venerdì 11 gennaio 2008

Cynical me!

Rileggendo il post di ieri sera, un po' sibillino ma neanche poi tanto per chi mi conosce e conosce la mia storia degli utlimi mesi, mi rendo conto di aver toccato un nervo dolente nella vita di qualsiasi coppia, cosi' dolente che pochissime persone riescono ad ammetterlo non solo ad altri , ma soprattutto a se stesse. E' definitivamente mooolto piu' facile vivere nella negazione e relegare i propri sentimenti negativi nei remoti meandri del cervello, lo so perche' l'ho fatto anch'io e lo faccio ancora, a volte. Tacere e voltare la testa dall'altra parte e' il rimedio piu' diffuso per sopportare situazioni imperfette. Nessuno ne parla comunque, per cui le persone affette pensano di essere sole, le sole a soffrire. E' sufficente che qualcuno abbia il coraggio di parlarne ed aprire il suo cuore, che ecco un effluvio, la diga si apre ed altre persone si fanno avanti con situazioni simili ed altrettanto confuse e dolorose. Si dice "mal comune, mezzo gaudio", ma il condividere e' importante non per cercare una mezza soddisfazione, ma perche' e' solo parlandone che si riesce a capire, a capirsi e magari perdonarsi, si riesce a trovare una soluzione. "Two heads are better than one", specialmente tra noi donne, che ingoiamo di tutto pur di far funzionare i nostri matrimoni o relazioni: parliamo tra di noi, ma parliamo della verita' non di quello che vorremmo fosse vero; basta vivere la vita come se fosse una di quelle Christmas Newsletter di cui ho scritto un paio di giorni fa. Ogni tanto e' bello raccontarsi le favole, ma sono sicura che ci sarebbero meno persone depresse in giro se la verita' fosse rivelata: "Pretty Woman" e' una favola, dovrebbero fare il sequel, e vedere come stanno adesso, 20 anni dopo, Edward e Vivian... cosa e' successo... si amano ancora? Dormono insieme? Sicuramente Edward e' diventato 200kg... insomma, il "Vissero sempre felici e contenti" e' un finale cosi' lontano dalla realta', qualcuno deve essersene accorto, no?
Cinica, cinica Monica!!
Anyway, ieri sera il nuovo episodio di Grey's Anatomy e' stato powerful come al solito, vero e "raw". Derek e Meredith... be', non racconto niente, dico solo che quando si ha paura di lanciarsi in territori sconosciuti, si rimane a bocca asciutta!! M.

p.s.: Che gran figo Patrick Dempsey!

4 commenti:

  1. Cra Moky, rispondo circa i biglietti di auguri, qui' a Milano non se ne trovano piu' da anni, è una tradizione che è quasi del tutto finita, si telefona o si invia e-mail oppure si scrive una lettera interessandoci della situazione del destinatario, aggiungendo anche gli auguri varii, ma il "presunto" contatto è molto piu' ampio. Mami e papi

    RispondiElimina
  2. Ciao Moky, ho letto un po' il tuo blog, cosa che non avevo proprio potuto fare prima.
    La tua realtà è talmente lontana da quella che l'Italia oggi, che la capisco solo perchè ho vissuto qualche tempo negli States, in Michigan, anche se 9 anni fa (un'altra cosa in comune: ho mezza famiglia negli States).

    In ogni caso il tuo incoraggiamento sull'essere vegan mi fa molto bene, e inoltre le tue parole sulla vita le tengo bene a mente: ognuno fa tante esperienze diverse, e anche quello che tu racconti di te mi insegna qualcosa.

    Spero non ti dispiaccia se ti linko: è un segno di simpatia, e spero non ti dia fastidio.

    Zion

    RispondiElimina
  3. Zion, hai proprio ragione, la realta' qui negli US e' molto diversa da quella in Italia, mi piacerebbe poter vivere uqlche mese qui e qualche mese a Milano, per essere bilanciata!!! Visot che sono un po' piu' ... vecchia di te (ouch!), quello che voglio ricordarti che ogni scelta, sia che provochi un cambiamento sia che lo fermi, deve essere una TUA scelta... e a meno che non coinvolga il benessere di altre persone, sei sempre libera di scegliere quello che mangi, quello che indossi, quello che leggi, quello che preghi... da quello che ho letto mi sembri proprio una persona con i cojones, che non si fa condizionare... e certo che puo linkarmi, grazie per l'onore!!

    RispondiElimina
  4. Son capitato per caso, scrivo come acquachiara ma sono un maschio :-)
    Non è semplice affrontare un'argomento di questo livello, credo non si posa generalizzare, bisognerebbe conoscere a fondo la partenza della situazione, il perchè profondo della decisione di mettersi insieme, certo il tempo passa e le cose cambiano, ma spesso decidiamo di metterci con una persona proprio su delle basi variabili che il tempo modifica.
    Sicuramente la colpa non è mai da una parte sola, se pur non facile la logica suggerirebbe di cercare un chiarimento, il problema resta in quanto siamo veramente disponibili da accettare le conseguenza di questo chiarimento :-)

    RispondiElimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!