giovedì 16 febbraio 2012

Un po' in ritardo ma... Happy 100th Birthday, Arizona!!

Stamattina ho dovuto portare Vivian a scuola in macchina presto (tutte le quinte della sua scuola sono andate a Tucson per visitare la "Math, Science and Technology  FunFest") e cosi' mi sono goduta un'alba stupenda, come solo il cielo terso, l'aria fredda e  l'assenza di edifici e altre costruzioni di questa parte di  Arizona possono offrire. E cosi' ho pensato a quanto ami questo stato... di cui mi sono dimenticata di celebrare il centenario!!

E si', cento anni fa,  il 14 Febbraio  1912, l'Arizona cesso' di essere solo un "territorio" famoso per le miniere di rame, di argento e la patria di banditi, sceriffi e prostitute,  e divento' ufficialmente il 48mo stato degli USA (l'ultimo stato "contiguo"), dopo il New Mexico cui per poco rischiava di far parte...

L'Arizona e' uno stato affascinante, ancora fortemente selvaggio,  con paesaggi,  colori e  natura cosi' diversi da quelli cui siamo abituati in Italia che e' impossibile non rimanere a bocca aperta di fronte alla sua vastita' e bellezza... ed e' altrettanto impossibile cercare di descriverne le qualita'. Bisogna viverle.

Quando si parla di Arizona, tutti pensano al deserto, e generalmente l'idea che molti italiani hanno e' quella del deserto di dune sabbiose, come il Sahara  (lo so perche' mi raccontava mio padre che conoscenti gli chiedevano come facciamo a vivere tra le sabbie del deserto...), in realta' grazie alla presenza di alcuni corsi d'acqua e dei monsoni che ci inondano di pioggie durante i mesi di luglio e agosto, piante ed animali hanno imparato ad adattarsi e sopravvivere e flora e fauna molto particolari abbondano.
Il clima in Arizona va dalle estati di Phoenix e della Sun Valley con temperature africane (ma inverni mitissimi)  agli inverni freddi e nevosi dei plateu del nord Arizona, da Flagstaff a Pinetop e Alpine, dove si puo' sciare... Su Mount Lemmon, cioe' la punta piu' elevata delle Santa Catalina Mountains ad est di Tucson, si scia da dicembre a marzo/aprile (sciare a Tucson? Incredibile!); noi speriamo un giorno di riuscire ad andarci tutti quanti, non tanto per sciare ma per far vedere la neve a Violet!!

Cosa c'e' da vedere in Arizona? Il Grand Canyon, con lo "Skywalk" e la sua ferrovia, Fagstaff e il Meteor Crater, il "Petrified Forest National Park", il Saguaro National Park (east e west), Lake Powell, Monument Valley ... Una guida sui posti da visitare la trovate qui
E il cielo sopra l'Arizona e' indescrivibile, bisogna viverlo....

Insomma, in occasione del centenario del mio (ultimo) stato adottivo, incoraggio chiunque sia interessato a visitare gli Stati Uniti a lasciar perdere le solite mete turistiche, si' la California e' bella ma il traffico e' micidiale, per non parlare del "big one", la spada di Damocle sismica che potrebbe cadere in qualsiasi momento... Miami e' vivace e' colorata, ma evitatela da giugno a novembre, a meno che non vi  interessi studiare gli uragani.... New York e' interessante ma e' come una Milano gigante pompata di steroidi, e il traffico e l'inquinamento sono anche peggio della California....

... venite invece in Arizona, dove gli spazi abbondano, l'aria pulita e la natura e' ancora sovrana!

7 commenti:

  1. A me l'Arizona fa venire in mente Tex Willer !!!
    Comunque sì, prima o poi la devo visitare (come voglio visitare anche la east coast, la Florida e tutto il resto!)

    ---Alex

    PS = e comunque a me NYC piace tantissimo! ;-)

    RispondiElimina
  2. @ Alex: si', Tex Willer, esattamente!! Quei paesaggi li'... In effetti, tutti gli US sarebbero da visitare... e NYC piace anche a me, ma essendo il suo fascino completamente "man-made", be', la trovo anche molto soffocante.
    Cercavo di portare turismo da queste parti, perche' tutti gli italiani vogliono andare a NY o LA, ma a me piacciono in piccole dosi... come quelli che vanno in Italia e visitano Venezia e Firenze, senza sapere che ci sono migliaia di altri posti forse anche piu' interessanti... (e io ADORO Venezia...

    @ MArica: si' e' vero, facciamo tutti gli scongiuri... dopo il terremoto di Northridge del '94, mi ricordo i miei che mi scongiuravano (quasi) di andarmene dalla California!! E io gli dicevo: e i terremoti in Friuli? E in Sicilia?... Certo che pero' a pensare alla San Andreas' Fault... (ritocchiamo ferro...)

    RispondiElimina
  3. sarei d'accordo con marica :)
    valescrive

    RispondiElimina
  4. phoenix è anche il setting di Medium (la serie tv..) no? mi chiedo sempre - quando lo vedo - se pure tu incontri assassini e fantasmi a iosa in arizona ! :-)

    RispondiElimina
  5. Cara Moki, i tuoi blog sull'Arizona e, specie quest'ultimo mi rendono di buon umore. Effettivamente quando son venuto li mi apprestavo a vedere il deserto con le dune...deserto ?...nooo praterie come quelle che vedavamo nei films western. Il cielo come lo racconti tu, l'aria tersa, il traffico inesistente, la tranquillita' e l'immensita' del paesaggio e ...TOMBOSTONE, quante volte l'ho ripetuto, vale la pena di venire in Arizona solo per passare una giornata appunto a Tombstone. Pero' bisogna prima conoscerne la storia. Per fortuna me l'avevi raccontata tu e percio' io ho passato la una giornata da sogno, sogno che continua ancor oggi. Ho ripreso a guardare films western, ora li vivo direttamente. Grande Arizona...e non dimentichiamo Sierra Vista...una visitina veloce a Loma Ventosa è consigliabile...accoglienza ottima. Un abbraccio da papi e mami

    RispondiElimina
  6. sono d'accordo con te, questo stato e' un vero incanto. e poi e' bello vivere nel far west! e fare festa al lavoro perche' e' il "rodeo day". Forte, no?
    Letizia

    RispondiElimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!