venerdì 29 febbraio 2008

Il rodeo, la piscina e le persone amare

Sabato scorso siamo andati a vedere il rodeo alla Wren Arena a Fort Huachuca. Inizialmente, quando J mi aveva chiesto se volevo andarci, mi era sembrata un'ottima idea, nessuno di noi e' mai stato ad un rodeo etc. Ovviamente mi era sfuggito il piccolo particolare che la maggioranza delle fasi di un rodeo sono eseguite con grande abuso di animali, e da vegetariana mi e' quasi venuto da piangere. Invece ci siamo andati ed e' stato un bene, cosi' posso dire di esserci stata e non avro' nessun rimpianto, perche' non ci andro' mai piu'

La parte con l'esibizione dei cavalli e cowboys/cowgirls e' stata bella, c'e qualcosa di magico nella partnership tra uomo e cavallo, e oserei dire che e' anche molto sexy. Probabilmente anche un novantenne sdentato potrebbe emanare vibrazioni sessuali mentra galoppa... ok, sto esagerando, ma il senso spero si sia capito.

Quando pero' hanno iniziato con l'inseguimento dei vitelli, coi vary lassos etc, per non parlare poi del bull riding o del bronco riding, ovviamente la magia e' finita, ed eravamo gli unici a tifare per i vitelli, i cavalli e i tori!! Meno male che siamo in America e non Italia... mi ricordo la volta che mio padre, milanista, e' andato a San Siro a vedere Milan-Juve ed e' finito per sbaglio nell'area juventina e, dopo aver con un velocissimo movimento di polso, nascosto il cuscinetto rossonero dentro il giaccone, cercava di andarsene, ma la gente si accalcava intorno perche' c'era stato un accoltellamento... invece qui, a tutti gli eventi sportivi, anche quelli visti da persone che sicuramente hanno fucili e altre armi appoggiati da qualche parte dei loro armadi, sono sempre pacifiche e la gente puo' esprimere le proprie differenze di opinione... tipo un gruppo di vegetariani ad un rodeo nel far west!

Uno dei tipi seduto vicino a noi ci ha detto che per far scalpitare i tori e immagino anche i cavalli, legano dei "bracciali" spinati intorno ai testicoli dell'animale... Capito??!! Allora io vorrei, per una volta, rivoltare la situazione, spogliare i cowboys nudi (che magari potrebbe anche essere una visione piacevole) e avvoltolargli un giro di filo spinato intorno ai loro cojones, sedermi sugli spalti e applaudire, whoo-hoo, a tutti i vari salti, urli, corse che si farebbero!!

Questa e' la grande entrata delle bandiere, il rodeo era di tipo universitario, quindi le varie universita' avevano le loro bandiere in mostra.
Vivi, io e Emily tra un "go calf!", un "go bull!" e un altro....
Questa foto non e' stata fatta nel 2004, ma 3 giorni fa, al mattino, fuori dalla porta di casa: a sinistra si vede la luna (e sono le 9:30) e a destra il famoso aerostat, ovvero il grande fratello che controlla la frontiera con il Messico!
Ora un po' d'orgoglio materno: Vivian (la seconda a sinistra) riceve il premio accademico a scuola; scrive la maestra "Vivian is an exceptional student. She always completes her work and does it to the best of her ability. She is a great example to her classmates. It is pure joy to read Vivian's stories, she is truly a great writer." Martedi' 26 Febbraio era "Pajamas' day", quindi tutti io bambini e le maestre, inclusa la preside a destra, sono andati a scuola in pigiama!!!
E questa e' la vista dal parcheggio della scuola... non male per essere nel deserto, no????

Sono stata (e lo sono ancora) super-super-presa tutta la settimana, per via del fundraiser che sto organizzando per la scuola media di Chris. Il lato positivo e' che sto conoscendo una marea di persone (e io sono sempre pronta a fare network!), ma ci sono tantissimi dettagli che vengono in superfice e di cui devo occuparmi... credo che soddisfi il mio desiderio di essere al centro dell'attenzione che, essendo la "figlia di mezzo" e stato sempre messo da parte. WINK WINK!!!


Sul fronte "piscina" ieri e oggi hanno installato i pannelli solari sul tetto per riscaldarla. Ieri pomeriggio, prima di partire alla volta dell'Arizona Sky Village per un weekend con Jack Newton (l'astrofotografo), J ed io ci siamo seduti dentro il "guscio" di cemento dell'idromassaggio (qui chiamato "jacuzzi" da pronuciarsi "giacusi" o "spa", da pronunciarsi... spa) e cercavamo di immaginarci come sarebbe stata la piscina tutta finita e guardavamo le montagne etc, quand'ecco che fa capolino Rich, il vicino. E' una di quelle persone che credono di essere chissa' che cosa, "God's gift to the world", come si dice qui, e fanno di tutto per sminuire chiunque, con lo scopo di sentirsi ancora piu' grandi. Tanto per fare un esempio, la prima volta che ha visto Chris gli ha detto "Man, you're small!". Giuro che gli avrei tirato un cartone in faccia, perche' devi proprio avere la sensibilita' di un ornitorinco per non capire che non e' un tipo di commento che fa piacere ad un pre-adolescente, ne' ai genitori che stanno facendo di tutto per rinforzare il suo senso di autostima.

Allora, fa capolino dietro al muro, visto che sara' alto 2 metri e largo all'americana, e borbotta qualcosa per farsi notare. "Hi Rich!". Allora, a conferma che chi e' un bullo da bambino, rimane un bullo da adulto, comincia a dire che la nostra piscina e' strana (e notare che la sua piscina e' piu' corta e stretta, fatta molto peggio, e sicuramente gli e' costata in proporzione piu' di quello che ci costa la nostra, visto che ha usato "Patio Pools", che e' una ditta grossa, che fa pubblicita', e che ci aveva fatto un preventivo per la nostra piscina superiore di $15mila di quello che paghiamo adesso), poi ci dice che il suo idromassaggio e' piu' grande (il suo idromassaggio non e' incorporato con la piscina, e' uno di quei vasconi che compri per $3000, e che puoi metterti ovunque, in giardino, sul balcone etc), che lui ha pagato la piscina tutta in contanti (anche noi, volevo urlargli! Senza neanche farci fare un prestito!!!), che lui puo' farsi testare il livello di cloro da Patio Pools gratis quando vuole (e noi non usiamo il cloro, testadirapa, noi abbiamo pagato extra per avere l'impianto di salinizzazione,[se si dice cosi'] e non dovremo spendere la marea di soldi che paghi tu, tutti i mesi, per aggiungere il cloro puzzolente nell'acqua)... insomma, per 10 minuti siamo rimasti li' a bocca aperta ad ascoltarlo rigurgitare la litania di come lui sia piu' furbo, la sua piscina piu' bella etc.

La prima regola che si insegna ai bambini e' che, se non puoi dire niente di bello, non dire niente. Se ricevono un regolo che non gli piace, e' educato almeno ringraziare. Ma che ignorante o che presuntuoso devi essere se pensi che noi vogliamo ascoltarti mentre ci sbatti giu' un progetto di cui siamo palesemente fieri?! Ma a queste persone i genitori non hanno mai insegnato che un complimento fatto con ragione e' un atto di estrema diplomazia che riesce a mitigare gli animi e a creare amicizie? Che cacchio gli hanno insegnato i genitori?... Io lo faccio sempre, ogni volta che entro per la prima volta nella casa di una persona, cerco sempre di trovare qualcosa da complimentare, perche' so' quanto sforzo ci voglia a mantenere una casa semi-pulita e semi-in ordine... un complimento fa piacere a tutti, vuoi che sia per un lavoro ben fatto in ufficio, o perche' hai cucinato qualcosa per 3 ore ed e' riuscito benino, o perche' forse hai comprato un vestito nuovo, oppure perche' il tuo bambino ha regalato la sua caramella ad un amico... quando qualcuno ti dice: "wow, ma che bel...." oppure "che brava"... insomma, si crea subito un clima di relax e di amicizia. Di empatia persino. Un complimento e' un sorriso verbale.

Inutile dire che con i vicini ci salutiamo, chiacchieriamo se ci vediamo per strada, J e' andato persino a vedere l'osservatorio che si e' costruito Rich (mi posso solo immaginare che testa deve avergli fatto sulla perfezione del suo lavoro), ma non credo che li invitero' mai a cena qui. Tra l'altro il figlio, che ha 13 anni ed e' alto un metro piu' di Chris, e' uguale al padre (o e' il patrigno? mah!) e Chris non vuole piu' giocarci insieme, preferisce giocare con le SORELLE, immaginarsi!

Questo non e' stato il solo caso di "Don't rain (or piss) on my parade, please" dell'ultima settimana. Stavo chattando via skype con una persona che conosco da anni, con cui si e' stati amici, ci si e' persi di vista, una di quelle relazioni comunque un po' strane... ho mandato il link del giornale con l'articolo dove c'e' la mia foto e l'intervista, e il commento e' stato (e quoto) "american dream made true". Sono io la sola, o c'e un "pelino" di sarcasmo? Io non ho detto niente, perche' comunque non ne vale la pena, e poi come si fa ad esprimersi chiaramente dattilografando con 3 dita...

Mi chiedo se sia cosi' difficile dire: congratulazioni! Deve essere bello contribuire ad un progetto cosi', chesso', interessante, ecologico... eppure no, la scelta e' stata quella del sarcasmo, come se quello che faccio e' poco importante...

E parlando di cose importanti, certo non lavoro piu' nell'ufficio di una multinazionale, vendendo software o macchine a noleggio, non ho la possibilita' di vincere viaggi premio a Dubai o alle Hawaii, ma mi sto sbattendo per dare ai miei figli e, allargandomi, alla comunita' in cui vivo, una scuola migliore, una citta' piu' pulita.... se mi fossi abbassata al livello di questa persona, avrei potuto replicare: ok, benissimo, pero' i miei figli me li sto crescendo io, non la babysitter o il nido, e la persona che vogliono vicina quando hanno dei problemi, sono malati etc, sono io,la mamma, non il padre o la nanny, e ne sono fiera! Se fossi stata un'altra di queste persone dall'animo amaro, che per natura non riescono a contribuire o a partecipare alla gioia degli altri, avrei potuto dire che di fare un figlio, o 2 o 3 come fanno loro, per poi mollarli dalla babysitter, per potersi comprare vestiti di marca o la bmw, sono capaci tutti. Chi invece sceglie di andare in giro con una macchina di 9 anni, con vestiti che hanno l'eta' dei datteri oppure sono comprati da Target, per poter partecipare attivamente giorno dopo giorno alla crescita e all'educazione dei figli, quella e' la persona da ammirare... e chissenefrega del viaggio premio a Dubai!



12 commenti:

  1. da solo questo post vale mille milioni di blog in giro per il mondo!!!!
    Si possono dire le parolacce??? caxxo quanto hai ragioneeeeeeeeee!!!!!!!!!!
    uff, e adesso mi sono quasi quasi arrabbiata col tuo vicino saccente. Nulla di peggio di avere persone boriose che cercano affannosamente di dimostrare tutta la loro perfetta idiozia.

    Meno male che tuo figlio non gioca più con il figlio dei vicini (già lo stimo!!!), pensa se crescendo gli avesse attaccato anche solo un granello del suo modo di fare......brrrrr!!!!!!

    Zion

    RispondiElimina
  2. sulla persona con cui stavi chattando, dipende un po' dai caratteri, ma potrebbe non essere necessariamente quello che pensi. soprattuto le persone un po' timide (lo so perche' ogni tanto lo sono anch'io), fanno fatica a interpretare correttamente lo spunto per congratulare gli altri e magari cercano di risolvere la cosa con una battuta.

    RispondiElimina
  3. Si', Zi, puoi dire le parolacce!!
    Grazie per aver capito questo sfogo blogghifero! Mio figlio non sopporta gia' le persone cosi', forse perche' io sono l'opposto, e meno male.
    Fabri, ci ho pensato... per questo che ho esitato e non ho risposto al commento sulla chat. Tuttavia, e qui lo spazio manca, parlo di una persona estremamente profondamente egocentrica, secondo me insicura e immatura, che aveva gia fatto dei commentini simili sul fatto che sono una "stay-at-home-mom"... non credo che sia stato per timidezza che la risposta che mi aspettavo non sia arrivata... pero' non sono sicura al 100%...
    Comunque non puoi negare il fatto che siamo "circondati" da persone sempre negative, non parlo dei "gufi", parlo di quelli che silenziosamente gioiscono quando sbagli, quelle che, se mi presentassi alla loro porta con, per dire, Brad Pitt, mi direbbero "Ma ha il naso troppo appuntito"... forse sono io che soffro di "pollyannite" cronica... ma non ne posso piu' di persone cosi' insicure che non riescono a darti una pacca sulla spalla e dire "Great job!". Timidezza o meno.

    RispondiElimina
  4. bene, vedo che i preparativi per la piscina proseguono...
    inizio a fare il biglietto moky???

    ma sai che anche io ho visto un rodeo?
    qui li organizzano nella giara di gesturi, dove ci sono i cavalli allo stato brado...
    non a casa i tizi che provano a cavalcarli durano 3 secondi poi cascano per terra...e i cavalli fuggono nelle vicine colline!

    RispondiElimina
  5. Mat, certo che puoi fare il biglietto, anzi, adesso dovrebbe costare di meno...chissa'!
    Penso che il rodeo sardo sia piu' "umano" per gli animali, perche' questi scalpitano perche' sono selvaggi e non sono abituati ad essere cavalcati, non perche' hanno le spine nei... you know...

    RispondiElimina
  6. ciao amy!
    sul rodeo sono pienamente d'accordo con te!! io tifo da sempre per i tori alla corrida e per i bufali contro Will Cody...

    A proposito del simpatico vicio, che immagino non spiccichi una parola straniera nemmeno a torturarlo, perchè - semplicemente e con non chalance- sempre col sorriso da small talk non alterni l'inglese con una frasetta de tipo: "mafattiunapadellata dicazzituoibuzzurro" e continui a sorridere?

    RispondiElimina
  7. Cara Moki,
    apprezzo in toto il tuo blogsfogo. Il vicino è il prototipo del 70% della popolazione mondiale. Gente invidiosa di chi riesce a vivere felicemente costruendosi tutto con sacrifici, queste persone sono tristi da morire e mai le vedrai sorridere. Tu invece oltre a sorridere sempre ci fai morire dal ridere con tutto il tuo mera viglioso spirito ilare. LE foto sono fantastiche e anche il video. Brava Vivian per il premio, è il tuo clone, anche tu davi tante soddisfazioni. Baci da papi e mami

    RispondiElimina
  8. Leggendo la storia del tuo "simpatico" neighbor, mi è subito venuto in mente Ned Flanders quando si affaccia allo steccato per chiacchierare con Homer Simpson! Immagino che provi per il tuo vicino lo stesso grado di simpatia che Homer prova per Flanders... :)

    Ci vorrebbero più persone con il tuo stesso spirito di iniziativa, la tua voglia di aggregare e di fare, la stessa volontà nel rendere migliore la vita propria e quella di chi ti è accanto... sarebbe veramente un mondo migliore. Proprio recentemente facevo questo pensiero (lo scrivo in inglese perchè spesso mi capita di pensare in inglese, non so per qual ragione):

    "Human beings should focus themselves on really important matters for their life and let the ordinary crap slip away"

    Tu sei un esempio di persona che ha a cuore il bene per la propria vita, quella della propria famiglia e della comunità in cui vivi. E dunque, keep up the good work, gal! :)

    Sì, siamo troppo presi dalle futilità e dalle cose inutili... sarà che in questi giorni vedo le cose in maniera un po' diversa poichè mio papà è in ospedale sofferente (è stato operato ieri).

    Hugs from your neighbor in Gratosoglio :)

    Mauri
    --

    RispondiElimina
  9. Sono con te al 100% sull'essere a stay-at-home mom! Io non sopporto le donne che per scelta (non per necessita', quello e' un altro discorso) vanno a lavorare per comprarsi le scarpe di marca e poi "piangono" che non hanno visto il primo passo del figlio o non hanno sentito la sua prima parola! Ma va'?
    Considera questo il mio sorriso verbale.

    :-)

    Per quanto riguarda il vicino di casa... ho solo una parola per lui: Whatever!

    RispondiElimina
  10. Stendiamo un velo pietoso sul rodeo...complimenti invece per la foto della luna la mattina alle nove...
    e poi non prendertela più di tanto, il tuo vicino è sicuramente roso dall'invidia!!!!e tu sei una mamma che cresce i propri figli e puoi sentirti orgogliosa di quello che fai...alla faccia dei viaggi premio

    RispondiElimina
  11. Come ti capisco per il vicino. Io combatto con una cognata che e' maleducata e stronza, sa tutto lei e con la scusa della religione crede sempre di essere la piu' brava e buona (per poi maledire i messicani e i nativi americani...).
    Siccome noi siamo superiori e mooltooo piu' intelligenti ignoriamo tali persone e siamo educate nei loro confronti.
    D'accordo per il Rodeo ma non dirlo a mio marito (texano sfegatato).
    Belle le foto delle tue bimbe e complimenti per il successo scolastico.
    Tu fai quello che ritieni giusto per te, che ti da' soddisfazioni e lascia perdere le persone con le emorroidi, che vivono la vita in maniera acidula!!!
    Insomma"Go girl! You are doing great!"OK?
    Baci

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!