lunedì 14 gennaio 2008

Canzoni di Baglioni


Sabato abbiamo visto il film "The Holiday", con Cameron Diaz, Kate Winslet, Jude Law (YUMMY) and Jack Black. Come si dice qui, un "feel-good movie", una commedia romantica con reminiscenze da Bridget Jones' Diary (sara' forse l'accento britannico..), quindi mi e' piaciuto. Kate Winslet e' una delle poche attrici in Hollywood che non ha paura delle sue "curve", e probabilmente per gli standard di Tinseltown e' considerata paffutella, ma secondo me' e' molto bella! (Tie', anche la rima ho fatto).
Anyway, il motivo per cui accenno a questo film e' perche' il personaggio interpretato da Cameron Diaz non riesce a piangere. L'ultima volta che lacrime sono scese dai suoi occhi e' stato quando aveva 15 anni e i suoi le hanno detto che divorziavano; anche per me piangere e' diventato negli ultimi tempi molto difficile, piango una volta ogni tanto, di solito per frustrazione o per auto-commiserazione, quindi mi sono trovata ad identificarmi con questo personaggio (anche se non sono una stangona superfiga bionda...). A volte mi spavento, ho paura di essere diventata fredda... ma ieri pomeriggio, ho avuto la prova che il mio cuore non e' diventato quello del Grinch...
Alle 2:30 pm decido di fare una "scappata" a Bisbee dove c'e' un Health Food store da sola, visto che nessuno voleva accompagnarmi : ottima occasione per provare il nuovo stereo che J ha installato per me qualche giorno fa. Allora prendo qualche cd a caso e una volta in macchina, mi rendo conto di avere preso la raccolta di Baglioni degli anni '70 che avevo comprato quest'estate a Milano... canzoni c he non sento da una cifra.
con il volume a manetta, mentre ammiro come al solito la bellezza delle Huachuca Mountains e poi delle Mule Mountains e il Messico a pochi kilometri, le note famigliari di Sabato Pomeriggio mi circondano... e i ricordi di una vita e forse piu' fa mi assalgono e le lacrime cominciano a scorrere... non mi sono quasi neanche accorta... poi inizia E tu... tutte canzoni con parole che, quando le ascoltavo perche' mia sorella maggiore le ascoltava e non avevo scelta, non capivo, ma che ora, 30 anni dopo, hanno un significato vero, tangibile, vissuto... quando poi e' arrivata Solo.... allora ho ringraziato il cielo che su quella parte della Highway 92 si puo' andare a 65 miglia all'ora e nessuno, neanche i vari poliziotti e border patrol agents nascosti lungo la strada , potevano vedere la faccia tutta rossa mentre cantavo a squarciagola, lacrimando come non avevo fatto da tempo!!! Un karaoke da dimenticare!!!
Mi chiedo come mai delle vecchie canzoni hanno avuto questo potere su di me e la prima risposta che mi viene in mente e' che sono delle belle canzoni dal messaggio eterno... ma c'e' dell'altro. Le memorie legate a queste canzoni sono di quando ancora avevo tutta la vita davanti e ancora mi immaginavo storie romantiche, amori incredibili, e sempre sempre il finale da fiaba. Ora che ho vissuto le mie storie romantiche, e che i miei amori incredibili sono ormai un ricordo, piango perche' non potro' mai piu' provare le emozioni profonde e fuggenti che fanno parte delle prime fasi dell'innamoramento... mi addolora rendermi conto della monotonia sentimentale che mi aspetta nel futuro... la sicurezza di essere amata, coniugata (!) alla mancanza di scossoni sentimentali... how exciting. E' come se a 41, sposata da 14, con 3 figli, stia aspettando l'arrivo di un altro principe azzurro... THIS IS INSANE!!
Be', e' ora di fare colazione. Con Baglioni quale colonna sonora!

8 commenti:

  1. Forse non avrai piu scossoni sentimentali e non avrai accanto a te il principe azzurro ma vuoi mettere le emozioni che ti possono dare tre figli? con loro avrai ancora tanto tempo per emozionarti....per piangere...per ridere........
    un abbraccio Suy

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, Suy, ma ci sono giorni in cui non basta... Un abbraccio anche a te!

    RispondiElimina
  3. a volte (non dico che sia il tuo caso) ci si può rinnamorare della persona che abbiamo a fianco, sarebbe più facile se si mettesse a dieta e provasse a riconquistarti.
    Immagino sia fantascienza però forse potresti provare a convincerlo. Da qualche parte dovrai pur ricominciare...è che tutti vogliamo essere amati. Penso anche tuo marito sarebbe più felice. Perchè non provare a tempo debito a spiegargli questa cosa?

    Forse è ingenuo da parte mia parlare così, me ne rendo conto. Però non puoi abbandonare ogni speranza, altrimenti ti condanni a una vita senza amore, mentre invece tutti lo meritiamo. Non so quanto parliate tu e J...ma se avete voglia di affrontare argomenti importanti, forse vale la pena inserire questo nella lista.
    Ci vuole tanto tatto tanta pazienza...faccio il tifo per te!

    Zion

    RispondiElimina
  4. Ascoltare Baglioni senza farsi un bel pianto è asolutamente impossibile. Soprattutto quando ascolto Via, Avrai, Mille giorni di te e di me. Ho iniziato a piangere sulle sue parole quando avevo 12 anni e dopo 30 anni lo faccio ancora. E' bello vedere come certe cose non cambiano mai ;-)
    Per quanto riguarda il tuo rimpianto per le emozioni che non vivrai più, le farfalle in pancia, il cuore che batte all'impazzata, la voce che muore in gola...anche io a volte ci penso con una vena di malinconia. Ma penso anche che ogni stagione della vita è bella per quello che è e per ciò che ci fa vivere, senza rimpianti ma guardando al presente. Le emozioni cambiano ma ci saranno sempre: per i tuoi figli, per te stessa, per la natura meravigliosa che ti circonda. Il tuo cuore batterà sempre per qualcosa.
    Un abbraccio
    Gallina

    RispondiElimina
  5. Cara Moki, non perdiamo mai l'appuntamento pomeridiano col tuo Blog, è entrato nella nostra vita ...come il telegiornale. Sono fiero di te...e anche mamma,fiero di una figlia come te capace di portare a conoscenza di altri, che ne trarranno beneficio, sensazioni dell'anima, riflessioni e previsioni varie per una vita breve ma gia' avventurosa. Ti dissi gia' una volta che tu sei una vincente, anche i vincenti piangono nei momenti di crisi....ma poi tornano a vincere. Sei giovane e hai tutto il tempo per tornare a fremere. Ora goditi i bambini, la gioia piu' grande. Mami e papi. Sappi che ti vogliamo un bene enorme

    RispondiElimina
  6. I don't think it's insane... we always need our little piece of fairytale... Te lo dice un'esperta! ;-)

    @gallinavecchia: 1000giorni di te e di me è una poesia; avrai mi strappa il cuore ogni volte che la ascolto...

    RispondiElimina
  7. Ciao Moki, sto leggendo praticamente tutto il tuo blog e sono arrivata solo a gennaio 2008... ho deciso di commentare su questo post perché... anche io piango come una pazza quando ascolto Baglioni!!
    Ho 40 anni e ho fatto le tue stesse riflessioni sul perché succede...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fra, e grazie per l'interesse per la mia storia, i miei deliri. Benvenuta!
      Penso che condividere le nostre emozioni sia importante, perché e' raro trovare testimonianze dove la relazione di coppia non sia dipinta come idilliaca o vicino alla perfezione.
      Rileggendo il mio post a più' di 4 anni di distanza mi rendo conto come sia cambiato il mio modo di reagire e confrontarmi con una situazione sempre imperfetta e con le mie insoddisfazioni. Ma Baglioni mi da sempre i brividi.... :)

      Elimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!