giovedì 27 novembre 2014

Grazie

Thanksgiving 2014: questa e' la foto che lo rappresenta.




In risposta al mio commento che sottolineava la solitudine di quest'opera d'arte ("Dov'e' il vostro di indiano, ragazzi?"), i grandi mi hanno detto che solo perché non me lo dicono o scrivono o disegnano, non vuol dire che non sia vero anche per loro. 
Allora grazie.
E' bello vederlo per iscritto, sentirsi amati così pubblicamente e' una bella gratificazione… che alla fine e' proprio il significato di questa festa. O forse il suo opposto, bo'…

Tuttavia, ci pensavo ieri, sono convinta che anche senza figli sarei stata felice. Seriamente. Rabbrividisco sempre un po' di fronte a chi dichiara che la propria ragione di vita sono i figli. No, no no! Ci sono, li adoro, ma prima di tutto ci sono io, che magari sto sullo sfondo, perché coi figli le priorità sono diverse. Pero' ci sono e la mia esistenza e' la mia ragione di vita. I figli sono il condimento che rende un buon piatto, anche uno mediocre, delizioso, ma un condimento da solo non e' appetitoso per niente. 

Solo una mia riflessione di fronte a chi mette al mondo figli per ricevere le gratificazioni, le soddisfazioni, le felicita' che gli mancano nella vita. 
Ne conosco diversi, e mi verrebbe voglia di prenderli a sberle… che errore. E che orrore.

Cosa volevo dire? Mi sono persa… 
Ok, quale migliore occasione del Thanksgiving, il Ringraziamento, per dirvi grazie? Grazie, amici del blog, perché ci siete, e quando mi sento sola, so che in realtà non lo sono. So che posso allungare la mano e virtualmente toccare le vostre. Un bel high five ci starebbe proprio bene, vero?

Grazie.


14 commenti:

  1. I miei figli sono la "cosa" più bella che abbia fatto finora nella vita.
    Non so se senza di loro sarei stata felice, ho sempre desiderato avere dei figli e non ho mai pensato ad una vita senza figli, magari senza marito....ahahahahhahahahahaha...scherzo.
    Passate una felice giornata e.......High Five!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Moky, penso che lo siano anche per me, la mia creazione più bella, più brillante. Ma dire, come ho sentito e sento dire da tanti genitori, che i figli sono la ragione della propria vita, mi spaventa. E a dire il vero, dovrebbero spaventarsi anche le persone che lo dicono (cosa fanno, si sparano quando i figli se andranno?) e i poveri figli di queste persone, che dovranno vivere la loro vita con un tale peso sulle spalle.
      Sono d'accordo sul discorso del marito…

      Elimina
  2. Certo che i figli sono importanti ma non si può di certo affermare che siano la nostra ragione di vita. Suvvia certe cose nemmeno a pensarle! Prima esistiamo noi come persone, ma poi che pensieri sono questi.
    Comunque sia Hight Five!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Drusilla, sapessi quanti genitori la pensano cosi, specialmente donne, ma anche uomini.. come se, se non avesser e un figlio, la loro vita non sarebbe degna d'essere vissuta… L'ideale, che cerco e fatico di trovare, e' un equilibrio tra me e la famiglia.
      High five to you too!! :)

      Elimina
  3. happy thanksgiving Monica :-)

    RispondiElimina
  4. Riflessione molto bella e condivisibile, anche se io figli non ne ho... ma non ho mai pensato di non poter essere felice senza (infatti...) :)
    ps che amore Violet!

    RispondiElimina
  5. Happy VEGAN thanksgiving!!!!

    RispondiElimina
  6. Scelto di non avere figli e tanto felice. :)
    Poi chissa'... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @SognoAustraliano: adoro questa parola, "scelta". E' importante quanto "libertà"…
      Il bello e' che poi uno e' "libero" di cambiarla, se e quando vuole, vero?

      Elimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!