martedì 23 marzo 2010

Coscienza e anche un pochino di coraggio

Perche' qui una vita tranquilla e' solo un'utopia, nei prossimi giorni c'e' in programma di tutto.
Cominciamo con l'avvenimento piu' vicino, e cioe' quello di giovedi', tra 2 giorni quindi, quando J finalmente dopo un anno e mezzo di pressioni mie e di amici, ha acconsentito a fare cio' che 16 anni fa non voleva nemmeno far fare al nostro primo gattino, Simba: si', si' avete indovinato, si tratta della vasettomia (vasectomy), cioe' la sterilizzazione volontaria!!
Con un coraggio che non mi sarei mai aspettata, sicuramente aiutato dalla visione patetica della zombie sottoscritta alle 2 dell'ennesimo mattino con la fagiolina in braccio, cantando "ninna-o" avanti e indietro per la casa, ha deciso di "attaccare" l'operazione ad un'altra che deve fare per salute, e snip-snip, diventera' grazie al cielo, infecondo!

Non so come sia considerata questa scelta in Italia, ma qui la sterilizzazione volontaria sia femminile che maschile e' abbastanza popolare, almeno tra le mie conoscenze. E' persino coperta, almeno parzialmente, da molte assicurazioni sanitare (cosi' come il viagra... pero' non la inseminazione artificiale... i soliti due pesi, due misure tra uomo e donna, altro che eguaglianza!...)
Sono contenta perche' a dire il vero mi sono anche rotta di prendere la pillola, (cosa che faccio da troppi anni), e di smetterla ogni tanto sia per disintossicare il corpo che per evitare effetti secondari (il che ha causato l'effetto secondario a sorpresa che chiamiamo Violet!), e anche se, come "frequenza" siamo a livelli normali di coppie sposati dall'era Giurassica (cosi' sembra), mi sembra che sia arrivato il momento che anche lui si prenda le sue responsabilita'. Poi comunque abbiamo raggiunto il limite umano (mio) di sopravvivenza. Tra l'altro e' un'operazioncina che non richiede permanenza ospedaliera, dovra' solo trascorre il week end con la borsa di ghiaccio sui "gioielli" (a.k.a. testicles, balls, nuts, 'nads etc. >>> piccola lezione di inglese "a la" Palbi...)

A dire il vero, un po' mi dispiace perche' capisco il senso di finalita' che un'operazione del genere comporta; non che volessimo altri figli, anzi, pero' vedo in questo la fine ufficiale di un capitolo, quello della procreazione, della creazione della famiglia. E non mi sento proprio pronta. Non tanto a chiudere questo capitolo, ma ad iniziare quello che segue. L'ho gia scritto altre volte, la strada che mi sta davanti e' piu' corta di quella alle spalle. Visto che la dovro' percorrere assieme a 4 figli di eta' assortite e ad un marito che, pur con le sue gigantesche imperfezioni, e' disposto persino al sacrificio supremo, la prevedo interessante.

Invecchiare, brrrr...
Ma forse non mi fa cosi' tanta paura, no. Vorrei solo farlo in modo dignitoso, lontana dalle ridicole punture di botox (a proposito, vi siete resi conto che c'e' il suffisso "tox" nella parola, vero? Qualcosa vorra' pur dire, no? E per chi e' contro a vivisezione e ad esperimenti su animali, sappiate che il controllo del botox prima che venga venduto ai vari chirurghi, il controllo per confermare che sia dosaggio sia giusto ed efficace, viene effettuato con l'iniezione del botulino in cavie etc, che non sopravvivono. Alex, commenta se sto dicendo una cagata pazzesca, ma mi sembra di averlo letto da qualche parte, my memory's failing me...), lontana da ridicole operazioni dove tirano di qui e di la' prima di lasciarti con la faccia scolpita e incapace di esprimere emozioni.

Quando Violet compira' 18 anni e si diplomera' dalla High School io avro' ben 60 anni (holy shit!) e J 65 (double holy shit!). Forse il nuovo capitolo si intitolera' "Nonni"...

Adesso ho paura!!

15 commenti:

  1. Innanzitutto un grande in bocca al lupo a J. !
    E' vero, per quanto ne so io qui in Italia (ed immagino pure nel resto d'Europa) la vasectomia non è molto popolare o diffusa.
    Che sia una forma di machismo oppure pura ignoranza, beh non so. Del resto anche l'analoga operazione femminile (la legatura delle tube) non credo sia più popolare.

    Per quanto riguarda le preparazioni a base di tossina botulinica, la Farmacopea Europea (le norme ufficiali che regolano come devono essere prodotti e testati i vari farmaci) stabilisce vari sistemi alternativi all'uso dei topi per la determinazione della potenza del preparato. Ovvio che le case produttrici usino quello che costa meno e di solito i topi da laboratorio costano un sacco... Lascio a te la conclusione.

    In ogni caso la tossina botulinica è usata principalmente per curare gravi malattie, l'uso cosmetico è veramente una cosa secondaria ma soprattutto non ufficialmente riconosciuta.
    Se l'unico modo per assicurare la sicurezza delle persone che hanno bisogno realmente di questo farmaco per le loro malattie è quello di sacrificare alcuni topi, beh, non ho dubbi, gli esseri umani hanno la precedenza.

    ---Alex

    RispondiElimina
  2. una misura estrema che qua in USA e' molto piu comune che in altre nazioni. preferisco stare dalla parte di persone che risolvono il problema con i metodi tradizionali :)

    RispondiElimina
  3. Per quel che ne so io sia la vasectomia che la legatura delle tube in Italia non sono interventi
    praticati forse si fanno ma non se ne parla, l'unica mia amica che dopo quattro figli gli ha fatto ricorso è Canadese!!!

    Invecchiare? con la velocità con cui è cresciuto il mio unico figlio e con l'arrivo della menopausa sono conti che ho dovuto per forza fare...rassegnandomi a vivere la seconda parte della vita, sperando che sia comunque priva di intoppi e serena!!!

    p.s. e senza botox

    RispondiElimina
  4. Wow! Effettivamente e' una scelta molto delicata. E' buffo quanto chiudersi una possibilita', seppure una possibilita' che non pensi di sfruttare ulteriormente sia spesso difficile.

    In bocca al lupo a Mr. J!

    RispondiElimina
  5. negli USA anche io conosco uomini che hanno fatto questa scelta. Donne che hanno optato per la legatura delle tube non le conosco. Ma credo che la prima operazione sia piu' facile della seconda, meno invasiva.
    e di sicuro c'entra il machismo,
    e le donne che si sciroppano vent'anni di pillola.
    valescrive

    RispondiElimina
  6. In bocca al lupo a J !!!!
    E quando ha fatto fatevi due risate insieme con questo: http://www.pinkbike.com/video/32445/

    RispondiElimina
  7. bentornata a casa! e in bocca al lupo a J., sara' tutto molto semplice, conosco molte persone che hanno fatto questa scelta, anche al femminile. Aspettiamo le foto di DISNEYLAND! Un abbraccio da Tucson, Letizia

    RispondiElimina
  8. in bocca al lupo a tutti e due!
    io non conosco nessuno vasettomizzato. ok, a parte i miei mici (tutti)....

    RispondiElimina
  9. Oggi ho letto un bell'articolo che in qualche modo è correlato.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Ecco l'articolo:

    http://giovannacosenza.wordpress.com/2010/03/25/happiness-is-an-older-woman/

    RispondiElimina
  12. oddio... e io che sto raccogliendo i cocci rotti di una IVF fallita....

    ma scusa, quanti figli avete?

    RispondiElimina
  13. Alex, secondo me e' molto una questione di machismo! Perche' altrimenti come si spiega che l'aborto sia comune, e la sterilizzazione no, in un apese cattolico come l'Italia?
    E il botulino... il marito di un'amica ha dovuto iniettarsel nei muscoli delle gambe, non mi ricordo piu' per quale problema, pero' mi sentirei quasi di scommettere che il business piu' grosso e' quello cosmetico. Accendi la TV in Italia e qui, per confermare... E grazie della lezione...

    Caro Pluto... anche noi pensavamo di farlo con metodi tradizionali... pero' di solito si tratta della donna che mette la sua salute in primo piano (insomma, la pillola e gli altri metodi hanno TANTI effetti collaterali), e l'utilizzo del condom in un matrimonio e' un po' una rottura, no? Poi la nostra storia la sai... anche se ti giuro, quando ne parlo qui incontro tantissimi uomini,anche non troppo giovani, che hanno optato per la sterilizzazione. Ti aspetto tra un 15 anni quando sei a quota 4 anche tu!!

    Suy, senza botox senza. Dovremmo scrivere una canzone!! Anche io in Italia non ne avevo mai sentito parlare della sterilizzazione maschile. Qui in nord-america invece e' comune...
    Te lo ridico... non mollare il tuo blog!!

    Fabrizio, non l'avremmo nemmeno considerata quando avevamo la tua eta'. Ma alla nostra, soprattutto dopo la sorpresina... Vedrai un giorno, lontano, vi renderete conto di aver finito finito finito. Ma ne avete di strada da fare tu e Angeline!!!

    Vale, io ho diverse amiche che si sono fatte legare le tube qui, di solito in concomitanza con un parto cesareo (e' gia' tutto bello aperto...). Piu' ci penso e piu' mi rendo conto che questo "sacrificio" fa da contrappeso al mio di vent'anni in cui mi sono sciroppata ormoni. Ebbasta, dai!

    Palbi... the vasectomy is a medical proceeedure... that makes you half a maaannn... Un altro FG fan?? Gia' ce ne ho uno in casa, poi Fabio R.... very very inappropriate, I say!!

    Letizia, ma quand'e' che ci vediamo?? Aspettiamo ancora un po' e ve la trovate nel campus :)

    Fabio, gli animali si'. Ma gli uomini no. Eppure l'aborto e' accettato comunemente come forma di prevenzione delle nascite... mah... io non capisco bene...

    Dioniso, avevo letto l'articole e commentato. Grazie.

    Ciao Marica. Mi dispice sentire dell'IVF fallita. Non sapendo i dettagli, posso solo dirti che ho amiche che avevano il tuo stesso problema ed ora hanno figli (una ne ha avuti 4... dopo che le era stato detto che era impossibile per lei aver figli... ).
    Io ne ho 4, 14, 11, 9 anni e la sorpresina dei 43 anni, 11 mesi domani!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto è stato per noi il momento di scegliere, ho preferito farlo io.
      43 anni allora, tre figli, non avevo voluto farlo al momento del terzo cesareo, mi sembrava presto.
      Poi però, passati 8 anni, si è deciso che, come dici tu, quella fase era e doveva essere alle spalle, ma ho voluto farlo io, perché per me era solo un anticipare quello che la natura stava mettendo in atto, essendo io donna.
      Per un uomo è diverso: un uomo può avere un figlio anche a 60 anni, naturalmente, e non sai mai cosa la vita ha in serbo per te: io potrei morire domani e lui trovare un'altra donna, oppure anche senza la mia dipartita, innamorarsi di un'altra e desiderare un altro figlio... Io non me la sono sentita, lui l'avrebbe fatto, ma ho preferito farlo io.
      forse è una forma di machismo, non so, ma mi sembrava di precludere molto più a lui che a me stessa, che comunque sentivo di non avere più l'età per avere un altro figlio...

      per informazione: fatto con SSN, non ho speso un centesimo. Anche a lui l'avrebbe passato il SSN.

      Elimina
    2. Per me c'erano invece dei fattori diversi: la legatura delle tube e' un'operazione più complessa e "pericolosa" (anestesia più lunga, ricovero più lungo) della vasectomia, e non avendo fatto il cesareo sarei dovuta essere ricoverata, e quando allatti come facevo io non sarebbe stata esattamente una scelta facile… mio marito e' entrato ed uscito in circa 4 ore…
      Poi, io erano 18 anni che o prendevo la pillola, o il cerotto o ero incinta o allattavo… insomma, era anche ora che facesse lui la sua parte, secondo me!
      Come ultima considerazione… quando mio marito mi ha sollevato la stessa obiezione… "ma se mi lasci e io voglio avere un altro figlio"… gli ho risposto di pensarci bene… "andoavai" a 48 anni a fare altri figli, che ne hai già 4 da mantenere?? E la vasectomia fu. :)

      Elimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!