione.

Anzitutto... lo sapete quante risate ci siamo fatti qui grazie a Berlusconi?  Per la famosa legge "Mors tua, vita mea" che ci fa' guardare chi sta peggio per trovare sollievo ("Che schifo Bush... ma almeno non abbiamo Berlusconi!"), per anni qui i comici/satiristi politici hanno utilizzato la marea di materiale creato dalle "avventure del cavaliere", quelle che ovviamente arrivavano sui nostri lidi, per creare momenti di estrema ilarita', i miei preferiti sono ovviamente quelli di Jon Stewart nel suo Daily Show, e quelli di Stephen Colbert del Colbert Show.
Eccovi un piccolo saggio di alcuni degli spezzoni in cui Berlusconi viene preso per i fondelli, e con lui chi lo ha votato, appunto da Stewart:

17 Febbraio 2011 La Douche Vita  (gioco di parole, dove "douche" fa' riferimento "douche bag" cioe' la lavanda vaginale...)
17 Febbraio 2011  La Douche Vita - Italian stereotypes  (per continuare la serie su "come ci vedono gli americani"....)
9 Giugno 2009  Silvio Berlusconi Affair (La relazione extra-maritale di Berlusconi)

E da Colbert (da ricordare che "interpreta" la parte di un "giornalista di destra" che ama essere oltraggioso...):

15 Febbraio 2011 Italian Bunga-bunga parties & Egyptian democracy (L'avevo gia' postato sul blog, ma e' da rivedere)
17 Giugno 2009  Alpha Dog Of the Week: Silvio Berlusconi (anche questo gia' postato; dove Colbert chiama Berlusconi "Ball-usconi" per le "palle" che ha dimostrato, inteso come "faccia tosta"...)

Quando Berlusconi se ne e' andato, e' stata una perdita per i comici.
Infatti, in questo pezzo su CNN, vengono spiegate le motivazioni perche' ai comici sarebbe mancato Berlusconi... ma non per molto!!

Infatti, la prima cosa che ho pensato quando ho letto del ritorno del Sith, e' stata "Non vedo l'ora che ne parlino in TV!" E come un orologio svizzero, poche ore dopo che avevo sulla mia pagina FB linkato un paio dei video di cui sopra,  ieri sera e' arrivata l'ultimissima puntata di Jon Stewart su Berlusconi, intitolata, giustamente, "Bungover 4" (altro giochino di parole, utilizzando il film "Hungover"...).

E' un pezzo stupendo. Ha toccato tutti i punti sull'ineleggibilita' di tal personaggio che probabilmente nessuno nei media italiani avrebbe il coraggio di elencare.

Una delle parti piu' ilari e' verso il minuto 2:23, in cui Jon, dopo che una giornalista annuncia che SB vuole candidarsi per la quarta volta, Jon dice "He was convicted of tax fraud... 6 weeks ago..." He' stato condannato per frode fiscale... 6 settimane fa..."

Poi al minuto 3:19, quando dopo aver detto che Berlusconi torna "per un senso di responsabilita'", Jon dice "If you had a sense of responsibility, you would have stopped at the seventh girl... You had eight! When had Berlusconi ever showed a sense of responsibility? His family crest is a guy shitting in a swimming pool!!""Se tu avessi il senso di responsabilita', ti saresti fermato alla settima ragazza... Te ne sei fatte otto!  (Riferimento alla notizia data poco prima, che SB aveva avuto sesso con 8 donne ad un bb party... Da morire il commento di Stewart "Sex with eight women? That is the worst Bond villain ever!""Sesso con otto donne? Questo e' il peggior "cattivo" dei film di Bond" e compare l'immagine di un poster da film di James Bond, intitolato "OCTOPENIS"... ) Quando mai Berlusconi ha dimostrato senso di responsabilita'? Il suo stemma di famiglia e' uno che caga in piscina!"

Spero che riusciate a capire abbastanza in questi 5 minutini (se no chiedetemi, e magari trovero' il tempo di tradurlo) le motivazioni per cui noi americani ci stiamo ora pisciando sotto dal ridere alla faccia dell'Italia.

ITALY WHAT ARE YOU DOING? Chiede Jon Stewart.

Ve lo chiedo anche io.

Rendeteci la vita piu' difficile, qui in America, fateci soffrire... invece di darci sempre munizioni per ridere dei vostri rappresentanti... ne abbiamo a sufficienza qui da farci ridere e piangere per anni...

Non votate Berlusconi. Ha 76 anni, anche se tra tinta, botox e lifting ne dimostra 75.
Lo dico contro il mio interesse, visto che amo scompisciarmi dalle risate, poi ora che ho la cittadinanza americana posso ufficialmente dire che me ne sbatto, e posso ridere senza compiere alto tradimento, delle scelte italiane: preferirei continuare a ridere degli idioti politici americani che pensano che la vita cominci 2 settimane prima del concepimento (legge in Arizona, vi ricordate quando ne avevo parlato?) o quelli che hanno il coraggio di dire che essere gay e' una scelta.... Non voglio piu' ridere dell'Italia, quando cosi' tanti italiani stanno piangendo.

Per favore, se avete anche solo una briciola di auto-stima, se riuscite a trovare anche solo un micron di orgoglio patrio, votate qualcun altro, non importa chi. Perche' a nessuno piace essere preso per il culo dal resto del mondo, soprattutto a causa di un criminale pedofilo.

The Daily Show with Jon StewartMon - Thurs 11p / 10c
The Bungover 4
www.thedailyshow.com
Daily Show Full EpisodesPolitical Humor & Satire BlogThe Daily Show on Facebook

5 commenti:

  1. sara' che io non mi sento per niente americana, ma di ridere non ne ho proprio voglia. Mi viene da piangere.

    valescrive

    RispondiElimina
  2. sì, una disperazione. spero in quel briciolo di buon senso che dovrebbe albergare in ognuno di noi. ma sono sempre stata un'illusa...
    chiara

    RispondiElimina
  3. Credo e spero che stavolta otterrà un pessimo risultato.
    Non sapevo che negli USA fosse così noto.

    RispondiElimina
  4. ...e questa è la prova che il vaudeville di Silvio è apprezzato all'estero.
    Ormai credo che sia "delusional"; manie di persecuzione, vede comunisti ovunque e va all'estero a farsi tirare la faccia in vista delle nuove elezioni, come se una bella confezione conferisse a una fossa biologica una dimensione glamour.
    Chissà se l'ha capito che il partito socialista, col quale andava a braccetto, non era esattamente un covo di figlie di Maria. Certo la Kuliscioff si sta rotolando nella tomba a sapere che Bettino si definiva "socialista", ma tant'è...
    Principalmente teme di finire in galera e ogni elezione è buona per allungare i tempi d'attesa... come se, del resto, potesse sfuggire alla Grande Livellatrice anche se, ormai, non è più biodegradabile.
    Onestamente sono contento che gli altri paesi ridano di noi; chissà che qualche betoniera di vergogna non ci sia salutare

    RispondiElimina
  5. verrà rieletto, avrà l'immunità e scamperà ai suoi processi (in particolare, quello che vede coinvolta una prstituta minorenne).
    Non dico che vincerà le eleioni, ma in realtà non gli serve vincere le elezioni. Gli serve solo sputare sull'italia, come ha sempre fatto.
    Lui è come quei soldati che uccidono e pisciano sui cadaveri. E glielo lasciano fare.

    RispondiElimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!