martedì 29 gennaio 2008

Neurone o silicone?

Oggi sono andata dalla parrucchiera, per taglio e... ahem... colore, visto che ormai il bianco impazza... Il negozio e' nuovissimo, la parrucchiera una stanga bionda, alta e molto carina, tra l'altro una delle poche persone conosciute finora che sono nate e cresciute a SV. Le ho dato carta bianca e questo e' il risultato... un po' "poufy"per i miei gusti ma non troppo osceno... la cosa che mi piace di piu' e' che finalmente non ho piu' la frangia corta, che alla fine mi rompeva.

Mi ricordo che, dalle medie in poi, non mi sono mai piaciuta troppo, sono sempre stata insoddisfatta del mio "look" (o della mancanza di un look) e invidiavo terribilmente amiche e non, perche' o erano bionde, o erano alte, o erano disinvolte o disinibite, oppure avevano in capelli mossi mentre io avevo degli spaghetti da fare invidia alla Barilla... poi ovviamente, i gentili maschietti coetanei ti fanno notare la tua scarsita' nel campo curvaceo, cosa che sicuramente non innalza la propria self-esteem... poi c'e' l'amica che ha delle belle dita dei piedi e li mette in mostra con lo smalto, mentre io soffro di un caso rarissimo di alluce obeso e nascondo la mia vergogna con scarpe sempre chiuse, quell'altra che ha il nasino all'insu' e le lentiggini, mentre io mi ritrovo il naso di mia mamma "che piscia in giu"e le cosce troppo ciccie, le ginocchia un po' indentro (e' una parola sola? mah...), i peli che crescono dove non dovrebbero... insomma, crescere come donna 30 anni fa non e' stato assolutamente facile. Non che sia diventato piu' facile adesso, anzi. Gli standard estetici a cui dobbiamo rifarci noi donne sono cosi' elevati che anche quei pochi esemplari femminili che sembrerebbe abbiano tutte le caratteristiche dettate da questo presupposto modello estetico occidentale, si sentono delle merdacce e vanno a rifarsi le tette, il naso, il mento, le chiappe, e adesso poi va di moda qui il ritornare vergini... robedapazzi!
C'e' pero' una cosa che non ho mai invidiato a nessuno, di cui anzi sono sempre stata fiera, e non per arroganza o per un falso senso di superiorita', no, ma perche' mi ha permesso di confrontarmi ed affrontare a pari livello persone e situazioni molte volte totalmente "out of my league", in qualche modo migliori di me: il mio cervello. E per questo ringrazio il cielo, i miei , le mie sorelle, gli insegnanti che hanno compiuto il loro dovere e mi hanno insegnato, gli amici da cui ho, quasi senza saperlo, imparato tanto, la curiosita' che mi spinge sempre a cercare una risposta alle mie domande, l'amore per la parola scritta, persino quella che leggo sul retro della bottiglia di shampoo ...
Si' perche' per cambiare colore ai capelli e misura di reggiseno c'e la soluzione (e c'e' pure a chi piacciono gommose, mi dicono), ma alla carenza di materia grigia funzionante ancora non si e' travata un'operazione...
Ci sono ovviamente casi in cui un cervello funzionante e' collegato ad una bella figliola, ma in questi casi l'interesse e l'attenzione di tutti sono cosi' concentrati sull'aspetto esterno, che e' molto difficile per l'esemplare suddetto utilizzare la sola parte del corpo che abbia neuroni... e alla fine deve tenerlo chiuso in scatola e nasconderlo fino al raggiungimento di un'eta' in cui il resto del corpo, ormai arresosi alle intemperie del tempo e ai danni irreversibili causati dalla forza di gravita', non abbia piu' alcun valore.
Io per conto mio bombardo Emily e Vivian con l'idea che essere intelligenti ha piu' valore che essere "carine" gia alla loro tenera eta', ma nello stesso tempo sottolineo l'importanza di prendersi cura della loro apparenza, senza bisogno di confrontarsi con modelli irraggiungibili di celluloide (o silicone).
Per dirla con Judge Judy, una che proprio non te la manda a dire: beauty fades, stupid is forever!

10 commenti:

  1. Cara Moki, ti riallacci all'essere o avere di Eric F. Gia' decenni fa si diceva: "E' bella ma stupida".
    Io sono sempre stato affascinato (come uomo ..non come marito) dalle donne non per la bellezza, ma per il fascino..e il fascino esula dalla bellezza fisica. Una donna affascina (e penso anche l'uomo...ma non sono interessato a quest'ultimo)per come sorride, per come guarda, per come interessa con argomentazioni interessanti, ilari e colte (like you Moki) Papi

    RispondiElimina
  2. C'è stato un tempo in cui i miei canoni non proprio estetici mi facevano star male, adesso però non me ne importa assolutametne niente e per certi versi mi piaccio pure! Ho sempre cercato di far leva su qualcos'altro rispetto alla bellezza per avere l'approvazione degli altri e ripensandoci bene poi quest'accettazione non mi interessa mica poi tanto....l'importante, per farsi voler bene, è volersi bene.

    RispondiElimina
  3. sei forte! concordo con tutto ciò che hai scritto e con tuo padre ... e poi ... tutto questa esteriorità prima o poi cade e aiuto!!!! se non c'è niente altro.

    ps. che bello leggerti!

    RispondiElimina
  4. E' difficile trovare una persona veramente soddisfatta del proprio aspetto fisico...anche le bellone in televisione dicono che loro hanno dei difetti(chissà se sono sincere!!!)io in compenso non solo sono insoddisfatta del mio aspetto ma a differenza di te anche della mia intelligenza....vorrei tanto sapere di più su ....tutto....

    RispondiElimina
  5. - Marta: Sul fatto che siamo tutte in un certo modo sempre alla ricerca dell'approvazione dell'altro sesso (o dello stesso sesso, dipende dalle tendenze...), non c'e' nessun dubbio, anche quando diciamo che non e' vero. Pero' e' molto piu' importante piacersi, come dici tu, anche se di solito ci vogliono anni di esperienza e maturita' per arrivarci. Dimsolito intorno ai 40, no? E' successo cosi' anche per me! Solo amando se stessi si puo' riuscire ad amare davvero "il prossimo".
    - Papi: e' vero anche per noi femmine verso i maschi...
    - Alessandra:grazie, grazie...ti canto la canzoncina che ho inventato per le mia bimbe: "We are girls, we are beautiful, we are strong and smart!" E la cantiamo spesso insieme...
    - Suysan: hai centrato il punto, esattamente. Anche le bellone in tv e immagino a Hollywood etc, dicono di avere difetti, e sai che ci credo? Anche se poi in pubblico agiscono come se fossero delle divinita'... Il fatto poi che sei insoddisfatta della tua intelligenza e' sicuramente un segno di intelligenza... lo sai ma non ci credi, ed e' ci giurerei il risultato del mondo in cui noi donne siamo cresciute... tanto per confermare, la tua intelligenza e' cio' che ti ha reso "famosa" nella blogosfera, per il modo in cui riesci a guardare a te stessa e alla tua vita con profondita' ed umorismo...

    RispondiElimina
  6. evviva il neurone, che brava mamma!
    :)

    Zion

    RispondiElimina
  7. quando ero adolescente non mi piacevo, oggi si. Non lo dico perche' sono egocentrica, anzi.
    Non uso creme, non faccio trattamenti, sono semplice. Ed ho iniziato ad apprezzare piu' cose di me da quando ho imparato a volermi bene...oggi mi interessa solo cio' che penso io di me non quello che pensano gli altri, marito compreso. Io sono me stessa in tutto..

    buona giornata

    RispondiElimina
  8. Zi e Gi, se solo i governi del mondo fossero nelle mani di donne, madri, sorelle come noi... moltissimi problemi sarebbero risolti!!

    RispondiElimina
  9. Cara Moky, mi sembra che alla tua età tu non abbia niente da invidiare a queste americane che sono troppo grasse, troppo siliconate o troppo "casa nella prateria". Noi italiane siamo esotiche (almeno per i loro criteri) e quindi bellissime! E poi tu hai un fisico da fare invidia a una ventenne! :) Ma al di là di tutte queste cose, quello che per me ti rende unica è il tuo blog, sempre interessante e pieno di spunti di riflessione. Tutto mi lascia pensare che dietro questo blog ci sia un bel cervello in piena attività, e poi da giornalista devo proprio farti una confessione: scrivi meglio tu di molti dei miei colleghi!

    RispondiElimina
  10. Aelys, grazie... wow, sono quasi arrossita (cosi' come te, che in questo momento ti stai abbronzando a Maui...). E' vero, gli americani pensano che gli italiani siano esotici, quando era uscito il film Under the Tuscan Sun, non ti dico tutte le mie amiche e conoscenti che mi chiedevano se gli italiani fossero tutti come Raul Bova... ahem... non proprio... certo che come atteggiamento, forse si'... anyway, ho sempre adorato leggere, ora ho scoperto che mi piace scrivere...

    RispondiElimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!