lunedì 26 dicembre 2011

Torta al cioccolato in una mug

Uno degli "strumenti" di cucina presenti in tutte le case americani e che sta arrivando lentamente anche nelle case italiane, e' il forno a microonde, ed e' uno dei miei preferiti: gli americani lo usano dagli anni '50, per riscaldare ma anche per cucinare (esistono ancora ricettari destinati solo ed esclusivamente al microonde, ma sono ormai una rarita' da libreria specializzata), e la sua onnipresenza ha coniato neologismi/slang tipo "zapping" oppure "nuking" quando ci si riferisce al riscaldare velocemente bibite o cibo.
Come potete immaginare, in una famiglia come la mia e' utilissimo, si riscaldano gli avanzi (santi avanzi!) in pochi minuti, ci si possono scongelare velocissimamente cibi appena usciti dal freezer, far bollire l'acqua per il te' in un paio di minuti... e da stamattina ci posso preparare una singola porzione di torta al cioccolato in meno di 5 minuti!

Mi direte che e' impossibile, che sono fuori di melone, e invece e' verissimo: e' proprio possibile (e facile!) preparare una fenomenale torta al cioccolato in pochi minuti, senza bisogno di forni, teglie, uova, latte e grassi!!
La ricetta si trova nel libro di ricette "Everyday Happy Herbivore" di Lindsay Nixon (comprato per Natale), che offre circa 200 ricette veg, tutte a bassissimo contenuto di grassi e pronte in tavola in mezz'ora, e la prima che abbiamo provato stamattina e' stata proprio "Chocolate Mug Cake": dovevamo verificare che non fosse una boiata e il risultato ha superato le aspettative!! Se non sbaglio una ricetta simile esiste anche nella guida di PETA per studenti universitari (che vivono nei dorm, quindi non hanno accesso a cucine, forni etc., tuttalpiu' hanno un misero fornettino a microonde nella loro stanzetta), ma il vantaggio di questa ricetta e' che non usa ne' olio ne' burro (veg o no),  e quindi oltre ad essere "cruelty-free", e' gloriosamente "guilt-free".
Ovviamente e' necessario avere un forno a microonde, una mug (la tazzotta da caffe' americana) e i misurini americani, ma potete probabilmente usare misure italiane, credo il risultato venga delizioso ugualmente!.

Gli ingredienti:

3 Tablespoon di farina integrale
2 Tablespoon zucchero di canna
2 Tablespoon cacao (amaro)
1/2 teaspoon baking powder (lievito in polvere?)
un pizzico di cannella
1/4 cup di applesauce (mela cotta ridotta a pappetta)
3 Tablespoon "latte" (do soya, di mandorle, di riso... purche' non sia di mucca, che fa male!)
1 o 2 gocce di estratto di vaniglia
2 o 3 Tablespoon gocce di cioccolato vegan (io uso le "Ghirardelli" semi-sweet)

Preparazione:

in una terrina piccola, mescolare farina, zucchero, cacao, lievito e cannella insieme. Se volete una torta moolto dolce, aggiungere piu' zucchero.
In un'altra ciotola piccola, mescolare con un frullino la applesauce, il "latte" e l'estratto di vaniglia, Versarli nella terrina con la farina, aggungere le gocce to cioccolato e mescolare. Aggiungere 1 o 2 Tablespoon di applesauce, finche' l'impasto sia "bagnato" ed assomiglia a quello di una torta.

Versare l'impasto in una mug da caffe', e metterlo nel microonde per 3 minuti (con un microonde da 1000watt).

Mangiare, canticchiando "America the Beautiful", alternandola a "Jingle Bells, Batman smells..."....



15 commenti:

  1. Buonissima, la provero'! Una curiosita': nella tua famiglia sono tutti vegerariani, anche i tuoi figli? (sto cercando info a riguardo...!)
    grazie,
    Elisa

    RispondiElimina
  2. Non sapevo si potesse fare una torta dentro la tazza :-)
    Io il microonde lo uso per scaldare gli avanzi, il latte, l'acqua per il the... Proverò questa ricetta!

    RispondiElimina
  3. ma perche' io continuo a nutrire enormi sospetti sul microonde? non mi fido. sembro mia nonna. bo.

    valescrive

    RispondiElimina
  4. invitante! la proverò anch'io!

    RispondiElimina
  5. Ma è incredibile!
    Uno spettacolo!
    WOWWOWOWOWOWOW !!! :-D
    Domani la provo subito!

    Per chi non ha i misurini americani (io ce l'ho, ovviamente! ;-) ) ecco una semplice conversione:

    1 tbsp = 15 ml
    1 tsp = 5 ml
    1 cup = 237 ml

    Non mi chiedete le conversioni in grammi, gli americani sono "volumetrici" ;-) (anche se si possono fare alcuni calcoli usando la densità; latte e acqua si possono considerare aventi densità = 1g per millilitro)

    Valeria, e perché mai avere dubbi sul microonde? Basta non metterci dentro la mano (o il gatto) quando è in funzione! ;-)

    ---Alex

    RispondiElimina
  6. Tra l'altro il microonde consuma molta meno energia del forno elettrico rendendolo pure ecologicamente più sensato...

    ---Alex

    RispondiElimina
  7. vedi che ho fatto BENISSIMO a mettere nella lista nozze un microonde strafigo?!

    RispondiElimina
  8. La torta deve essere buonissima ma anch'io non ho molta simpatia per il microonde e, soprattutto, non saprei quando e per cosa usarlo.
    Io adoro il forno tradizionale (ne ho due, uno piccolo e uno grande) e la cottura in padella.
    Forse sono all'antica....

    RispondiElimina
  9. Incredibile questa ricetta! L'unica cosa che mi lascia perplessa è la applesauce che non so se riesco a trovarla già pronta qui. Se no che ricetta veloce sarebbe?
    I mug mi fanno impazzire, ne ho molti, ma quello tuo sulla tavola che hai fotografato è proprio il massimo!

    RispondiElimina
  10. @ Elisa: si', provala e poi scrivi il tuo risultato!! In casa nostra mio marito, le mie figlie ed io siamo vegan, mio figlio e' vegetariano (mangia il grana sulla pasta se andiamo fuori e il gelato quando siamo in giro)
    La piccolina e' vegan dalla concezione: tutta la gravidanza e' stata vegan, ovviamente, e ora cresce senza aver mai assaggiato ne' carne, pesce, latte e latticini ne' uova. Se vuoi piu' informazioni, mandami un email a mokymk@cox.net Grazie per la visita e il commento!!

    @ Pollon72: nemmeno io l'avrei potuto immaginare, ma e' possibile!
    Prova anche tu e fammi sapere se ti piace... ah! Se la tua mug e' piu' piccola di quelle "normali" (credo che siano da 10 once), vedrai la torta "esplodere" come un fungo, e alla fine assomigliera' ad un mega-muffin/torta in tazza! Ancora piu' originale! Puoi anche farla con la variazione "banana-cioccolato", usi solo 3 TBS di applesauce, una banana matura piccola, il "latte" e la vaniglia, li metti nel frullatore poi aggiungi il miscuglio agli ingredienti "asciutti" e prosegui come da istruzioni!

    @ Valeria: anzitutto, le microonde emesse dal forno sono "micro" e vengono emesse alla frequenza sufficiente per far "vibrare" le molecole dell'acqua, e basta. Tutto il cibo contiene una certa percentuale di acqua, e siccome questa vibrazione molecolare produce energia=calore che riscalda o cuoce, dipende dal tempo usato, il cibo nel forno. Niente di brutto, ho chiesto conferma a J, visto che lavora nel campo onde elettromagnetiche, radiazioni, antenne, etc. In effetti e' molto piu' pericoloso (e provato cancerogeno) cuocere cibi alla griglia, che non usare il microonde!! Comunque poi e' una questione di preferenze personali. Capisco i tuoi dubbi e l'esitazione, l'importante e' unon usare contenitori di plastica, ma ceramica o vetro.
    Io lo trovo utile e credo meno pericoloso delle emissioni delle antenne dei telefoni portatili di casa o, peggio ancora, delle emissioni dei cellulari.

    @ Silvia: prova anche tu e fammi sapere!! Che bello sarebbe ricevere i vostri commenti su come vi e' riuscita la torta e se vi e' piaciuta!

    @Alex: l'hai fatta poi? E grazie per la conversione: volevo linkare un sito, poi sai come sono pigra...
    Ed e' vero che usa poca energia paragonato al gas, o peggio ancora alla cucina elettrica.
    Parlando di gatti nel microonde, ogni tanto mi verrebbe voglia di metterci il mio TJ, che continua a fare i suoi schifosi comodi (evito i dettagli) dove non dovrebbe!! Non fossi vegan, mi verrebbe voglia di farci polpette feline con il cagone!!

    @Patalice: si' hai fatto bene!! Vuoi mettere come rimarra' sorpresa la tua dolce meta' quando preparerai in pochi minuti una torta da accompaganre al te' o al cappuccino?? Oppure con le amiche... se poi e' un forno potente, penso che potresti cuocerne 2 alla volta, probabilmente per 4 minuti... dovro' provarci anche io!!

    @Titti: e' uan questione di abitudine e preferenze, come dicevo a Valeria. In italia non l'avevo, ovviamente, e non ne sentivo il bisogno. Qui ho imparato ad usarlo e quando non posso usarlo (una volta si e' rotto) mi manca. Certo che io, non usando i cosiddetti "tv dinner", cioe' i cibi pronti surgelati, ne faccio un uso limitato rispetto probabilmente ad altre famiglie. Pero' e' uno di quegli arnesi che, pur se effettivamente superflui, ti rendono la vita piu' facile e diventano indispensabili, come la macchina da cucire o il trapano elettrico portatile!!

    RispondiElimina
  11. @Destinazione: eccoti una ricettina veloce per una applesauce istantanea (dallo stesso libro di ricette):

    -1 mela, detorsolata e a fettine
    -cannella in polvere a piacere, optional
    -spezie tipo noce moscata apiacere(quelle che si usano per la pumpkin pie, per intenderci), optional


    Mettere le fettine di mela in un robot da cucina con 2 Tablespoon di acqua e farlo andare finche non si forma la salsina, aggiungendo uno e 2 cucchiai se necessari.
    Aggiungere le spezie per dargli un twist (ma per la torta in tazza a dire il vero non ne hai bisogno).

    Puoi sempre raddoppiare la ricetta, a seconda del bisogno: noi usiamo tanta applesauce in sostituzione dei vari grassi (burro, olio) nei dolci da forno. Pensa che a me piace mangiarla cosi'...

    E tanto per rimanere in tema, e' una mug che ho trovato da WALMART!!!! un paio d'anni fa... ora che e' tutto in super saldo, se ne trovo una interessante, vuoi che te la mando?

    RispondiElimina
  12. Grazie Moky! Dopo aver letto il tuo post ho fatto una ricerca e in effetti ci sono diverse ricette, (tutte simili), della torta in tazza, ma io non la conoscevo!
    Ho già provato una versione con uova, latte, olio e cacao ed era buonissima. Ne ho provata una con spremuta di arancia ed era un pochino gommosa. Però proverò sicuramente la tua versione veg che mi ispira per gli ingredienti particolari :-)

    RispondiElimina
  13. Non l'ho ancora provata ma lo farò presto!

    Per quanto riguarda la cancerogenicità della cottura alla griglia, è vero che durante la cottura si possono formare dei composti potenzialmente cancerogeni (e gli stessi composti si trovano anche nella crosta del pane bruciacchiata) ma in ogni caso saranno quantità infinitesime e ricordatevi sempre che è la dose che fa il veleno...

    Allo stesso modo anche il basilico, le banane, i finocchi e la noce moscata contengono metileugenolo che è classificato come cancerogeno e genotossico.
    Ovviamente con la normale alimentazione lo assumiamo in dosi talmente esigue che, in accordo alle conoscenze odierne ed agli studi fatti fino ad oggi, non vengono considerate dannose per la salute pubblica ;-)

    ---Alex

    RispondiElimina
  14. A_D blues:

    Il metileugenolo e' risultato cancerogeno con degli studi fatti sugli animali (ratti), questo non significa affatto che sia cancerogeno anche per l'uomo. Come tu ben saprai il 53% delle sostanze che sono cancerogene per un ratto non lo sono per un topo. E tu cosa ti senti di piu? ratto o topo?

    http://potency.berkeley.edu/chempages/METHYLEUGENOL.html

    Dora

    RispondiElimina
  15. Allo stesso modo la cioccolata, i funghi (non velenosi), l'uvetta passita, le cipolle, l'avocado...sono tossici per cani, gatti, cavalli e altri animali, ma non lo sono per gli esseri umani....allora? Il fatto che una sostanza sia cancerogena per un ratto non significa affatto che lo sia per l'uomo.
    Se i furetti (carnivori puri) mangiano carboidrati aumentano di molto la loro probabilita' di ammalarsi di cancro, per noi vale lo stesso per le proteine animali, esattamente il contrario. Quindi finche' il metileugenolo non viene sperimentato sugli uomini non si puo' dire che sia cancerogeno per l'uomo.

    RispondiElimina

Ogni commento e' benvenuto, quando contribuisce alla conversazione!