domenica 19 luglio 2015

20

Oggi Chris ufficialmente non e' più un adolescente: i teens (dai thirteen ai nineteen) se ne sono andati così, tra alti e bassi, tra frustrazioni e gioie, tra paure e atti di coraggio e tutta la gamma di emozioni che esistono in mezzo, mentre io mi ritrovo con 7 anni in più, mio figlio e' ormai sempre più l'uomo che sara'. Lo vedo quasi pronto a prendere in mano il volante della sua vita, da solo, nella direzione che scegliera'.
La condizione di genitore, garantisce la costante preoccupazione per i figli, ma sono pronta da un po' all'idea di lasciarlo volare da solo, e' da tanto comunque indipendente in tanti aspetti della sua vita, che mi sono abituata all'idea... Penso che sia arrivato il momento. E sono convinta, dai segni che ci ha dato ultimamente, che ce la farà.

Chris e' nato il 19 luglio di 20 anni fa, alle 5:25 del mattino, dopo forse 5 ore di travaglio iniziato quando, dopo mezzanotte, avevo detto a J "mi sa che questa e' una contrazione vera"; entrata in ospedale alle 3:30, lui e' arrivato meno di due ore dopo.
Eravamo a casa, tutti e 3 insieme - una famiglia finalmente! - poco più di 24 ore dopo (20 anni fa, per una nascita vaginale senza complicazioni, le mamme venivano dimesse in 24 ore!), ed il mio viaggio di madre era iniziato ufficialmente.

20 anni. Quanti ricordi, si accavallano tutti...

Mi ricordo la mia felicita' quando per la prima volta, dopo l'operazione di chiusura del palato, era riuscito a succhiare dell'acqua da una cannuccia. Aveva 13 mesi.

1996: allo zoo di Santa Barbara

Me lo ricordo quando giocava con i pupazzetti di Spiderman... me lo ricordo quando imparava a giocare a UNO con le carte per bambini dei Rugrats... me lo ricordo che saltava addosso al padre sempre pronto a giocare a "fight"... me lo ricordo quando alla fine della prima aveva ricevuto il premio "happiest kid in class", il bambino più felice della classe... quanti ricordi. Troppi, forse...



Lui e' il mediatore della famiglia, quello che in situazioni difficili e tese trova il compromesso.
Lui e' quello che inventa(va) giochi ed avventure.
Lui e' quello che, a nemmeno 12 anni, ha "fatto da guardia" alle sorelle ad Heathrow, quando durante un layover di 7 ore, ho dovuto per ovvie ragioni andare in bagno e loro si erano addormentate.


1997: alle Cinque Terre
                        
                        1997: sulle gambe di Daddy, in giardino nella casa di Ventura, CA
   

             
 
1997: a Milano coi nonni
Estate 2000: aspettando Vivian :)

Lui e' quello che si sta pagando la macchina tutti i mesi. Da prima che avesse 17 anni.
Lui e' quello che da più di 3 anni lavora e va a scuola (inclusi tutti i weekend).






















                                          
                         
Lui e' quello che non chiede mai niente, e si accontenta di quanto riceve.
Lui e' quello dalla pazienza infinita. Con me, col padre, con le sorelle, coi colleghi, coi clienti, con tutti.
Lui e' quello sempre pronto a fare una battuta e a ridere, anche di se stesso.

2005: legge un libro alle sorelle prima di andare a dormire...


In Arizona

2008

2010:horsin' around
.
2009
     



Halloween 2012


Maggio 2015: Grand Canyon


Lo amo, ma si sta avvicinando il momento in cui se ne dovrà andare e, sono sincera, in un certo senso non vedo l'ora, non perché voglio che se ne vada di casa, ma perché e' giusto che sia così. Lui comunque vive già indipendente da noi, e sono pronta: quando sara' il momento, spero che verra' confermato che abbiamo fatto un discreto lavoro nel crescerlo, che tutte le notti insonni, i predicozzi, le  incazzature e i momenti passati insieme sono serviti, lo abbiano aiutato a diventare un uomo... così come essere sua madre ha aiutato me a diventare una donna, e una mamma, migliore.

Compleanno al lavoro :D

Auguri ancora, Chris! Non vedo l'ora di vedere i tuoi prossimi 20 anni! E quelli dopo! :)